Sicilia: doppio intervento di soccorso per un elicottero dell’AM alla Riserva Naturale dello Zingaro

Nel pomeriggio di ieri, domenica 24 luglio, un elicottero dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search And Rescue) di Trapani, è decollato per effettuare un doppio soccorso presso la Riserva dello Zingaro (TP)

Must Read

La fase conclusiva del recupero di un infortunato (foto Aeronautica Militare)

Roma – Un equipaggio dell’82° Centro Combat SAR di Trapani, in prontezza d’allarme con elicottero HH-139B, ha ricevuto l’ordine di missione dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE). Decollato poco dopo le 13:00 per Castellammare del Golfo ha prima imbarcato due operatori del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e si è diretto poi verso la Riserva Naturale dello Zingaro. Giunto sul posto, poco dopo le 14 00, ha effettuato il recupero di una donna colta da malore con l’ausilio della barella. L’elicottero è poi decollato verso l’Ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani dove la turista è stata affidata al personale sanitario del nosocomio siciliano per le cure del caso.
Dopo aver rilasciato i due operatori del CNSAS a Castellammare del Golfo l’equipaggio ha ricevuto un secondo ordine di missione riguardante un altro turista infortunatosi ad un ginocchio sempre nella medesima riserva naturale. Imbarcato nuovamente il personale del CNSAS per tornare nella zona d’intervento ed effettuata la ricerca, il  turista è stato individuato e imbarcato a mezzo verricello e trasportato a Castellamare del Golfo ed affidato ad un ambulanza giunta sul posto.
L’elicottero ha fatto rientro alla base aerea di Trapani-Birgi verso le 15:30 riprendendo il servizio di prontezza S.A.R. Nazionale.

Alcune fasi del soccorso dei due infortunati (Video Aeronautica Militare)

Un click sull’immagine per ingrandire 

L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando anche in condizioni meteorologiche marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7500 persone in pericolo di vita. Dal 2018 il Reparto ha acquisito la capacità AIB (Antincendio Boschivo) contribuendo alla prevenzione e la lotta agli incendi in Sicilia.

(Fonte e foto: Aeronautica Militare 5° Reparto Comunicazione 5° Ufficio “Pubblica Informazione”)
EdP-mb

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest News

(Foto di Gerd Altmann da Pixabay)
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img