Il Rolex di un passeggero prende il “volo” da un nastro trasportatore di Malpensa

0
38

in breve logo

 

 

(foto directindustry.it)
X-ray machine in azione (foto directindustry.it)

Il quotidiano on line MilanoToday, il 13 febbraio scorso ha riportato  la notizia di un cittadino italiano rimasto vittima di un furto all’aeroporto di Milano Malpensa. Originario di Legnano, doveva imbarcarsi di lì a poco sul volo per Praga. Durante i controlli di sicurezza con metal detector dei bagaglia a mano  ha messo sul nastro trasportatore i propri oggetti metallici, ma alla fine della verifica  si è accorto che era sparito dalle sue cose un’orologio Rolex GMT Master II del valore di 2mila euro. Dopo aver avvertito l’operatore di quanto successo il nastro è stato bloccato ma non gli sarebbe stato consentito di guardare personalmente all’interno del macchinario. Ovviamente dell’orologio nessuna traccia.

La Sea, società che gestisce l’aeroporto, avrebbe risposto al passeggero che: «Secondo la normativa aeroportuale di polizia, il passeggero deve sempre avere cura dei propri beni personali anche durante il passaggio nella X-ray machine.»