Covid-19: la lenta ripresa dell’aviazione commerciale

L'Aeroporto "G.Marconi" di Bologna (foto Aeroporto Bologna)

(Tempo di lettura: 01′:00″)


La compagnia aerea Ryanair ha annunciato nei giorni scorsi che riprenderà collegamenti con Italia il 21 giugno incrementando il numero di rotte e la loro frequenza a partire dal 1 luglio, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020. In particolare, la compagnia riprenderà i collegamenti da e per l’aeroporto di Cagliari dal 21 giugno, ripristinando oltre 25 rotte. Dal 22 giugno riprenderà anche i collegamenti con l’aeroporto di Pescara e ripristinerà il volo Milano-Bergamo. L’operativo da e per l’aeroporto di Pescara include anche destinazioni internazionali quali Londra-Stansted, Bruxelles-Charleroi, Francoforte, Barcellona, Düsseldorf, Bucharest; dette rotte potrebbero essere soggette a modifiche in base alle restrizioni di viaggio imposte dai Governi europei.
La compagnia aerea charter Buzz, ha confermato di essere in fase avanzata di trattativa per la pianificazione di voli charter per Grecia, Turchia, Spagna e Italia per l’estate 2021, Oltre ai collegamenti alle Canarie e al Marocco, dal novembre 2020. La compagnia offre anche servizi di linea per il gruppo Ryanair.
La compagnia Klm Royal Dutch Airlines, dopo aver ripreso dal 1° giugno i collegamenti con Italia, garantendo voli giornalieri per Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia e Firenze, riattiverà le connessioni con gli aeroporti di Bologna, Cagliari, Catania e Genova consentendo di servire ben otto città italiane. Da luglio aumenterà su scala globale di oltre 60% il numero dei voli rispetto all’giugno, Portando la sua operatività al 25-30%.

EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here