Boeing lancia in Australia il Loyal Wingman Prototype, primo aereo senza pilota

0
28
Il Loyal Wingman Advanced Development Program australiano

Il prototipo è una pietra miliare nel programma della difesa australiana

(Tempo di lettura: 02’:30”)

Un team industriale australiano guidato da Boeing, ha presentato ieri 5 maggio, a Sydney in Australia, il primo velivolo Loyal Wingman senza equipaggio alla Royal Australian Air Force, che rappresenta una pietra miliare storica per l’azienda e il Commonwealth. Il velivolo, che utilizza l’intelligenza artificiale per estendere le capacità delle piattaforme con equipaggio e senza equipaggio, è il primo a essere progettato e prodotto in Australia in oltre 50 anni. È il più grande investimento di Boeing in un aereo senza pilota al di fuori degli Stati Uniti.
Primo di tre prototipi per il Loyal Wingman Advanced Development Program australiano, l’aereo funge anche da base per il Boeing Airpower Teaming System (ATS) in fase di sviluppo per il mercato globale della difesa.
Questo è un momento veramente storico per il nostro Paese e per l’innovazione della difesa australiana“, ha affermato l’On. Scott Morrison, Primo Ministro dell’Australia. “Loyal Wingman sarà fondamentale per esplorare le capacità di cui la nostra aeronautica ha bisogno per proteggere la nostra nazione e i suoi alleati nel futuro“.
Il maresciallo dell’aria Mel Hupfeld, capo della Royal Australian Air Force, ha affermato che la presentazione del primo aereo è stata una pietra miliare significativa nel progetto Boeing Loyal Wingman. “Questo progetto è un eccellente esempio di innovazione attraverso la collaborazione e ciò che può essere realizzato in cooperazione con l’industria della difesa“, ha dichiarato l’Air Marshal Hupfeld. “Ciò dimostra l’importanza della relazione tra l’Air Force, Boeing Australia e l’industria della difesa in senso lato. Non vedo l’ora di esplorare le capacità che questo aereo potrebbe offrire alla nostra flotta esistente in futuro.”
Siamo orgogliosi di fare questo significativo passo in avanti con la Royal Australian Air Force e di mostrare il potenziale di un team senza pilota che rappresenta un moltiplicatore di forza“, ha affermato Kristin Robertson, vicepresidente e direttore generale dei sistemi autonomi per la difesa, lo spazio e la sicurezza di Boeing. “Non vediamo l’ora di portare l’aereo in volo e di testare il concetto di “squadra senza pilota“. Vediamo alleati globali con le stesse esigenze di missione: motivo per cui questo programma è così importante per far progredire lo sviluppo del Boeing Airpower Teaming System.”
Più di 35 membri dell’industria australiana stanno supportando il lavoro del prototipo in quattro stati australiani. Con una domanda del mercato globale di velivoli senza pilota molto capaci ma estremamente convenienti, Boeing ha applicato l’innovazione a livello aziendale per raggiungere questi obiettivi. Il velivolo è stato progettato utilizzando un gemello digitale per modellare le sue strutture, i sistemi, le capacità e le esigenze dell’intero ciclo di vita e fabbricato con il più grande pezzo di resina in composito mai iniettato dalla Boeing ed assemblato usando processi di produzione avanzati. Il prototipo di Loyal Wingman ora passa ai test a terra, fra cui rullaggi e il primo volo previsto entro la fine dell’anno.

(Fonte: Ufficio Stampa Boeing USA)
EDP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here