L’aereo ibrido Tecnam P2010 H3PS prende il volo per la prima volta: una pietra miliare nell’aviazione verde

Il Tecnam P2010 H3PS è il primo velivolo dell'aviazione generale con una configurazione ibrida parallela a prendere il volo, rappresentando un'importante pietra miliare nel viaggio dell'industria aeronautica verso la decarbonizzazione e la ricerca e sviluppo su propulsori alternativi

Must Read

Il nuovo velivolo Tecnam ibrido P2010 H3PS (foto Tecnam)

Capua (CE) Italia15 febbraio 2022 –  Tecnam Aircraft  ha dato notizia ieri che, in collaborazione con i team specializzati Rolls-Royce e Rotax, il 21 dicembre scorso, ha testato in volo con successo per la prima volta il nuovo velivolo ibrido P2010 H3PS. L’autorizzazione è stata rilasciata dall’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile. Il volo è stato eseguito dal capo pilota sperimentale di Tecnam Lorenzo De Stefano, con i team Tecnam, Rolls-Royce e Rotax a terra ad assistere a questo momento storico.
Tecnam P2010 H3PS è alimentato da un motore Rotax 915 IS da 104 kW accoppiato a un motore elettrico Rolls-Royce da 30 kW, per un totale di 134 kW (180 CV) di potenza in una configurazione ibrida parallela completamente integrata. In quanto tale, questo velivolo a quattro posti è il primo del suo genere.
Secondo  Fabio Russo, Direttore Ricerca e Sviluppo di Tecnam Aircraft, la dimostrazione di successo del test di volo H3PS segna una pietra miliare nel viaggio dell’industria aeronautica verso la decarbonizzazione e la ricerca e sviluppo su propulsori alternativi. “Sebbene l’H3PS non sia destinato a scopi di mercato – ha affermato Russo – i nostri test di volo di successo dimostrano che il propulsore ibrido, con motore a combustione accoppiato a un motore elettrico, può sopportare lo stesso carico utile del tradizionale motore a combustione da 180 CV “.
H3PS, acronimo di “High Power High Scalability Aircraft Hybrid Powertrain“, è un progetto finanziato nell’ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea, Grant Agreement No. 769392. Lanciato nel 2018, il progetto ha raggiunto i suoi obiettivi. Con il successo di H3PS, Tecnam Aircraft e i partner del progetto hanno convalidato il potenziale di scalabilità del velivolo, le minori emissioni, la tecnologia di gestione dell’energia all’avanguardia, costruendo un valido trampolino di lancio per i futuri modelli di aeromobili ecologici.
Commentando gli sviluppi futuri,  l’amministratore delegato di Tecnam Giovanni Pascale Langer  ha dichiarato che l’azienda continuerà a concentrarsi sulla guida della transizione verde nell’aviazione. “L‘approccio di Tecnam all’innovazione è veramente sostenibile“, ha affermato Pascale Langer. “Il nostro sviluppo si concentra su tre pilastri chiave: soluzioni rispettose dell’ambiente, tecnologicamente valide e commerciabili. Lo facciamo sfruttando la nostra esperienza multigenerazionale, ricerca e sviluppo, tecnologia di prossima generazione e partnership strategiche”. “Non vedo l’ora di vedere H3PS ispirare più innovazione e portare avanti il nostro settore con tecnologie più pulite ed efficienti“,  ha concluso Pascale Langer.
Rob Watson, Presidente di  Rolls-Royce Electrical  ha aggiunto:  “Il successo del primo volo del dimostratore P2010 H3PS è un risultato pionieristico del team per far avanzare il volo ibrido-elettrico. Lavorare con Tecnam e Rotax è stato estremamente vantaggioso e questo progetto ha continuato a sviluppare le nostre capacità nella fornitura di sistemi di propulsione e alimentazione completamente elettrici e ibridi-elettrici per il mercato della mobilità aerea avanzata. Rolls-Royce si impegna a investire nelle soluzioni tecnologiche per abilitare e fornire un’aviazione sostenibile.
Michael Dopona, Head of Design Organization BRP-Rotax ha precisato: “Siamo molto lieti di poter intensificare la nostra collaborazione con Tecnam e Rolls-Royce nell’ambito del progetto H3PS. I test hanno mostrato che ci sono ancora sfide da affrontare, tuttavia, grazie agli sforzi di tutte e tre le parti, il volo di prova potrebbe essere concluso con una comprensione più profonda e, naturalmente, con un atterraggio sicuro. Il progetto ha dimostrato che la joint venture con le conoscenze qualificate di queste tre società attori globali nel settore dell’aviazione porta a risultati molto interessanti e orientati al futuro per i sistemi di propulsione innovativi.
Il  Direttore Generale dell’ENAC, Alessio Quaranta in merito all’avvenimento ha sottolineato: “A dicembre 2021 ENAC ha rilasciato l’autorizzazione al volo, per finalità di ricerca e sviluppo, al primo velivolo Made in Italy di Aviazione Generale alimentato da un sistema di propulsione ibrida (elettrico–senza piombo): il Tecnam P2010 H3PS. Si tratta di un’importante innovazione tecnologica a favore del risparmio di consumi ed emissioni. L’ENAC ha partecipato attivamente a questa sfida nello sviluppo del nuovo sistema di propulsione e nella sua integrazione all’interno della cellula Tecnam P2010, in linea con l’impegno dell’Autorità per un futuro dell’aviazione sostenibile.

