All’aeroporto di Bari una mostra molto interessante. “Il volo: dalle Ali di Leonardo… a oggi ” (1480 – 2016)

0
74

Sino al 30 settembre l’aeroporto di Bari ospita disegni e ricostruzioni delle macchine di Leonardo da Vinci

Aeroporto di Bari foto Aerp. Puglia
L’Aeroporto Karol Wojtyla di Bari (foto Aeroporti di Puglia)

Bari 2 maggio 2016 – Da oggi e sino a tutto il 30 settembre prossimo, l’Aeroporto Karol Wojtyla di Bari ospita la mostra “Il volo: dalle Ali di Leonardo… a oggi(1480 – 2016)”.

La mostra, patrocinata e sostenuta dalla Regione Puglia, si sviluppa su un’ampia area del secondo piano dell’aerostazione passeggeri, ed è una raccolta di disegni e di una quarantina di ricostruzioni fedeli delle macchine di Leonardo, tutte funzionanti e interattive, a cui si affiancano progetti e modelli di aerei moderni.

Per l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, «…i grandi progressi compiuti negli ultimi anni dalla Puglia nel settore aerospaziale, in termini di addetti, di valore prodotto e di competenze scientifiche e tecnologiche, ci hanno suggerito quanto importante potesse essere realizzare nella nostra regione, storicamente caratterizzata dalla presenza di insediamenti industriali aeronautici,   di eventi tesi a valorizzare il contributo che il settore è in grado di dare alla divulgazione della cultura scientifica. Per questo Aeroporti di Puglia, da sempre attenta anche alle sollecitazioni ci carattere artistico e culturali, è stata lieta di ospitare la mostra in una struttura che ben rappresenta i quali e quanti progressi e successi la nostra comunità ha raggiunto in campo aeronautico e aerospaziale.»

Le macchine, prototipi derivanti dai disegni tratti dai Codici Vinciani, realizzate in diverse scale sono tutte funzionanti e possono essere toccate e provate, per consentire un’intensa esperienza percettiva sensoriale, attraverso cui attivare meccanismi emotivi e cognitivi in rapporto profondo con la materia “Leonardo”. Alle macchine per il volo si aggiunge la categoria “elementi macchinali” o “meccanismi”, che comprende tutti quei meccanismi con diverse possibilità di applicazione, come la trasformazione del moto o la vite senza fine.

Sarà possibile osservare l’Ornitottero verticale (antenato dell’elicottero), o l’aliante ad ala fissa accanto al progetto di un aereo supersonico.

Leonardo da Vinci è stato ingegnere, architetto, designer, inventore, il “Genio” per eccellenza di tutti i tempi. Tutti i suoi progetti, le sue idee sono da considerare “anticipatrici” di invenzioni moderne. Egli ha sempre conferito al Disegno un primato sul modello, riconoscendone ed esaltandone il valore progettuale e conoscitivo. Il Disegno, a scapito della sua natura manuale, è una attività soprattutto intellettuale: «Da questa cognizione – scrive il Vasari – nasce un certo concetto e giudizio che si forma nella mente quella tal cosa che poi espressa con le mani si chiama Disegno.» Imparare a osservare richiede un costante allenamento. È la stessa natura a suggerirci nuove idee. Leonardo osservava, memorizzava e poi annotava ogni dettaglio intorno a sé, dalla traiettoria del volo calante di un uccello al volo di una libellula. Partire dallo studio delle ali di una libellula e arrivare a tutto ciò, fa capire quanto l’ingegno dell’uomo possa fare e quanto certamente farà ancora.

L’installazione della mostra presso l’aeroporto di Bari consentirà di raggiungere un pubblico ben più vasto di quello pugliese ed e ciò significa promuoverla anche su scala nazionale ed internazionale. Ogni genere di visitatore non potrà che essere arricchito, culturalmente e interiormente, da una simile esperienza.

La mostra, curata da Cristina Martina, architetto esperta in design, organizzazione di eventi artistici e culturali e consigliere delegato dell’associazione “Il genio di Leonardo” di Firenze, si rivolge a chi costruirà gli aerei del domani e anche ai più piccoli: oltre all’evidente valore pedagogico e conoscitivo, potrà anche stimolarne le scelte future.

Anche per questo motivo una particolare attenzione è stata dedicata al mondo della scuola: nei mesi di maggio, giugno e settembre sono state previste visite da parte di gruppi di studenti (massimo due classi per gruppo, accompagnati da docenti) che potranno visitare la mostra dalle 9.00 alle 13.00. A tal proposito Anna Cammalleri, direttore generale Ufficio Scolastico Regionale Puglia, intervenuta all’inaugurazione della mostra, ha preannunciato che nel periodo di apertura della stessa verranno realizzate specifiche iniziative rivolte ai dirigenti e alla comunità scolastica della Regione.

La mostra, ad accesso gratuito, sarà aperta ogni giorno dalle 9.00 alle 21.00.

(Fonte: Ufficio Stampa Aeroporti di Puglia, 2 maggio 2016)

(EdP-mb)