La Sicurezza Volo all’Aeroporto Militare di Cervia

Grande affluenza di piloti dell’aviazione commerciale, generale e del volo da diporto sportivo (VDS), partecipanti al Seminario di sicurezza volo alla base aerea di Cervia, sede del 15° Stormo CSAR

Dal nostro inviato Claudio Toselli (Foto C. Toselli)

(Tempo di lettura: 02′:10″)

Il 5 ottobre 2019 il sedime aeroportuale di Cervia, sede del 15° Stormo CSAR e della 1^ BAOS (Brigata Aerea Operazioni Speciali), è stato protagonista di uno speciale evento: il Simposio sulla sicurezza del volo, importante riunione che ha visto la partecipazione di numerosi presidenti, delegati di aeroclub e aviosuperfici delle regioni Emilia-Romagna e  Marche, della  Repubblica di San Marino, personale del 7° Reggimento AVES “Vega” dell’Aviazione dell’Esercito, del Reparto Volo dei Carabinieri di Forlì nonchè di singoli appassionati e piloti privati.

Già di buon’ora una flotta di ventisette aerei civili hanno invaso il cielo della base romagnola debitamente autorizzati all’atterraggio dalle autorità militari preposte  e, assistiti dal personale militare, sono stati condotti nell’area di parcheggio  realizzato nella zona della Squadriglia Collegamenti  e gli equipaggi verso il punto di ritrovo accanto a un grande shelter debitamente attrezzato per offrire il massimo confort ai 132 piloti intervenuti, che sono stati salutati calorosamente dal Colonnello Diego Sismondini (veltro1) Comandante del 15° Stormo CSAR. Durante il suo discorso, il Col. Sismondini ha sottolineato la propria soddisfazione per la grande affluenza al simposio sottolineando anche il grande valore e sensibilità che l’Aeronautica Militare  ha in materia di sicurezza, sugli aspetti di prevenzione e sulle problematiche relative alle mancate collisioni-penetrazione non autorizzate negli spazi aerei controllati, argomenti che desidera far conoscere molto bene ai piloti  dell’Aviazione Commerciale, Generale (A.G.) e del Volo da Diporto Sportivo (VDS) che svolgono attività presso aviosuperfici e campi di volo ubicate nelle zone limitrofe agli aeroporti militari.

Durante le varie fasi del seminario sono stati toccati vari importanti argomenti, con testimonianze dirette dei partecipanti, oltre ai principi di sicurezza volo, spazi aerei e analisi d’incidenti e inconvenienti di volo.

Alla giornata hanno partecipato diverse autorità, oltre al gia’ citato  Comandante del 15 Stormo, il Gen. B. A. Maurizio Agrusti Ispettore Sicurezza Volo AM, il Gen. Mario Tassini direttore generale dell’Aero Club d’Italia, il Gen. Amedeo Magnani Commissione SV AeCI, il Ten. Col. Filippo Conti Ufficiale SV, il Ten. Col Pierluigi Rugeri Ufficiale SV, il Ten. Col Andrea Giordano Ufficiale SV/ATM.

Oltre ai numerosi partecipanti sono anche intervenuti, suscitando notevole interesse, i piloti e gli aerosoccorritori del 15°Stormo, un controllore del traffico aereo e una psicologa della 1ª Brigata Aerea Operazioni Speciali, nonchè l’Ingegner Andrea Fanelli della scuola di Volo di Ali di Classe che ha approfondito il tema della regolamentazione civile per l’impiego, oramai sempre più diffuso, degli aeromobili a pilotaggio remoto.

Al termine del seminario, l’Ufficiale addetto alla Sicurezza Volo del 15° Stormo organizzatore dell’evento, ha ringraziato tutti i presenti sottolineando l’importanza di questi appuntamenti in cui si condividono

conoscenze ed esperienze fondamentali per aumentare la sicurezza di tutte le persone che volano, siano essi professionisti o amatori.

Tutti gli intervenuti hanno poi avuto la possibilità di visitare una mostra statica costituita da elicotteri HH-139 ed HH-101A “Caesar”, dove piloti e specialisti hanno spiegato le caratteristiche peculiari delle macchine e le relative dotazioni.