L’UNUCI Lugo onora i caduti canadesi della Seconda guerra mondiale

0
56

Cerimonia al cimitero di guerra a Villanova di Bagnacavallo

Caduti-canadesi-unuci-2-

Al Cimitero di Guerra Canadese a Villanova di Bagnacavallo, promossa dal Comitato Onoranze Caduti Canadesi di Villanova, dalla Sezione U.N.U.C.I. – Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia di Lugo e dal Consiglio di Zona di Villanova si è svolta una cerimonia di commemorazione, a ricordo e in onore dei 212 militari canadesi che, nel lontano 1944, persero la vita combattendo a fianco degli Alleati, contro l’esercito tedesco, per la liberazione di Bagnacavallo, Villanova e zone limitrofe.

Caduti-canadesi-unuci-DSC_0108Ogni anno familiari dei reduci e caduti canadesi ritornano in Romagna per rendere omaggio ai loro giovani militari che riposano nel piccolo cimitero di guerra a Villanova.

Sono intervenuti l’assessore del Comune di Bagnacavallo Enrico Sama, il “Commander” Ten. Vascello della Marina Militare Canadese F. Corey, il Capitano Giuseppe Talamo Comandante della Compagnia Carabinieri di Lugo con il M.llo Emanuele Pascali Comandante Stazione CC Bagnacavallo, rappresentanti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale, le “Crocerossine” del Corpo Infermiere Volontarie C.R.I Lugo, oltre a folta rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, con labari e bandiere. Per il Comitato Onoranze di Villanova la professoressa Rosalia Fantoni. L’’UNUCI Lugo, intervenuta con Bandiera, Alfiere S. Ten. Pier Paolo Ricci, era presente con il Presidente Renzo Preda, il Vice Presidente Gianni Sanchioni, il Segretario Ten Luigi Biggi, il Ten. Giorgio Vecchi, il Magg. Francesco Terranova, il Ten. Paolo Edoardo Gagliardi, il S. Ten, C.R.I. G. Paolo Dalmonte e altri componenti il Consiglio direttivo.

Di rilievo la numerosa presenza di studenti e insegnanti della scuola media di Villanova.

La cerimonia è iniziata con l’esecuzione degli inni canadese e italiano, cantati dagli studenti, gli onori ai caduti con la deposizione di corona e fiori al Sacrario, accompagnata dalle suggestive note del “silenzio”. A seguirei gli interventi commemorativi.

Molta emozione e sincera commozione per il successivo omaggio alle singole tombe dei 212 giovani e giovanissimi militari canadesi che hanno sacrificato la loro vita per la liberazione della nostra terra romagnola.

(Fonte: Ufficio Stampa Unione dei Comuni della Bassa Romagna, 13 giugno 2016) Foto: Unione Comuni Bassa Romagna

(EdP-mb)