Aguscello: ”Vola in festa…” un evento in cui i bambini sono stati protagonisti di un sogno dalle ali dorate….

dal nostro inviato Claudio Toselli  (foto Toselli)

DSC_0232 DSC_0238DSC_0236Il 27 settembre 2015, all’Aeroporto “Prati Vecchi” di Aguscello, sito nell’omonima località dell’interland ferrarese, grazie alla collaborazione tra Gruppo Volo Aguscello A.S.D. e l’Associazione di Volontariato Vola nel Cuore Onlus, è stata organizzata la prima edizione di Vola in festa: una giornata in cui i protagonisti assoluti sono stati i bambini e il cielo: “perché non c’è nella vita sguardo più puro e sognante di quello di un bambino che sa ancora smarrirsi nella grandezza, nella profondità e nella leggerezza del cielo, relegando ad esso la possibilità di divenire scrigno di quei sogni e fantasie chiuse nell’anima”.  Vola in festa… tra gioco e passione, tra divertimento e conoscenza, un percorso che ha portato a contatto con il grandioso mondo del volo attraverso la possibilità di osservare e di toccare con mano la passione che accomuna tante persone: volare… Sfiorare il cielo con un dito.

DSC_0020 DSC_0185DSC_0088E’ nata così questa festa che ha voluto favorire non solo le attività delle due associazioni che ne sono promotrici, valorizzando il poco conosciuto sedime Aeroportuale di Aguscello, ma che pretende anche di sensibilizzare le persone sui percorsi a volte dolorosi, a volte solitari che vedono proprio i bambini e le persone in difficoltà come protagonisti.

È proprio grazie a questa sensibilità che in seno alla superficie di Aguscello stanno nascendo idee e progetti in grande che vogliono non solo portare un sorriso e una speranza in chi ha della vita assaporato le difficoltà più che le gioie, ma anche avvicinare coloro che vivono immersi in una normalità spesso troppo scontata ad una realtà diversa, di persone che lottano e che devono conquistare a costo di grandi fatiche un posto tutto loro nella società. E per farlo, magari, non solo si affidano al sogno che hanno nel cuore, ma che trovano in esso la voglia di andare oltre, di volare, appunto.

Cuore della festa è la presentazione dei progetti che i due sodalizi vogliono sviluppare in futuro nell’ambito delle rispettive competenze: “Progetto Rondine” per il Gruppo Volo Aguscello e “Progetto Cipolla” per Vola nel Cuore.

Progetto Rondine: l’Associazione sportiva dilettantistica g.V.A., aggregata all’Aeroclub d’Italia e titolare della scuola di volo da diporto sportivo, ha come principale fondamento statutario lo sviluppo e la diffusione di attività sportive, turistiche e culturali connesse alla pratica delle specialità sportivo-aeronautiche, compresa l’attività didattica per l’avvio, l’aggiornamento e il perfezionamento nelle discipline degli sport aeronautici. Con Progetto Rondine si vuole strutturare la propria scuola di volo in modo da poter ampliare l’offerta accogliendo al suo interno anche persone affette da disabilità: si tratta di un progetto ambizioso, ma realizzabile, nel quale i protagonisti sono le persone che hanno perso l’uso gli arti inferiori e che, in seguito a tale menomazione, sono destinate in apparenza ad una vita di restrizioni. In ossequio al testamento spirituale del pilota RAF Douglas Bader, pilota privato di entrambi gli arti inferiori a causa di un incidente aereo, il Progetto Rondine vuole essere un percorso riabilitativo e psicologicamente costruttivo che permetta a chi ha subito simili traumi di riorganizzare se stesso, di reagire al dolore e di “rialzarsi in piedi” attraverso un percorso nuovo: Ultra Asperitates Volare,  “Volare oltre le difficoltà…” anche senza l’uso delle gambe.