(un click per ingrandire le due foto)


I principali artefici del progetto:

Tecnam, noto produttore di aeromobili italiano con una rete globale di concessionari e centri di assistenza, realizza velivoli a pistoni di nuova generazione per l’aviazione generale leggera da due a 11 posti per operatori commerciali, missioni speciali, scuole di volo e proprietari privati. Le radici di TECNAM risalgono ai fratelli italiani Luigi e Giovanni Pascale che iniziarono a sviluppare e produrre velivoli innovativi subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Da quei primi esordi, la famiglia ha continuato a creare modelli originali, ottenendo prima il riconoscimento mondiale con il nome Partenavia, che si traduce come “Aviazione di Napoli“. Costruzioni Aeronautiche TECNAM è stata fondata nel marzo 1986 e oggi opera in due stabilimenti produttivi. La struttura di Casoria si trova adiacente all’Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino, mentre lo stabilimento principale è adiacente all’Aeroporto “Oreste Salomone” di Capua. Nuove strutture sono state stabilite a Sebring, Florida, USA e in Australia per soddisfare e supportare le esigenze dei proprietari e degli operatori locali di Tecnam.

Rolls-Royce Holdings plc, apre la strada al potere che conta per connettere, alimentare e proteggere la società. La holding si è impegnata a raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette di gas serra nelle proprie produzioni entro il 2030, aderendo alla campagna delle Nazioni Unite “Race to Zero” nel 2020, impegnandosi a garantire che i nuovi prodotti siano compatibili con il funzionamento “netto zero” entro il 2030 e tutti i prodotti siano compatibili con “net zero” entro il 2050.
Con clienti in oltre 150 paesi, tra cui più di 400 compagnie aeree e clienti in leasing, 160 forze armate e marine ed oltre 5.000 clienti di energia e nucleare, ha un fatturato annuo di 11,76 miliardi di sterline nel 2020, investendo 1,25 miliardi di sterline in ricerca e sviluppo. La società supporta anche una rete globale di 28 centri tecnologici universitari, che posizionano gli ingegneri Rolls-Royce all’avanguardia nella ricerca scientifica.

BRP-Rotax GmbH & Co KG, è la filiale austriaca di BRP Inc., leader nello sviluppo e nella produzione di sistemi di propulsione per il settore del tempo libero e degli sport motoristici. Fondata nel 1920, BRP-Rotax è impegnata da oltre 100 anni nella mobilità a prova di futuro e nel progresso tecnologico. Gli innovativi motori Rotax a quattro e due tempi ad alte prestazioni sono utilizzati per prodotti BRP come motoslitte Ski-Doo e Lynx, moto d’acqua Sea-Doo, veicoli Can-Am su strada e fuoristrada, nonché per kart e attività ricreative aereo. Con prodotti sostenibili come la prima motoslitta Lynx HySnow a emissioni zero o la serie di e-kart E20 ad alte prestazioni, BRP-Rotax è anche un pioniere nel campo dei modelli di propulsori alternativi. L’azienda ha sede a Gunskirchen, nell’Alta Austria.

BRP Inc. è leader globale nel mondo dei veicoli per sport motoristici, dei sistemi di propulsione e delle barche, basati su oltre 75 anni di ingegno e un’intensa attenzione al consumatore. Il portafoglio di prodotti distintivi e leader del settore comprende motoslitte Ski-Doo e Lynx, moto d’acqua Sea-Doo, veicoli Can-Am su strada e fuoristrada, Alumacraft, Manitou, barche Quintrex e sistemi di propulsione marina Rotax, nonché motori Rotax per kart e aerei da diporto, ecc. Completa le linee di prodotti con un’attività dedicata di parti, accessori e abbigliamento per migliorare completamente l’esperienza di guida, con un fatturato annuo di 6 miliardi di dollari canadesi, da oltre 130 paesi e dispone di una forza lavoro globale composta da oltre 14.500 persone motivate e piene di risorse.

(Fonte e foto: Ufficio Stampa Tecnam Aircraft)
EdP-mb

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest News

In Altro Adige e a Milano i titoli italiani di parapendio

(foto FIVL) Sono l’alto atesino Joachim Oberhauser di Termeno e la milanese Silvia Buzzi Ferraris i nuovi campioni italiani di...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img