Marina Militare: la fregata Libeccio parte per l’operazione antipirateria “Atalanta”

Nave Libeccio (foto Marina Militare)
Nave Libeccio (foto Marina Militare)
Nave Libeccio (foto Marina Militare)

In data 26 maggio, la fregata Libeccio della Marina Militare ha mollato gli ormeggi dalla Stazione Navale Mar Grande di Taranto per dirigere verso il Bacino Somalo, dove darà il cambio alla fregata Grecale  impegnata nell’Operazione antipirateria Atalanta.

Nave Libeccio, partita da La Spezia lo scorso 4 maggio per raggiungere Taranto, ha appena concluso il ciclo addestrativo presso il centro di Addestramento della Marina Militare  (Maricentadd), indirizzato al potenziamento e all’accrescimento delle capacità operative e propedeutico sia per l’attività di antipirateria che di difesa passiva, come le esercitazioni di antincendio ed antifalla.

Per la Marina Militare è la ventesima missione nell’Operazione Atalanta, istituita dall’Unione Europea nel 2008 con lo scopo di fronteggiare il fenomeno della pirateria, e nave Libeccio entra per la seconda volta, negli ultimi due anni, a far parte della Task Force 465.

Il ponte di volo di Nave Libeccio (foto Marina Militare)
Il ponte di volo di Nave Libeccio (foto Marina Militare)

La nave, al comando del capitano di fregata Daniele Paolo Maria  Martinuzzi, con un equipaggio di circa 240 persone comprensivo dei team specialistici e mezzi della Brigata Marina San Marco, del  gruppo Operativo Subacquei e della Componente Aerea della Marina Militare, sarà impegnata ancora una volta nelle attività di pattugliamento, di vigilanza in mare e di difesa del libero commercio marittimo e per la tutela degli interessi nazionali.

(Marina Militare – Ufficio Pubblica Informazione) 26 maggio 2015

(EdP-mb) a cura di Claudio Toselli