FLY&FEEL 2022 KAMCHATKA: un tour aereo da record

Da Lugo, città natale dell'eroe dell'aria Francesco Baracca, all'estremo Est della Russia

Must Read

Il logo di Fly&Feel Kamchatka 2022

Nella tarda mattinata di oggi si è tenuta nella sala Estense della Rocca di Lugo (Ravenna)  la conferenza stampa ufficiale di presentazione del tour aereoFly&Feel Kamchatka”, a cui l’Eco della pista si è già ampiamente interessato di recente, alla presenza, tra gli altri, del sindaco lughese Davide Ranalli, del presidente dell’Aero Club “Francesco Baracca” di Lugo, Oriano Callegati e dell’ingegnere aeronautico, nonché pilota del sodalizio lughese, Denis Losev,  che organizza il tour materialmente.

Un’immagine della conferenza stampa da remoto (foto Massimo Baldi)

La conferenza è stata organizzata in presenza e a distanza, tramite piattaforma Web, seguita con molto interesse anche da giornalisti italiani e stranieri e altri partecipanti all’organizzazione dall’Italia e dalla Russia.
Sono dieci gli aerei da turismo, per lo più monomotori, che partiranno il 27 giugno 2022 dall’aeroporto Villa San Martino di Lugo per raggiungere, attraversando le lande sterminate della Russia, la lontana penisola della Kamchatka, oltre il Mare di Okhotsk verso il Mare di Bering e l’Oceano Pacifico, paese con una densità di popolazione fra le più basse al mondo, con meno di una persona per chilometro quadrato e che ospita i vulcani della Kamchatka, considerati sito Patrimonio dell’UNESCO.
La spedizione, che ha avuto il patrocinio del Comune di Lugo, di AOPA Italia e AOPA Russia,  avrà una durata di circa quattro settimane, con il rientro in Italia previsto nella terza decade di luglio 2022.
Un viaggio di 22.000 km, tra andata e ritorno, in cui la pianificazione logistica, per la vastità di territori disabitati e l’imprevedibilità delle condizioni meteo rappresentano solo alcune delle importanti sfide che porteranno alla scoperta di terre lontane, di antiche culture e tradizioni.
Parteciperanno al tour 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti da Regioni italiane quali l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia, la Puglia, il Veneto e la Sicilia, che a turno affronteranno le tappe di questa magnifica avventura, attraverso i 17 scali previsti sia all’andata che al ritorno.
Nei cieli della Russia gli equipaggi italiani saranno raggiunti da un velivolo pilotato da un equipaggio di sole donne russe che parteciperà alla restante parte del raid.
Durante il viaggio, la spedizione italiana farà tappa nella città di Tambov, ubicata circa a 500 km a sud di Mosca, presso l’omonimo cimitero internazionale in cui riposano migliaia di caduti della Seconda Guerra Mondiale e dove si terrà un evento celebrativo per rendere omaggio a tutte le vittime e in particolare ai circa 12.000 soldati italiani che vi riposano. All’evento, a cui parteciperanno un rappresentante del Ministero della Difesa italiano e un ambasciatore russo, saranno presenti anche i nipoti di due soldati allora nemici che depositeranno un mazzo di fiori in loro ricordo.
In collaborazione con il Centro di Scienza e Cultura Russo di Roma, la Camera di Commercio di Mosca e con la consulenza del Rappresentante Generale per l’Italia di “Georgian Airways” saranno organizzati eventi esclusivi che consentiranno di valorizzare gli aspetti storico-culturali e i rapporti commerciali che legano i due Paesi. E’ infatti in via di definizione l’organizzazione di un “Business Tour”, dedicato agli industriali italiani, locali e non, che potranno avere contatti diretti con industriali russi nelle maggiori località in cui atterreranno gli equipaggi italiani.
Come dichiarato dal Presidente dell’Aero Club di Lugo, Oriano Callegati, – “…il progetto è nato grazie all’idea di un nostro socio originario della Kamchatka, Denis Losev, che unitamente ad altri Soci ne sta curando la complessa pianificazione tecnica e logistica. Molti gli obiettivi che ci siamo proposti, tra cui: stabilire il record mondiale di volo per gruppo di aerei da turismo; promuovere territori sconosciuti, ricchi di storia e risorse naturali; promuovere il turismo aereo, in attesa dell’approvazione di una legge nazionale per l’avioturismo; incrementare le opportunità commerciali tra Italia e Russia”.
Per il sindaco di Lugo, Davide Ranalli, imprese come questa “…stabiliscono relazioni tra i popoli anche attraverso passioni come quella del volo ma, soprattutto, certificano il fatto che il nostro Aero Club è sempre più strategico per il territorio con una dimensione pubblica e riconoscibile. Questo tour sarà certamente utile per collocare il nostro aeroporto al centro del turismo aereo, un settore che come associazione nazionale Città dell’Aria di cui sono vice presidente, intendiamo stimolare”.

Un click sul pulsante per aprire la presentazione in slide di FLY&FEEL2022

FLY&FEEL 2022

(Fonte: Ufficio Stampa Comune di Lugo)
EdP-mb

 

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest News

I soliti ignoti hanno colpito ancora…

(Foto repertorio di Gerd Altmann da Pixabay) Ci risiamo! Ancora una violazione al nostro sito, ad opera dei soliti ignoti malintenzionati, che...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img