Aero Club di Lugo: ottime prospettive per il futuro

0
64
(Da dx) Il vice presidente Marco Buscaroli, il presidente Oriano Callegati, il consigliere Corrado Foschi, e i revisori dei conti Dante Gobbi e Daniele Garavini (foto M.Baldi) 

Votato il bilancio di previsione dell’Aero Club di Lugo per il 2020. Rispettato fedelmente dal consiglio del sodalizio il programma di rinnovamento. Presto in aeroporto un nuovo ristorante di professionisti della cucina. “Valore Tricolore”, definita “manifestazione aerea dell’anno” e “valore” aggiunto per l’aeroclub, replica anche nel 2020. Nuovi soci allievi piloti di aeroplano e di elicottero fanno davvero ben sperare

[Tempo di lettura: 5:30]

Ogni anno, di questi tempi, anche i dirigenti dell’Aero Club “Francesco Baracca” & Scuola Nazionale Elicotteri “Guido Baracca” di Lugo si riuniscono obbligatoriamente assieme ai soci per esaminare e far votare il cosiddetto “bilancio preventivo”, un documento contabile che riporta le previsioni economiche per l’anno successivo a quello in corso, su base stimata, per poter raggiungere strategicamente obiettivi prefissati, correggendo eventuali deviazioni e prevenire o ridurre l’effetto negativo di problemi che dovessero presentarsi, esercitando un utilizzo mirato ed efficace delle risorse finanziarie.
Il 26 ottobre 2019, difatti, si è tenuta all’Aeroporto di Villa San Martino, nei locali del sodalizio, la riunione plenaria dei soci per l’approvazione del bilancio previsionale per l’esercizio 2020, presente il presidente dell’associazione Oriano Callegati, il suo vice, generale Marco Buscaroli, e diversi consiglieri e revisori dei conti oltre ai responsabili di specialità. Alle 21:00 ha preso la parola il presidente Callegati per illustrare i risultati conseguiti fino ad ora nell’anno in corso, peraltro particolarmente brillanti rispetto agli anni precedenti e analizzare il programma previsto per il 2020.
Il consiglio dell’AeCLugo, giunto a circa metà del proprio mandato, ha rispettato fedelmente il programma di massima stabilito all’inizio dell’incarico ricevuto nel 2017, tranne qualche “incidente di percorso“, come l’ha definito Callegati, ma “…è stata l’occasione buona per trasformare un inconveniente in un’occasione per cambiare e migliorare...” – l’ha definita il presidente – : vedi il caso del ristorante dell’aeroclub, chiuso da qualche tempo, che a breve rivedrà finalmente l’apertura con l’assegnazione dell’incarico a un avviato professionista proprietario di altri esercizi pubblici. Per il recente passato è stata un’esperienza negativa che ha avuto però un lato positivo in quanto ha permesso di ristrutturare i locali del ristorante e mettere a norma tutti gli impianti. Come sono stati profondamente rinnovati i locali del bar e buona parte degli esterni. Ma ancora altri piccoli lavori attendono di essere portati a termine esternamente.

L’Alona delle Frecce Tricolori a Punta Marina Terme durante “Valore Tricolore” 2017

Nel 2020 verranno senz’altro dedicate molte forze, tempo ed energie, da parte dei volontari dell’AeCLugo, a quella che è stata definita nel 2019, a parere dello Stato Maggiore della Difesa e di importati testate estere, la manifestazione aerea dell’anno: “Valore Tricolore“. Show aereo organizzato dall’Aero Club di Lugo, grazie alla rinnovata fiducia di tutte le Forze Armate e in particolare dell’Aeronautica Militare, in maniera grandiosa e forse mai realizzato a questo livello in Italia e in Europa, con una diretta RAI di tre ore continue. Per l’organizzazione di questa manifestazione il presidente Callegati ha evidenziato che: “…bisogna ringraziare per primi Marco Buscaroli, Corrado Foschi, Daniele Garavini, Tiziano Sangiorgi, Rodolfo Rigucci, Frank e tutti gli altri che si sono fatti in quattro per la buona riuscita dell’evento.”

