Settembre in crescita per l’aeroporto di Genova

Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)

Ancora segno positivo per il traffico al Cristoforo Colombo
A settembre passeggeri in aumento del 5,3% rispetto allo stesso mese del 2014. Bene soprattutto i voli di linea nazionali
Nei primi 9 mesi del 2015 superato il milione di passeggeri

Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)
Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)

Dati positivi su voli di linea, charter e di aviazione generale: il mese di settembre conferma il trend di crescita dell’Aeroporto di Genova. Il numero di passeggeri è aumentato del 5,3% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, con segnali positivi che riguardano tutti i comparti. In particolare crescono i passeggeri dei voli nazionali, che registrano un +6,13%, mentre quelli dei voli internazionali aumentano del 3,88%. Bene anche i charter, con un aumento del 3,94% del numero di passeggeri, e l’aviazione generale, con un +7,98%.

Superata la soglia del milione di passeggeri – Nel complesso i primi 9 mesi dell’anno registrano una crescita dei passeggeri dell’11,13%. A incidere positivamente sono soprattutto i voli nazionali (+24,49%), ma anche sulle rotte internazionali si registra il segno “più”, con un aumento di traffico del 4,68%. Un trend che ha consentito di superare la soglia del milione di passeggeri: al 30 settembre erano 1.069.694 i viaggiatori transitati nello scalo genovese, contro i 962.604 dell’anno scorso.

Arato: «Premiato il network nazionale» – «I dati di traffico premiano i vettori che hanno scelto di investire sul nostro territorio – commenta il presidente dell’Aeroporto di Genova, Marco Arato –. In particolare l’aumento dei passeggeri sui voli di linea nazionali testimonia l’apprezzamento per il network costruito in questi anni, che nel 2016 coprirà tutti i principali scali del centro e sud Italia con l’eccezione di quelli della Calabria. A incidere sulla crescita è stata però anche l’offerta di due vettori sulla rotta Genova-Roma, che purtroppo, nonostante l’aumento di traffico, non ha generato un numero di passeggeri aggiuntivi sufficiente al mantenimento futuro di tutti i voli offerti in questi 12 mesi».

Obiettivo: sviluppare il traffico incoming – Non solo traffico nazionale, l’Aeroporto di Genova lavora da tempo allo sviluppo dei collegamenti internazionali: «…affinché l’investimento dei vettori sul nostro scalo sia vincente – sottolinea Aratoè necessario che i nuovi collegamenti abbiano una buona componente di traffico incoming. Per questo portiamo avanti progetti di promozione del territorio in sinergia con Enti e Istituzioni, affinché i nuovi collegamenti siano sostenibili dalle compagnie sia grazie al traffico turistico in arrivo sia grazie ai passeggeri liguri e piemontesi in partenza dal nostro aeroporto».

(Ufficio Stampa Aeroporto di Genova) 9 ottobre 2015

(EdP-mb)