La risposta di Leonardo all’emergenza Covid-19 nel Regno Unito

(Tempo di lettura: 02′:15″)

 

05 maggio 2020 – In questa fase di emergenza, legata alla pandemia Covid-19, l’attività di Leonardo nel Regno Unito si è intensificata al fine di garantire un adeguato supporto ai clienti, ai dipendenti e agli operatori sanitari presenti su tutto il territorio. La sicurezza e la salute dei lavoratori sono la priorità massima, sia per minimizzare l’impatto sul Sistema Sanitario Nazionale (NHS – National Health Service), sia per svolgere in sicurezza quelle attività definite strategiche dal Ministero della Difesa del Regno Unito su cui la Nazione e i partner fanno affidamento.
I dipendenti Leonardo del Regno Unito hanno risposto all’emergenza nazionale con la produzione di dispositivi di protezione individuale per il personale dell’NHS e i lavoratori che operano nelle comunità locali in prossimità dei siti Leonardo nel Regno Unito. Utilizzando la tecnologia dell’additive manufacturing e della stampa in 3D, il personale ha rapidamente applicato le proprie competenze ingegneristiche nella produzione di schermi protettivi per il viso che possono essere utilizzati negli ospedali e nelle case di cura, nonché dai colleghi che lavorano su programmi strategici nel Regno Unito.
I dipendenti Leonardo che prestano lavoro in attività strategiche, come quelle legate alla produzione, sono stati definiti dal Governo come “lavoratori chiave” la cui presenza è considerata fondamentale per la fornitura di tali prestazioni. Conseguentemente, sono state adottate delle rigide misure di protezione individuale per tutelare i lavoratori e consentire loro di operare in sicurezza nei siti Leonardo.
Nei campi volo come nei cieli, i nostri equipaggi continuano le prove volo della flotta aerea Leonardo, il Merlin, il Wildcat e il Super Lynx. Per garantire la distanza di sicurezza, anche a bordo degli elicotteri Leonardo, gli ingegneri hanno modificato il casco e le maschere di ossigeno esistenti, inserendo dei filtri speciali che garantiscono l’isolamento e la sicurezza dell’equipaggio all’interno dell’abitacolo.

I caschi e le maschere di ossigeno di ultima generazione che garantiscono l’isolamento e la sicurezza dell’equipaggio con l’utilizzo di filtri speciali

Gli elicotteri AW159 Wildcat della British Army e i Merlin AW101 della Royal Navy sono stati impiegati per fronteggiare la pandemia Covid-19 nel Regno Unito. Questi elicotteri, che fanno parte della Task Force aerea speciale istituita per garantire il necessario supporto al Ministero della Difesa britannico durante l’emergenza, hanno infatti supportato le operazioni nel nord e nel sud dell’Inghilterra.
Durante l’isolamento predisposto a livello nazionale, gli ambasciatori STEM di Leonardo nel Regno Unito hanno condiviso in rete delle attività stimolanti e divertenti che i bambini possono svolgere a casa. In un momento in cui le scuole sono chiuse e i genitori si ritrovano a dover assumere l’inaspettato ruolo di insegnanti, la serie STEM@Home ha fornito degli spunti educativi di qualità, grazie all’entusiasmo dei giovani ingegneri.
Circa il 70% dei 7.000 dipendenti di Leonardo nel Regno Unito è ora in grado di lavorare da casa, grazie all’acquisto di migliaia di computer portatili e all’investimento immediato in nuove infrastrutture di rete, per supportare tutti coloro che possono lavorare da remoto.
La società, in una news diffusa oggi sul proprio sito web, ha espresso il più “…sentito ringraziamento a i tutti i dipendenti Leonardo nel mondo che con la loro dedizione continuano a supportare i clienti e sono stati capaci di adattarsi rapidamente alle nuove modalità di lavoro, sia presso le aree di produzione sia da remoto, in smart working“.

(Fonte: Ufficio Stampa Leonardo) Foto Leonardo

EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here