Roma Fiumicino: incontro all’ENAC con gli accountable manager di Aeroporti di Roma e Alitalia

0
203
Foto repertorio: Enac Channel Aeroporto di Fiumicino

Per l’analisi della gestione delle conseguenze dell’incendio del 29 luglio scorso e le azioni migliorative

enac channel fiumicino?
L’Aeroporto di Fiumicino (foto AdR)

Si è svolta nella mattinata di oggi, 6 agosto 2015, la riunione tecnica tra l’ENAC e gli Accountable Manager di Aeroporti di Roma, società che ha la gestione totale degli scali romani, e di Alitalia, quale vettore principale che opera su Roma Fiumicino.

La riunione è stata convocata per fare un’analisi, superata la gestione dell’emergenza, delle conseguenze che sono derivate dall’incendio che si è sviluppato il 29 luglio in una pineta del Comune di Fiumicino, esterna allo scalo, ma che ha determinato forti limitazioni operative al traffico aereo. In particolare si è voluto verificare la rispondenza delle azioni poste in essere dopo l’incendio rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente, per valutare le eventuali azioni correttive, nonché per individuare interventi di mitigazione e prevenzione di situazioni analoghe.

L’incontro, presieduto dal Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta, ha visto la partecipazione, oltre che della Direttrice Sistema Aeroporti Lazio, Patrizia Terlizzi e dei responsabili delle strutture tecniche competenti dell’ENAC, del Direttore Generale dell’ENAV, Massimo Bellizzi. Per Aeroporti di Roma erano presenti Ivan Bassato Accountable Manager e Direttore Airport Management e Marco Sbrenni Post Holder Terminal FCO e Responsabile Landside e Servizi al Passeggero. Per Alitalia hanno partecipato Giancarlo Schisano Chief Operations Officer e Gianluigi Lo Giudice Post Holder Ground Operations.

In merito all’inconveniente del 29 luglio l’ENAC ha acquisito le relazioni del Distaccamento aeroportuale dei Vigili del Fuoco, della società di gestione aeroportuale Aeroporti di Roma e dell’ENAV di Fiumicino che hanno esaminato i termini dell’evento.

In particolare, nelle ore successive all’incendio, si è determinata una sproporzione nella gestione dell’operativo dei voli. Infatti sono stati gestiti 90 voli in arrivo e 40 voli in partenza che hanno portato a una congestione sia delle piazzole di sosta degli aeromobili, sia di passeggeri nelle aerostazioni per le partenze e per i transiti.

L’inconveniente, peraltro, si è inserito in un contesto di forte sviluppo infrastrutturale delle scalo che vede importanti lavori in corso pienamente compatibili con le normali operazioni, anche nel periodo estivo, ma che determinano una minore flessibilità dell’intero sistema aeroportuale in concomitanza con situazioni critiche, come quelle accadute la scorsa settimana.

Si evidenzia, peraltro, che a seguito della gara europea, attualmente in corso di svolgimento e basata su requisiti di solidità finanziaria e di qualità dei servizi particolarmente elevati, per limitare a tre gli operatori presenti sullo scalo, i servizi di handling dovrebbero migliorare nella qualità e nel più efficace coordinamento delle attività da parte del gestore aeroportuale.

Nelle giornate del 29 e del 30 luglio, a supporto dei passeggeri e per limitare al massimo i disagi sono state poste in essere le seguenti azioni:

• impiego nei terminal di ispettori ENAC per attività informativa e di supporto;

• incremento del numero di addetti di Aeroporti di Roma e di Alitalia per la gestione delle informazioni e dei flussi dei passeggeri;

• distribuzione a cura del gestore aeroportuale di acqua a tutti i passeggeri;

• istituzione di una task force per la gestione dei bagagli disguidati;

• assistenza fornita dalle compagnie aeree ai passeggeri per riprotezione in caso di cancellazione del volo (alberghi, pasti etc.). Per quanto riguarda il vettore Vueling, è stato sostituito da parte del gestore aeroportuale per riprotezione dei passeggeri con volo charter e per il trasferimento in albergo degli stessi;

• apertura per tutta la notte dei punti di ristoro aeroportuali.

Alla luce di quanto emerso nel corso delle giornate del 29 e 30 luglio, sono state individuate possibili azioni di miglioramento nelle seguenti aree:

• procedure relative al presidio antincendio dei Vigili del Fuoco in ambito aeroportuale;

• prevenzione della saturazione dello scalo mediante il bilanciamento di decolli e atterraggi in situazioni straordinarie;

• gestione ordinata delle partenze in situazioni di congestione dello scalo;

• coordinamento di tutti i soggetti coinvolti tra cui le società di assistenza a terra, le compagnie aeree, l’ENAV.

In particolare, in merito alla necessità di bilanciare il numero dei voli in decollo e in atterraggio per evitare la congestione sia delle piazzole di sosta sia di passeggeri nelle aerostazioni, ha chiesto alla società Aeroporti di Roma di elaborare un criterio per migliorare l’operativo in situazioni critiche. Il criterio dovrà successivamente essere pre-condiviso e accettato da tutti gli operatori coinvolti e verrà reso attuativo nei casi di dichiarazione di criticità.

Criteri più chiari e stringenti, pertanto, in vista dell’entrata in vigore di una direttiva europea che dal 2017 individua nel gestore aeroportuale la responsabilità di equilibrare i flussi in arrivo e partenza dando le autorizzazioni specifiche e definendo i criteri.

Con l’occasione dell’incontro, inoltre, e con il fine di garantire la qualità dei servizi per i passeggeri anche in considerazione dell’aumento di traffico che si registrerà nell’imminente fine settimana e durante tutta la prossima settimana, l’ENAC ha chiesto ad Aeroporti di Roma e ad Alitalia in qualità di vettore principale dello scalo, di rafforzare il personale in servizio nei prossimi giorni a supporto delle attività di informazione nei confronti dei passeggeri che utilizzeranno lo scalo.

Per una disamina ulteriore e per la verifica delle azioni messe in atto a seguito di quanto emerso dall’incontro di oggi, entro la prima metà di settembre l’ENAC convocherà una riunione con i vertici di Aeroporti di Roma e di Alitalia che si svolgerà alla presenza del proprio Consiglio di Amministrazione.

(Ufficio Stampa ENAC – Ente Nazionale Aviazione Civile, 6 agostso 2015)

(EdP-mb)