La popolarità derivata anche dall’air show, probabilmente, ha concorso tra le altre attività di propaganda a far acquisire all’AeCLugo per il 2020 nuovi dieci allievi piloti di aeroplani, con la prospettiva di poter disporre anche di cinque nuovi allievi di elicotteri. Sempre dall’inizio 2020, per il “volo motore”, sarà possibile disporre di istruttore di volo stabile in aeroporto durante tutta la settimana, affiancato dagli altri istruttori che già operano in campo, il comandante Giorgio Zupo e l’ingegner Gianluca Babini, oltre alla giovanissima istruttrice Aurora Chiarini, per la formazione teorica del PPL. Per l’ala rotante l’istruttore sarà sempre il comandante Roberto Bassi che verrà affiancato dallo staff tecnico dell’officina, mentre per il VDS avanzato l’istruttore sarà come per il passato l’inossidabile Claudio Tavoni. Nel corso del 2019, grazie alla sezione aeromodellisti dell’aeroclub e soprattutto a Luigi Lanzoni è stato organizzato in aeroporto un evento mondiale, la classica Coppa d’Oro di aeromodellismo abbinata ad una gara inglese, che ha portato 150 concorrenti provenienti da tutto il mondo, determinando un successo al pari di un’importante gara di europea.
Nel 2020 per l’aeromodellismo sarà organizzata la Coppa d’oro assieme ad altre gare di contorno, mentre per il volo motore è in programma il solito Giro di Romagna. Nel corso dell’anno si terranno anche un paio di raduni, uno di vetture Abarth e uno di motociclette Harley-Davidson e di auto americane, con una gara di accelerazione in pista sul quarto di miglio, assieme ad altre iniziative. Questi due eventi domenicali determineranno la chiusura dell’aeroporto al traffico aereo. È un piccolo sacrificio che i responsabili dell’AeCLugo chiedono una-tantum ai piloti e questi comprenderanno senz’altro che le due giornate sottratte al volo potranno portare un contributo economico nelle casse del sodalizio che servirà a migliorare gli aeroplani e consentire di finanziare altre attività.
Il presidente Callegati ha poi proseguito il suo discorso citando il “Popolo dell’aria“: è un gruppo di soci e amici che si è di recente costituito all’interno dell’Aero Club di Lugo, presente sui social facebook e WhatsApp, che sta preparando una serie di aero tour sia in Italia che all’estero. Quest’estate un manipolo di temerari, che risultano anche tra i promotori di questo gruppo, ha portato a termine un’impresa storica, un raid Lugo – Russia atterrando a Mosca. E’ stata la prima volta che l’autorità russa ha autorizzato il sorvolo e l’atterraggio nella capitale moscovita ad aerei privati stranieri. Inoltre, per quanto concerne il Popolo dell’aria, un rappresentante del gruppo sarà invitato in consiglio come membro esterno per consultazioni, quando verranno trattati argomenti che riguardano esclusivamente il volo.
Riguardo ai servizi per il volo, entro l’anno verrà riattivato l’impianto di gestione delle chiavi degli aeroplani tramite badge, utilizzando un nuovo sistema.
Un argomento particolarmente sentito dal presidente Callegati riguarda i rapporti con i soci. Come stabilito in passato, è in programma di organizzare delle riunioni serali, al giovedì o in altri giorni, a cadenza bimestrale, tra i membri del direttivo e tutti i soci, per ricevere da questi ultimi proposte, critiche o consigli e discuterne, confrontandosi. “…Quello che è stato fatto fino ad ora in questo anno e mezzo – afferma Callegati – è stato consentito proprio dalla collaborazione dei soci dell’aeroclub. Questo è lo spirito del club! Quello che noi vogliano è che qui le persone si trovino bene, come a casa propria e soprattutto che si trovino in un ambiente accogliente che li renda orgogliosi di far parte di questo club“.
Dopo la lettura del discorso e aver commentato con alcuni presenti i dati per l’esercizio 2020, Oriano Callegati ha chiesto l’approvazione del bilancio di previsione che è stato votato all’unanimità dai soci presenti.

(Massimo Baldi)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here