ANA (All Nippon Airways): pionieri nell’aviazione da oltre 70 anni

• Il primo vettore privato del Giappone: dal 1952 la storia di ANA racconta la sfida di un’azienda che si reinventa continuamente, superando gli standard di settore  • Una Compagnia che non si focalizza solo sul servizio e sulla qualità, ma è anche attenta all'ambiente e alla sostenibilità, come testimoniano l’utilizzo di carburante per l'aviazione sostenibile (SAF), il lancio di ANA Green Jet e il progetto ANA Future Promise che sancisce l’impegno nei confronti dei passeggeri e del pianeta

0
79
Boeing 787 di ANA All Nippon Airways (foto di repertorio ANA)

Boeing 787 di ANA All Nippon Airways (foto di repertorio ANA) 

All Nippon Airways (ANA), la più grande compagnia aerea giapponese, festeggia quest’anno il suo 70° anniversario.  L’azienda antesignana di ANA Nippon Helicopter (Japan Helicopter Transport), ha iniziato a operare come primo vettore privato in Giappone nel 1952.

Uno dei due piccoli elicotteri utilizzati da ANA (foto di repertorio)

Katsuya Goto, EVP di ANA EMEA, in proposito ha dichiarato: “Nel 1952, Nippon Helicopter Transport ha preso il volo con solo due piccoli elicotteri.  Oggi ANA è la più grande compagnia aerea del Giappone. Siamo anche uno dei primi cinque vettori 5-star al mondo e abbiamo una flotta di oltre 200 aerei. Quello che non è cambiato è il nostro codice IATA “NH”, che, ancora utilizzato in tutto il mondo, lo stesso delle nostre origini“.
Risale al 1971 il primo volo charter internazionale sulla rotta Tokyo Haneda – Hong Kong, nel 1986 sono poi iniziati i collegamenti internazionali di linea tra Tokyo e Guam, seguiti dal servizio Tokyo-Los Angeles.
Il primo volo ANA fra l’Europa e il Giappone è partito nel 1989 da Londra Gatwick per l’aeroporto di Tokyo Narita.  Tre decenni dopo, ANA è diventata una delle principali compagnie aeree che collegano l’Europa con un paese che è posizionato tra le principali destinazioni di viaggio al mondo. ANA oggi offre servizi da Francoforte, Monaco di Baviera, Londra, Parigi e Bruxelles. I passeggeri italiani possono raggiungere l’aeroporto di Tokyo Haneda via Francoforte o Monaco di Baviera grazie a comode coincidenze da numerose città italiane, fra cui Roma, Milano, Firenze, Bologna, Venezia, Napoli e Torino.
Un’altra pietra miliare è, nel 1999, l’ingresso in Star Alliance come sesto membro. Da allora le partnership con altre compagnie aeree sono aumentate e dal 2011 ANA ha una joint venture con United Airlines e dal 2012 con Lufthansa Group.
A novembre 2011 è entrato in servizio – prima sulle rotte nazionali per poi debuttare su quelle internazionali – il Boeing 787 Dreamliner di cui ANA è stata launch customer ed è il principale operatore di questa tipologia di aereo.
ANA è l’unica compagnia aerea giapponese ad aver mantenuto la valutazione 5-star da parte di Skytrax per 10 anni consecutivi, a testimonianza della dedizione e dell’ospitalità dimostrata nei confronti dei passeggeri.
ANA continua a fornire servizi di altissima qualità ai suoi passeggeri, cercando sempre di superare le loro aspettative, in linea con la filosofia di ospitalità giapponese riassunta nella parola omotenashi. Ha collaborato con il famoso architetto giapponese Kengo Kuma e con il famoso studio di design britannico Acumen per lanciare nel 2019 le nuovissime cabine “THE Suite” e “THE Room”. Ispirate alla tradizione giapponese e ai principi del design occidentale, sono presenti in First e Business Class e famose per offrire una privacy assoluta con le loro porte. Le due classi di servizio sono ad oggi disponibili sul volo Londra – Tokyo Haneda operato con B777
ANA è consapevole dell’impatto che ha sulla società e per questo si impegna attivamente per operare in modo più sostenibile. Nel 2021 ha introdotto il progetto ANA Future Promise per realizzare le iniziative SDG (Sustainable Development Goals), seguito nel 2022 dall’annuncio del raggiungimento nel 2050 di emissioni net-zero.  Il passaggio all’utilizzo di carburante per l’aviazione sostenibile (SAF) è stato supportato dal lancio di ANA Green Jet, un aeromobile speciale realizzato per sensibilizzare e promuovere pratiche sostenibili e ridurre le emissioni di CO2.
La lunga storia di ANA rispecchia davvero il suo retaggio: spirito pionieristico, vocazione al cambiamento e innovazione.  ANA offre ora un servizio di avatar robotico chiamato Avatarin. ANA GranWhale, una piattaforma di viaggio virtuale sviluppata sul Metaverso, sarà disponibile anche su ANA NEO e recentemente è stata annunciata una partnership con Joby e il vettore prevedere di effettuare voli dimostrativi di aerotaxi elettrici all’Expo 2025 di Osaka.

(Fonte e foto: ABC PR-Consulting Ufficio Stampa ANA Nippon Airways)
EdP-mb

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here