Boeing consegna il 375° 737-800 a Ryanair e promuove l’espansione dell’industria aerospaziale in Italia

0
70

Boeing e Ryanair celebrano la consegna del 375° 737-800 Next-Generation

Il vettore irlandese low-cost è il maggiore cliente del 737-800 al mondo

Il 375° 737-800 Next Generation consegnato da Boeing a Ryanair
Il 375° 737-800 Next-Generation consegnato da Boeing a Ryanair (foto Boeing)

11 novembre 2015 – Boeing e Ryanair hanno celebrato la consegna diretta del 375° 737-800 Next-Generation alla compagnia aerea low-cost irlandese. Ryanair è il maggiore cliente del 737-800 Next-Generation al mondo, avendo ordinato più di 530 esemplari di questo modello.

«Come maggiore compagnia aerea d’Europa, l’affidabilità e il gradimento dei clienti degli aerei Boeing 737-800 sono stati il fondamento della nostra crescita di successo negli ultimi 16 anni e siamo orgogliosi di prendere in consegna il nostro 375° aereo Boeing 737-800 – ha dichiarato Mick Hickey, Chief Operations Officer di Ryanair -. I nostri ordini attuali e futuri ci consentiranno di espandere la nostra flotta totalmente Boeing fino a oltre 540 aerei e questo farà duplicare il nostro traffico da 91 milioni di clienti dello scorso anno a 180 milioni all’anno, entro il 2024.»

Il vettore basato a Dublino celebra quest’anno il suo 30° anno di operatività, sin dal suo primo volo nel 1985. Oggi Ryanair è il più grande operatore totalmente Boeing in Europa.

«Un elemento chiave del successo di Ryanair sono state le prestazioni sicure, affidabili ed economiche del 737-800 Next-Generation – ha commentato Todd Nelp, vice president of European Sales di Boeing Commercial Airplanes. -. Siamo onorati della continua fiducia di Ryanair nei nostri prodotti, adesso che celebriamo questo importante traguardo nella nostra storia condivisa

Ryanair è anche il cliente di lancio del 737 MAX 200, l’ultimo membro della famiglia 737 MAX, avendo ordinato 100 aerei nel 2014. Il 737 MAX 200, una variante basata sul 737 MAX 8 di successo, può ospitare fino a 200 posti a sedere, aumentando così il potenziale di reddito e garantendo ai clienti fino al 20% in più di risparmio di carburante per posto a sedere, rispetto agli attuali aerei a corridoio singolo più efficienti.

Ryanair opera oltre 1.600 voli al giorno e prevede di trasportare più di 105 milioni di passeggeri quest’anno. In aggiunta ai 100 737 MAX 200, il vettore ha anche oltre 150 ordini inevasi per aerei 737-800.

◊ ◊ ◊

Boeing promuove l’espansione dell’industria aerospaziale in Italia al summit dei fornitori

I fornitori italiani alla scoperta delle opportunità di crescita e sviluppo con i programmi commerciali e militari Boeing

Seattle,  11 novembre 2015 – Boeing ha ospitato i rappresentanti di oltre 40 aziende italiane e agenzie governative al summit dei fornitori per promuovere l’espansione e l’integrazione delle aziende italiane nella sua catena di fornitura dell’aerospazio.

«La partnership tra Boeing e l’industria aerospaziale italiana dura da 65 anni – ha detto il Presidente di Boeing Italia, Antonio De Palmas -. I fornitori italiani sono fondamentali per il successo dei nostri programmi aeronautici commerciali e militari».  Boeing festeggerà il suo centenario nel 2016.

I partecipanti all’Italian Suppliers Industry Day hanno incontrato i capi della catena di fornitura di Boeing Commercial Airplanes, Commercial Aviation Services, Boeing Defense, Space and Security, Shared Services Group e Boeing Research and Technology, per discutere delle opportunità di crescita della catena di fornitura Boeing in Italia. Su vasta scala, Boeing spende oltre 2,2 miliardi di dollari annualmente con oltre 30 fornitori in Italia, compresi Alenia Aermacchi SPA – che produce quasi il 15% del 787 Dreamliner, Iacobucci HF Aerospace, Logic e UmbraGroup.

Il Generale Francesco Langella, direttore del DAAA (Direzione degli Armamenti Aeronauti e per l’Aeronavigabilità) e Gen. Ispettore Capo dell’Aeronautica italiana, è stato uno dei rappresentanti del governo italiano a partecipare alla conferenza. «L’evento odierno rappresenta un’occasione unica di incontro tra una grande azienda aeronautica e una vasta parte della Piccola e Media impresa italiana che lavora nel settore», ha dichiarato il Gen. Langella. «L’incontro – prosegue il Gen. Langellava al di là del mero ritorno industriale previsto nell’ambito dei contratti in essere e spalanca le porte ad una più intensa, significativa e tecnologicamente avanzata cooperazione in questa strategica area industriale.»

Molti dei fornitori presenti alla conferenza non hanno mai lavorato con Boeing prima. «Boeing prevede che le compagnie aeree avranno bisogno di oltre 38.000 nuovi aerei commerciali nei prossimi 20 anni, tra i quali più di 7.300 in Europa”, ha commentato Bob Noble, vice president of Partnering for Success, Supplier Management di Boeing Commercial Airplanes -. L’unico modo per soddisfare la domanda di questi clienti è attraverso una solida e affidabile catena di fornitura. Ecco perché siamo sempre alla ricerca di fornitori che possano realizzare prodotti di alta qualità rispettando i tempi e ad un costo che ci consenta di stabilire il prezzo dei nostri aerei in modo competitivo.»

Attualmente, l’Italia rientra nel quartile principale dei Paesi che forniscono componenti e assemblaggi – soprattutto strutture aeree – per i programmi Boeing commerciali e militari, compresi il 737, il 747, il 767, il 777 e il 787, tra gli aerei commerciali; gli elicotteri Chinook e il KC-767 tanker da rifornimento.

«Boeing gode di una partnership di lunga data con le Forze Armate italiane”, ha dichiarato Oris Davis, BDS Global Sales & Marketing for Southern Europe -. Ogni forza armata attualmente utilizza o ha ordinato prodotti e servizi Boeing. Inoltre, Boeing e l’Italia hanno realizzato insieme un programma industriale diversificato che comprende produzione, acquisto di componenti aerospaziali, acquisto di macchinari, trasferimento di tecnologie e formazione.»

«È raro che così tante aziende di un solo Paese abbiano l’opportunità di incontrare i decision makers Boeing in uno stesso luogo e nello stesso momento, per portare avanti una discussione approfondita e ponderata su come possiamo lavorare tutti insieme per aumentare il successo delle nostre aziende e soddisfare le esigenze dei clienti – ha dichiarato Antonio Baldaccini, Amministratore Delegato di Umbra Group -. Siamo lieti che Boeing dia ai fornitori italiani un’opportunità per mostrare le loro capacità in occasione di questo forum unico e di posizionarsi per lavorare in futuro insieme a Boeing. Ringraziamo inoltre Boeing per darci fiducia da oltre 25 anni

Boeing è l’azienda leader mondiale nell’aerospazio e il più grande produttore di aerei commerciali e militari insieme. Uno dei principali esportatori americani, l’azienda fornisce anche servizi di supporto alle compagnie aeree e ai clienti governativi alleati in 150 Paesi. Basata a Chicago, Boeing ha oltre 165.000 dipendenti negli Stati Uniti e in oltre 65 Paesi.

(Ufficio Stampa Boeing, 11 novembre 2015)

(EdP-mb)