Accordo strategico per lo spazio firmato all’Assemblea dell’Italy-Japan Business Group presieduta da Mauro Moretti

CosmoSkymed (foto archivio Leonardo)
leonardo-foto-cosmoskymed_s-squared_medium_squared_original_03092015cosmoskymed_s
COSMO SkyMed (Immagine repertorio Leonardo Finmeccanica)
Mauro Moretti AD e DG di Finmeccanica
Mauro Moretti AD di Leonardo

Un accordo strategico nel settore spaziale è stato firmato il 25 novembre scorso a Milano durante la XXVIII Assemblea Generale dell’Italy-Japan Business Group (IJBG), presieduta da Mauro Moretti, Presidente di IJBG e Amministratore Delegato di Leonardo, e dal co-presidente giapponese Masami Iijima. Nel dettaglio, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale Giapponese (JAXA) coopereranno nella gestione dei disastri attraverso l’uso dei dati dei rispettivi sistemi satellitari COSMO- SkyMed e ALOS-2.

In base all’accordo siglato, i dati di COSMO-SkyMed saranno utilizzati in modo congiunto e sinergico con quelli del satellite radar ALOS-2, al fine di rispondere a situazioni di emergenza sui territori italiano e giapponese. L’intesa, inoltre, prevede attività di ricerca congiunte sulle tematiche di gestione dei rischi e la creazione di un archivio dati relativo ai rispettivi Paesi.

L’importanza di questa collaborazione è stata provata recentemente durante il terremoto che ha colpito l’Italia centrale, quando, grazie ai dati di ALOS-2 combinati con quelli di COSMO-SkyMed, è stato possibile generare mappe di deformazione sismica utili per la valutazione dei danni e il supporto agli interventi di soccorso.

COSMO-SkyMed è il più ambizioso programma di osservazione satellitare terrestre mai realizzato dall’Italia per la prevenzione dei disastri ambientali, per lo studio della superficie terrestre e per la sicurezza, e il primo concepito per scopi duali. Leonardo riveste un ruolo primario nel programma, tanto nella realizzazione dei satelliti attraverso Thales Alenia Space, joint venture tra Thales e Leonardo, prime contractor industriale del programma, della sensoristica di bordo e del segmento di terra (sviluppato dalla controllata Telespazio), quanto nelle attività di comando e controllo – operate dal Centro Spaziale del Fucino -, oltre che nell’acquisizione e distribuzione dei dati satellitari per usi civili, e nella generazione di prodotti a valore aggiunto, di cui è responsabile il Centro Spaziale di Matera di e-GEOS (joint venture tra Telespazio e l’Agenzia Spaziale Italiana).

(Fonte: Ufficio Stampa Leonardo-Finmeccanica)

(EdP-mb)