Ryanair ed Enilive: obiettivo comune per un’aviazione più sostenibile

Firmata una lettera d'intenti (LOI) per la fornitura alla compagnia aerea di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) Enilive

(Foto repertorio: Piotr Mitelski per Ryanair)

Ryanair, la compagnia aerea numero uno in Europa ed Enilive, società direttamente controllata da Eni, che detiene il 100% del capitale sociale, hanno annunciato ieri 22 gennaio d’aver firmato una lettera d’intenti (LOI) per la fornitura a lungo termine di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) Enilive in una selezione di aeroporti Ryanair in tutta Italia, portando avanti ulteriormente la strategia di decarbonizzazione Pathway to Net Zero by 2050 della compagnia aerea.
Questo accordo con Enilive consentirebbe a Ryanair di accedere a un massimo di 100.000 tonnellate (33 milioni di galloni) di SAF tra il 2025 e il 2030 (equivalenti a 20.000 voli dall’aeroporto di Milano Malpensa a Dublino).
Il SAF è una soluzione concreta per contribuire alla decarbonizzazione dell’aviazione nei prossimi decenni, ma attualmente rappresenta solo una piccola frazione dell’attuale  (si apre in una nuova scheda)consumo di carburante in tutto il mondo. Nelle sue bioraffinerie in Italia, Enilive tratta principalmente materie prime di scarto, come olio alimentare esausto, grassi animali e residui dell’industria agroalimentare, per produrre Eni Biojet, un SAF che contiene il 100% di componente biogenica ed è adatto ad essere miscelato con il jet fuel convenzionale fino al 50%.

I commenti:
Thomas Fowler, Director of Sustainability Ryanair, ha dichiarato: “Aumentare la produzione di SAF è una sfida chiave che l’industria dovrà affrontare nei prossimi anni. La partnership con un leader del settore come Eni aiuterà Ryanair a raggiungere il nostro ambizioso obiettivo di utilizzare il 12,5% di SAF entro il 2030 e di azzerare le emissioni nette entro il 2050. Eni è un fornitore chiave nel nostro mercato più grande, l’Italia, e il suo successo nella produzione di SAF giocherà un ruolo significativo nella crescita del nostro Gruppo fino a trasportare 300 milioni di passeggeri all’anno entro il 2034.
Stefano Ballista, Amministratore Delegato di Enilive, ha aggiunto: “Siamo lieti di lanciare un accordo con un attore così importante come Ryanair subito dopo i regolamenti ReFuelEU dell’Unione Europea che mira ad aumentare l’adozione di SAF entro il 2050. Enilive prevede di aumentare la propria capacità di bioraffinazione a oltre 5 milioni di tonnellate/anno entro il 2030 ed è focalizzata nello sviluppo di nuovi progetti per espandere la propria capacità di bioraffinazione: i biocarburanti possono svolgere un ruolo rilevante nella decarbonizzazione della mobilità, compresi i settori difficili da abbattere come l’aviazione. Gli impianti e le tecnologie che abbiamo sviluppato nell’ultimo decennio consentono a Enilive di produrre le quantità di SAF necessarie per soddisfare le esigenze di aziende come Ryanair e i requisiti delle normative comunitarie.

(Fonte: AVIAREPS – Ufficio stampa Ryanair)
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime News

Il 52esimo Giro Aereo di Romagna vinto da un equipaggio dell’Aero Club “Francesco Baracca” di Lugo

I vincitori della gara: in primo piano Fabio Parma e Luca Sangiorgi portacolori dell'Aero CLub di Lugo In una tranquilla...

Ricerca per categoria: