Da Le Bourget l’aereo ibrido-elettrico CASSIO 330 ridisegna gli scenari dell’Aviazione Generale

La società Novotech di Casoria-Avetrana è partner strategico dell'azienda francese VoltAero per lo sviluppo dei prototipi

Un’immagine di Cassio 330 da Le Bourget (foto: Novotech)

Tra le novità internazionali di maggiore interesse al Paris Air Show 2023, l’azienda francese VoltAero ha presentato il primo aereo ibrido elettrico Cassio 330, un modello che segna un importante passo per il futuro dell’UAM.
Il prototipo Cassio 330, il cui modello presentato a Le Bourget è stato realizzato negli stabilimenti di Casoria (Napoli) di Novotech, partner del progetto, verrà utilizzato per convalidare la configurazione complessiva della cellula; VoltAero, che punta a farlo volare entro la fine dell’anno, ha scelto come propulsione un motore termico a quattro cilindri derivato dai collaudati motori motociclistici Kawasaki.
L’innovazione di VoltAero per la propulsione ibrida-elettrica del Cassio 330 è rappresentata dal fatto che l’unità montata sulla fusoliera di poppa fornirà energia completamente elettrica durante il rullaggio, il decollo, il volo primario (se la distanza percorsa è inferiore a 150 km) e l’atterraggio. La funzione ibrida – con un motore interno motore a combustione – entra in gioco come range extender, ricaricando le batterie durante il volo. Inoltre, questo elemento ibrido funge da backup in caso di problemi con la propulsione elettrica, garantendo una vera funzionalità fail-safe.
Il secondo prototipo di Cassio 330 dovrebbe effettuare il suo primo volo nel secondo trimestre 2024 e sarà l’aereo utilizzato per il programma di certificazione di aeronavigabilità. Il prototipo sarà equipaggiato con l’unità di propulsione ibrida full-up di VoltAero, composta dal motore termico Kawasaki a quattro cilindri e da un motore elettrico intelligente Safran ENGINeUS. Questi avranno potenze nominali di picco rispettivamente di 165 e 180 kW.

Un click sull’immagine per ingrandire

Con la presentazione del prototipo di Cassio 330 – sottolinea Jean Botti, amministratore delegato e direttore tecnico di VoltAerosegniamo una vera pietra miliare per l’aviazione elettrica, poiché VoltAero mantiene la sua promessa di adottare un approccio completamente nuovo per un trasporto silenzioso, efficiente ed ecologico basato su un design ibrido che combina propulsione termica ed elettrica per la massima sicurezza di volo.
Il programma di collaborazione finalizzato al co-design del progetto CASSIO 330 già in atto dallo scorso anno ci rende orgogliosi di rappresentare un partner strategico dell’azienda francese VoltAero – sottolinea Leonardo Lecce, Founder & CEO di Novotech -. Inoltre è affidata a Novotech anche la produzione di alcune parti progettate e realizzate in composito da installare sul prototipo del velivolo.” Il velivolo CASSIO 330 è un velivolo di aviazione generale davvero unico con propulsione elettrica-ibrida per un volo sicuro, silenzioso, efficiente ed ecologico. “Ciò consentirà a Novotech – aggiunge Leccedi consolidare la propria ambizione di essere partner strategici nella progettazione di aerostrutture, aeroelasticità, carichi di volo, sistemi di controllo del volo in conformità con i requisiti di certificazione degli aeromobili dell’Aviazione Generale”.

Novotech – Aerospace Advanced Technology, è una Srl nata nel 1992 come spinoff universitario ed è un punto di riferimento per ricerca e innovazione in sistemi di trasporto di nuova generazione e tecnologie di produzione dei compositi; partner di Horizon 2020/Clean Sky, progetta e produce strutture con forme complesse e spessore variabile basate su processi automatizzati e fuori autoclave (AFP, RTM , CCM).
Novotech ha brevettato un materiale ibrido (realizzato con sequenze di strati basati su tessuti di rinforzo in matrici polimeriche, fogli di lega metallica e film elastomerici) per la sostituzione di materiali metallici e la produzione di componenti con elevate proprietà meccaniche, resistenza agli urti e smorzamento delle vibrazioni. La società è inoltre impegnata in progetti di R&S con università, centri di ricerca e aziende: è partner di Solvay per sviluppo di nuovi materiali per applicazioni UAM, di Avio per lo sviluppo di serbatoi per applicazioni spaziali, di MBDA per componenti missilistici. Dal 2023 è nel consorzio COCOLIH2T, guidato da Collins, su tecnologie termoplastiche per serbatoi di idrogeno liquido in futuri velivoli più sostenibili. Novotech infine ha progettato e realizzato il SEAGULL, l’anfibio ultraleggero ad alte prestazioni, sviluppato come piattaforma STOL, che si caratterizza per l’uso esteso di materiali compositi, realizzati con processi a basso impatto ambientale.

(Fonte e foto: Ufficio Stampa e comunicazioni Novotech)
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime News

Mille visitatori per l’Open Day di EGO e Virgo!

Un'immagine dell'evento (foto: EG@PHOTO) Venerdì scorso, come preannunciato (link qui), durante tutta la giornata l’Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO) di Cascina...

Ricerca per categoria: