Sviluppo dell’aeroporto di Genova: ENAC approva il contratto di programma 2016-2019. Luglio 2015 da record

0
164
Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)

Via libera all’adeguamento delle tariffe e agli investimenti sul Cristoforo Colombo

 

Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)
Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)

Genova 8 agosto 2015 – Via libera da ENAC al Contratto di programma 2016-2019 dell’Aeroporto di Genova. Il documento, che espone il piano degli investimenti nel quadriennio per un totale 12.650.000 euro, era stato presentato nei mesi scorsi dalla Società di gestione del Cristoforo Colombo.

I lavori previsti, da realizzare in completo autofinanziamento grazie all’adeguamento delle tariffe, sono suddivisi tra ammodernamento e ampliamento dell’aerostazione, interventi sulle infrastrutture di volo, attrezzature e interventi di manutenzione straordinaria.

Dall’Ente per l’aviazione civile giudizio positivo anche sul Piano della tutela ambientale e sul Piano della qualità, sempre inclusi nel Contratto di programma. «ENAC ha riconosciuto il lavoro svolto in questi mesi – commenta il presidente di Aeroporto di Genova S.p.A., Marco Arato -. Questo via libera consentirà alla Società di proseguire il percorso dell’adeguamento delle tariffe, che renderà a sua volta possibili gli interventi previsti dal Piano degli investimenti. In programma ci sono soprattutto l’ammodernamento e l’ampliamento dell’aerostazione. Ricordo che oltre ai 12,65 milioni previsti nel quadriennio 2016-2019, già nel 2015 l’Aeroporto di Genova investirà 1.150.000 euro, principalmente per interventi di ammodernamento del terminal. In queste settimane – conclude Arato – sono già state avviate le procedure per investire i primo 400mila euro“.

Luglio Record per l’aeroporto di Genova. Miglior mese nella storia del Cristoforo Colombo. Sui voli nazionali +15,58%, su quelli internazionali +7,13%. Andamento positivo per i nuovi voli per le Baleari. Il commento di Arato: «Unico rimpianto i problemi su Fiumicino e i disagi per i passeggeri»

Genova 5 agosto 2015 – Prosegue il trend positivo del Cristoforo Colombo. Il mese di luglio si è concluso con 145.249 passeggeri, con un aumento del 7,31% rispetto ai 135.359 dello stesso mese del 2014. Si tratta del miglior mese di luglio di sempre nella storia dello scalo genovese (il record precedente era stato registrato a luglio 2013 con 143.490 viaggiatori), che segna la continuazione di un periodo di crescita iniziato alla fine dello scorso anno. In particolare a maggio l’aeroporto si era piazzato primo per crescita nella classifica degli aeroporti italiani tra 1 e 5 milioni di passeggeri all’anno, con un aumento di traffico del 13,3%, mentre a giugno aveva registrato il record storico sul mese e una crescita dell’8,98% rispetto allo stesso mese del 2014. A luglio il riempimento medio degli aerei è cresciuto dell’1,30%.

Nei primi sette mesi dell’anno i passeggeri sono stati 784.768, con un aumento del 14,29% rispetto ai 686.629 dello stesso periodo del 2014. A luglio a incidere sulla crescita sono soprattutto i voli nazionali, con un +15,58%. Nonostante i noti problemi registrati a Fiumicino nelle scorse settimane, l’aeroporto di Roma resta la meta più gettonata, sia come destinazione finale sia come hub di transito per proseguire il viaggio verso altre destinazioni. Su quella tratta il traffico aumenta del 22,94% (mentre però il riempimento medio diminuisce del 6,57%).

Molto positivi i dati relativi a Bari, Cagliari, Napoli, Trapani e Catania. I voli internazionali registrano un +7,13% rispetto allo stesso mese del 2014. Cresce soprattutto Monaco, anche in questo caso con la doppia valenza destinazione finale/hub. Trend positivo anche per Parigi, Londra e Barcellona. Molto buoni i dati di traffico sulle nuove rotte per Ibiza, Palma di Maiorca e Minorca. «Oltre al trend dei passeggeri, ci sono altri elementi positivi – dice Marco Arato, Presidente di Aeroporto di Genova S.p.A. -. Prima di tutto la crescita del traffico si sta rivelando continua e sostenibile per i vettori, visto che aumenta anche il riempimento medio degli aerei. Siamo soddisfatti per l’andamento dei nuovi voli estivi verso le Baleari, che hanno dimostrato di attrarre viaggiatori in partenza dal Colombo anche da Piemonte e Lombardia, il che significa un ampliamento del nostro bacino d’utenza. La crescita del traffico internazionale dimostra un ruolo dello scalo sempre più importante sul fronte del turismo incoming. Unico rimpianto sono i noti problemi a Fiumicino, che hanno causato disagi a numerosi passeggeri e pensiamo abbiano inciso negativamente sul traffico. Peraltro se è vero che su quella rotta i passeggeri aumentano in numero assoluto – conclude Arato -, il riempimento medio degli aeromobili resta al di sotto delle nostre aspettative».

(Ufficio Stampa Aeroporto di Genova, 8 agosto 2015)

(EdP-mb)