Agenzia delle Dogane di Treviso e Bergamo: sequestro di stupefacenti e sigarette

Recentemente, gli Uffici dell’Agenzia delle Dogane di Treviso e Bergamo hanno effettuato alcune brillanti operazioni rispettivamente negli aeroporti San Giuseppe  e Orio al Serio.

Agenzia dogane seq.ss
La sostanza stupefacente sequestrata all’ Aeroporto di Treviso (foto Agenzia Dogane)

Il 3 luglio scorso, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Treviso, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale Aeroporto “San Giuseppe” con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, nell’ambito delle attività di reperessione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno sequestrato 2,423 kg di marijuana. Lo stupefacente, occultato in involucri di plastica, è stato rinvenuto all’interno del bagaglio di un passeggero di nazionalità gambiana proveniente da Barcellona. Il soggetto è stato denunciato e tradotto presso il carcere di Treviso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Agenzia Dogane seq sigarette
I tabacchi lavorati esteri sequestrati all’Aeroporto di Orio al Serio (foto Agenzia Dogane)

In data 7 luglio 2015, nell’ambito delle attività di repressione del contrabbando di tabacchi lavorati esteri, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bergamo in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale di Orio al Serio hanno sequestrato, con la collaborazione della Guardia di Finanza, 788 stecche di sigarette, per un peso complessivo di 157 chilogrammi. I tabacchi erano contenuti nelle valigie di quattro passeggeri di nazionalità georgiana, in arrivo presso lo scalo aeroportuale bergamasco con volo proveniente da Istanbul.

L’Autorità Giudiziaria competente ha condannato per direttissima i trasgressori al pagamento di pene pecuniarie per complessivi 380.000 euro, oltre alla detenzione per la quale è stato concesso il beneficio della sospensione dell’esecuzione.

(Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Ufficio Comunicazione e relazioni Esterne)

(EdP-mb)