Volotea scommette sulla Liguria e sceglie Genova come nuova base operativa in Europa

Volotea annuncia oggi di aver scelto il Cristoforo Colombo come sua quarta base operativa in Italia e nona a livello internazionale
Nei prossimi mesi verranno annunciate le nuove rotte da e per Genova, dove il vettore stima di raggiungere quota 15 rotte operate nei prossimi 3 anni

Volotea
(foto repertorio Volotea)

Volotea, la compagnia aerea low cost che collega città di medie e piccole dimensioni, fa rotta sulla Liguria e annuncia di aver scelto Genova come sua quarta base operativa in Italia e nona a livello europeo. Nel 2017 lo scalo diventerà il nuovo hub della compagnia, affiancando così le basi italiane (Venezia, Verona e Palermo), francesi (Nantes, Bordeaux, Strasburgo e Tolosa) e quella spagnola (Asturie).

Dallo scalo genovese è attualmente possibile prendere il volo verso sette destinazioni: Catania, Napoli, Olbia, Palermo, insieme ad Alghero, Brindisi e Cagliari, le tre novità dell’estate 2016. Con l’apertura della base genovese, il vettore stima di raggiungere quota quindici rotte da e per Genova nei prossimi tre anni.

Carlos-Munoz-DEF_IT«La scelta di aprire la nostra quarta base in Italia non poteva che ricadere su Genova: una città che, volo dopo volo, ci ha accompagnato nel nostro percorso di crescita, riservandoci un’accoglienza unica e calorosa – ha dichiarato Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea (a sinistra, nella foto Volotea) . La Liguria è una delle regioni più importanti nelle nostre strategie di sviluppo e, proprio per questo, abbiamo deciso di rafforzare la nostra presenza sul territorio, facendo di Genova la nostra nuova casa in Italia. Con l’apertura della nuova base – continua Muñoz – ci auguriamo di poter rafforzare il rapporto di fiducia instauratosi con i nostri passeggeri che, soprattutto in Liguria, hanno dimostrato grande apprezzamento per le nostre tariffe concorrenziali e la nostra attenzione alla puntualità».

Nel corso del 2016 il vettore low cost sarà in vendita a Genova con 269.500 biglietti, distribuiti su più di 2.150 voli (+30% vs 2015) a cui si andranno ad aggiungere le nuove rotte che verranno lanciate dopo l’apertura della base.

«Intravediamo grandi potenzialità a Genova – prosegue Munoz –. Grazie alla presenza dei nostri aerei, offriremo ai passeggeri che scelgono di decollare o atterrare a Genova una serie ancora più ampia di destinazioni e orari, per viaggi e trasferte all’insegna del comfort e del relax. Ci auguriamo, inoltre, di poter contribuire allo sviluppo del tessuto economico locale, attraverso la creazione di numerosi nuovi posti di lavoro».

Nei prossimi mesi si concretizzeranno, infatti, numerose opportunità lavorative sul territorio, tra piloti e personale di bordo, a cui si aggiungerà un base manager per tutte le attività di coordinamento.

«Non va infine dimenticato – afferma Muñoz – l’indotto generato dai flussi turistici in transito dall’aeroporto e le opportunità lavorative indirette che verranno create nei prossimi mesi. Vogliamo esprimere la nostra gratitudine verso il management dell’aeroporto e tutte le autorità e le istituzioni locali. Siamo davvero soddisfatti delle sinergie sviluppate e dei partner che ci hanno affiancato durante il nostro percorso di crescita e che hanno portato oggi al lancio della nostra nuova base. Ma il ringraziamento più grande va ai passeggeri genovesi – conclude il presidente Muñozche dal 2012 hanno scelto di volare con la nostra flotta da e per Genova.»

«Siamo orgogliosi che Volotea abbia scelto il nostro scalo come quarta base in Italia e siamo grati alla compagnia aerea per la fiducia riposta nel nostro aeroporto e nel territorio ligure – dichiara Marco Arato, presidente di Aeroporto di Genova S.p.A. -.  Avere una base significherà avere un numero maggiore di voli, con più destinazioni e orari più comodi. Le opportunità per il territorio sono tantissime: dall’incoming alle crociere, dal business al turismo outogoing. Tutto questo senza dimenticare le ricadute occupazionali, con decine di nuovi posti di lavoro che riguarderanno figure professionali di alto profilo come piloti, equipaggi e tecnici. Quella di oggi è un’ottima notizia che ci impone di lavorare per consentire a Volotea ‎di raccogliere i frutti di questo investimento e al nostro territorio di usufruire di sempre maggiori (e più comodi) collegamenti.»

(Fonte: Melismelis, Ufficio Stampa Volotea)

(EdP-mb) 2 giugno 2016