ENAC mette a disposizione oltre 14 milioni e mezzo di euro per autovetture e/o mezzi di airside elettrici negli aeroporti regionali

Premialità per scali che sostituiranno l’intero parco macchine Il Presidente Di Palma: “La riconciliazione tra trasporto aereo e ambiente passa dalla svolta green degli aeroporti”

Must Read

(Foto Geralt per Pixabay)

Roma – Con un contributo complessivo di oltre 14.500.000 di euro messi a disposizione dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile a favore dell’acquisto di autovetture e mezzi elettrici negli aeroporti regionali, l’ENAC contribuisce al conseguimento delle priorità strategiche nazionali ed europee per ridurre le emissioni di gas serra e per migliorare il livello di sostenibilità ambientale degli aeroporti.
Sul sito dell’ENAC è stato pubblicato l’avviso pubblico per finanziare l’acquisto o la sostituzione dei mezzi di proprietà e/o leasing, alimentati con motori endotermici, con mezzi a trazione elettrica impiegati negli aeroporti regionali. Data l’importanza strategica dei temi legati alla sostenibilità e all’ambiente, presenti anche nel PNRR e ripresi nel piano strategico dell’ENAC, sarà fatta una valutazione premiale per gli operatori che proporranno un piano per la sostituzione dell’intero parco mezzi aeroportuali.
Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, infatti, ha approvato la proposta dell’ENAC per promuovere investimenti a favore di mezzi di airside a bassa emissione di carbonio, utilizzando i fondi provenienti dalle aste di quote di emissioni da assegnare agli operatori aerei e ha messo a disposizione dell’Ente la somma di € 6.229.524. Considerata la rilevanza dell’iniziativa, l’ENAC ha deliberato di contribuire con la somma di € 5.000.000 portando a € 11.229.524 la dotazione finanziaria complessiva. Nel caso in cui, nella fase di erogazione del contributo, si rendano necessari ulteriori fondi, l’ENAC potrà arrivare a un massimo di € 14.521.061 da destinare a questo progetto.
L’utilizzo di veicoli elettrici negli aeroporti – sottolinea il Presidente dell’ENAC, Avvocato dello Stato Pierluigi Di Palmarappresenta un ulteriore passo verso la riconciliazione del trasporto aereo con la tutela ambientale. La svolta green incide positivamente sull’impronta ecologica degli scali e si inserisce nella policy della de-carbonizzazione del trasporto aereo. La Mission dell’Ente prevede, infatti, la tutela ambientale come base dello sviluppo del comparto, attraverso l’impiego delle più avanzate metodologie di analisi e di miglioramento dell’efficienza energetica”.
Ai fini di rafforzare la tutela dei passeggeri e rimarcare la centralità del passeggero nel comparto aereo, inoltre, il finanziamento potrà essere concesso anche ai gestori aeroportuali per l’acquisto di mezzi elettrici destinati ai servizi di assistenza alle persone disabili e alle persone a ridotta mobilità (PRM) ai sensi del Regolamento CE n. 1107/2006.
Il finanziamento è riservato agli aeroporti regionali, scali con una media annuale fino a tre milioni di passeggeri e verrà erogato nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità, pubblicità, tutela dell’ambiente ed efficienza energetica.

(Fonte: Ufficio Stampa ENAC)
EdP-mb

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest News

20 e 21 maggio: Alghero, Frecce Tricolori

La mappa della zona Avvisi ai naviganti Da Desk Aeronautico Venerdì 20 e sabato 21 maggio 2022, dalle ore 16.45 alle 17.45...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img