Progetto Cipolla, ovvero l’arte di amarsi. Uomo e Animale: Vola nel Cuore Onlus, importante associazione di volontariato che opera a favore dei bambini all’interno dei reparti pediatrici, vanta oltre 400 000 euro investiti in progetti e diverse migliaia di ore di servizio in reparto oltre ad essere presenza importate di sostegno nelle zone italiane colpite dagli ultimi terremoti. “Progetto Cipolla” in nome del “Clown Cipolla”, volontario deceduto prematuramente nel 2014, vuole avvicinare gli  animali ai bambini ospedalizzati sottoposti a importanti percorsi terapeutici per alleviare loro le sofferenze psicologiche dovute non solo alla degenza ma alla malattia in sé. Il “ Progetto Cipolla” è stato elaborato e sviluppato mediante uno staff di professionisti e cani debitamente addestrati che verranno impiegati dal prossimo ottobre nei reparti di pediatria e geriatria all’interno dell’Arcispedale Sant’Anna di Cona (FE). L’obiettivo a più largo spettro dell’associazione Vola nel Cuore è quella di poter estendere le proprie attività di volontariato anche all’interno delle diverse strutture sanitarie.

Ma a Vola in Festa sono state molte le proposte e le iniziative per promuovere e sensibilizzare le persone alle attività di Vola nel Cuore e gVA e che vogliono strappare ai bambini un sorriso. C’è stato l’Aerogallo, un velivolo a sembianza di gallo che non se la cava proprio bene nel suo svolazzare ma che soprattutto è destinato a subire gli attacchi da terra del più improbabile dei cacciatori.

Inoltre sono stati presenti gli amici dell’HAG, Hystorical Aircraft Group e della Fondazione “Jonathan Collection” con i loro splendidi velivoli storici, Sergio Dallan pluricampione di acrobazia e mèntore dei migliori piloti acrobatici italiani, la Italfly, rinomata scuola di volo per elicotteri rappresentata da Lino Rivolta, un’autorità in materia di ala rotante e naturalmente tutti gli amici dei campi di volo vicini.

All’interno del Vola in Festa, sono state tante le iniziative e i motivi di aggregazione: simulatori di volo per grandi e piccini, in particolare “Celestino”, il simulatore di volo che sta facendo sognare e volare i bambini ospedalizzati nel ferrarese: un’iniziativa dell’Associazione Arma Aeronautica, che non solo vuole essere un gioco e un passatempo, ma anche un modo costruttivo per far sognare un domani diverso. Tutti i bambini intervenuti hanno potuto divertirsi anche con i gonfiabili del parco giochi, imparare con i laboratori creativi, fare acquisti al mercatino di Vola nel Cuore, rivivere l’atmosfera di un vecchio campo militare curato dalla Sezione Bersaglieri di Ferrara ed assistere alle dimostrazioni del gruppo cinofiliOnda Azzurra” ed ancora con altre belle iniziative, tra cui la favolosa parata della 501st Legion e la Rebel Legion di Star Wars.

All’interno della festa hanno allestito un bellissimo stand espositivo gli Archeologi dell’Aria che da anni si occupano del recupero di aerei precipitati durante la Seconda Guerra Mondiale. Nell’occasione sono stati esposti tre motori, due appartenenti ad un Night Intruder, un Bombardiere notturno da tutti meglio conosciuto col nomignolo di “Pippo”, che il 2 ottobre 44 precipitò vicino al paese di Alfonsine (RA), e il motore Merlin del Supermarine Spitfire pilotato dal Tenente Cecil Boyd. Due storie prive di lieto fine, ma che parlano e commemorano il sacrificio di tanti giovani aviatori che vennero in Italia per dare il loro contributo umano, in nome di una libertà che non è mai cosa scontata.

Vola in festa è stata possibile grazie al patrocinio di Regione Emilia Romagna, Comune di Ferrara, Comune di Ro, Azienda Sanitaria Locale di Ferrara, CONI Comitato Regionale Emilia Romagna, Camera di Commercio. Partners Istituzionali Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Aeronautica MilitareCOA (comando Operazioni Aeree) di Poggio Renatico.

(EdP-mb)