News da Finmeccanica

0

Sistemi Finmeccanica di identificazione a bordo dei velivoli Gripen NG di Svezia e Brasile

I sistemi consentiranno ai piloti di identificare altri veicoli come amici o potenziali nemici e di localizzarli
I contratti sono stati firmati con Saab, società svedese attiva nel settore della difesa e sicurezza
Finmeccanica è il principale partner di Saab per i sensori del Gripen NG Singapore

Finmeccanica 17feb16 squared_medium_squared_original_Gripen_s
Saab Gripen Next Generation della Forza Aerea di Svezia (foto Finmeccanica)

17 febbraio 2016 – Finmeccanica, attraverso la divisione Sistemi Avionici e Spaziali, ha firmato con SAAB dei contratti per fornire sistemi IFF (Identification Friend or Foe) per i velivoli Gripen Next Generation (Gripen NG) destinati alle Forze Aeree di Svezia e Brasile. L’IFF sarà usato per identificare altri aerei o veicoli come amici o potenziali nemici e determinare la loro posizione e distanza. Questo sistema opera indipendentemente dagli altri sensori, permettendo al pilota di usare il radar per acquisire obiettivi per una successiva identificazione. Le antenne dell’apparato offrono un campo visivo di oltre 180 gradi, garantendo così notevoli vantaggi operativi. Ciascun sistema IFF è costituito da un transponder e da un interrogatore. E’ inclusa anche una tecnologia criptografica sicura di protezione dei dati, personalizzata secondo le esigenze del cliente. Il transponder, modello Mode 5 M428, è della stessa tipologia offerta al Ministero della Difesa britannico per soddisfare il requisito della NATO per un nuovo standard di IFF integrabile su tutte le piattaforme.

Oltre l’IFF, Finmeccanica fornisce per il Gripen NG altri due sensori primari: il radar a scansione elettronica Raven ES05 e il sensore passivo all’infrarosso Skyward-G IRST (Infrared Search & Track). L’accordo con SAAB prevede anche attività di supporto per l’integrazione dell’IFF con questi altri sensori.

Il Gripen si sta dimostrando una proposta molto appetibile a livello mondiale, anche grazie all’ottimo rapporto capacità/prezzo e Finmeccanica è orgogliosa di essere partner di Saab per questo programma. L’azienda svedese, inoltre, offre in opzione un altro equipaggiamento realizzato da Finmeccanica, il BriteCloud Expendable Active Decoy (EAD), dispositivo di protezione elettronica per il velivolo. Prove effettuate nell’aprile 2015 hanno confermato l’efficacia e la sicurezza del BriteCloud e la sua compatibilità con le altre contromisure di protezione elettronica del Gripen.

Finmeccanica: nuovi elicotteri AgustaWestland nei cieli del Sud-Est asiatico

Due elicotteri AgustaWestland AW189 ordinati dalla società malese TPG Aeronautik
Saranno impiegati per attività antincendio a conferma dell’eccellenza degli elicotteri Finmeccanica per compiti di pubblica utilità
La divisione Elicotteri di Finmeccanica continua ad espandere la propria quota di mercato nel Sud-Est asiatico con ulteriori consegne

finmeccanica 17feb16 squared_medium_squared_original_AW189_Bomba_Malesia_SAR_Firefighting_s
AgustaWestland AW189 (foto Finmeccanica)

17 febbraio 2016 – Nel corso del salone aerospaziale di Singapore, Finmeccanica ha annunciato l’ordine di due elicotteri AgustaWestland AW189 da parte della società malese TPG Aeronautik Sdb Bhd, in forza presso il Dipartimento Antincendio della Malesia (Jabatan Bomba dan Penyelamat Malaysia – JBMP). I velivoli, la cui consegna è prevista nel 2017, saranno impiegati per operazioni antincendio, per compiti di ricerca e soccorso e di protezione civile, a dimostrazione del grande successo dell’AW189 nel Sud-Est asiatico.

La scelta dell’AW189 da parte di JBMP, importante operatore istituzionale che già annovera nella sua flotta due AgustaWestland AW139, gli consentirà di ampliare le sue capacità di missione e di beneficiare dei vantaggi unici assicurati dai prodotti appartenenti alla famiglia di elicotteri AgustaWestland di nuova generazione, formata da AW169, AW139 e AW189. Questi diversi modelli condividono il medesimo approccio operativo, di addestramento e di supporto manutentivo, garantendo in tal modo livelli di flessibilità ed efficienza senza confronti per la gestione di flotte miste.

Finmeccanica rafforza inoltre la propria presenza in Malesia con la consegna di due AW139 alla società Galaxy Aviation, che si aggiungono alla già vasta flotta di modelli in servizio nel Paese, e nelle Filippine, con l’arrivo di due ulteriori elicotteri che saranno utilizzati per trasporto passeggeri. Per Finmeccanica e gli elicotteri AgustaWestland il Sud-Est asiatico continua ad essere uno dei mercati in più rapida espansione, dimostrando un crescente interesse da parte sia di clienti governativi che commerciali.

Finmeccanica, attraverso la sua divisione Elicotteri, è presente da anni nella regione con quasi 350 elicotteri AgustaWestland in servizio per vari compiti come trasporto offshore, utility, sicurezza, ordine pubblico, ricerca e soccorso, eliambulanza, pattugliamento marittimo, compiti navali e di ricognizione armata. Il Dipartimento per l’Aviazione Civile malese ha riconosciuto ad AgustaWestland Malaysia Sdn Bhd, società di Finmeccanica, lo status di centro di manutenzione e riparazione.

Finmeccanica fornirà sistemi di comunicazione per i nuovi addestratori PC-21 australiani

L’accordo con Pilatus Aircraft Ltd prevede l’equipaggiamento di 49 velivoli PC-21
I sistemi saranno impiegati nell’ambito del Project Air 5428 della Forza Armata australiana, il programma di addestramento dei piloti di velivoli ad ala fissa
Gli RT-700/A forniranno comunicazioni voce e dati sicure

finmeccanica 18feb16 squared_medium_squared_original_PC21_s
L’addestratore turboelica Pilatus PC21 (foto Finmeccanica)

18 febbraio 2016 – Finmeccanica, attraverso la divisione Sistemi Avionici e Spaziali, si è aggiudicata un contratto da parte di Pilatus Aircraft Ltd. per fornire sistemi avionici di comunicazione per i 49 addestratori turboelica PC-21 recentemente acquistati dalla Forza Armata australiana. Quest’ultimo contratto si inserisce nell’ambito di una collaborazione di lungo termine tra la società e Pilatus Aircraft. L’azienda svizzera aveva, infatti, già scelto Finmeccanica per equipaggiare i velivoli PC-21 ordinati da Svizzera, Singapore, Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Qatar e Arabia Saudita.

Più compatto e leggero delle versioni precedenti, il nuovo sistema, denominato RT-700/A, fornirà comunicazioni voce e dati. Dotato di certificazione militare ETSO (European Technical Standard Order), l’RT-700/A, è in grado di comunicare nel raggio dei 30-470MHz e può trasmettere e ricevere in sicurezza attraverso il collegamento ad una unità esterna di cifratura dei dati.

Anche la relazione di Finmeccanica con l’Australia è di lungo corso. Il sistema di ricognizione e gestione delle informazioni dell’azienda è a bordo di dieci aerei per la sorveglianza marittima, supportando la Customs Coastwatch nella protezione delle coste e delle acque territoriali. In base ad un recente contratto, il radar Seaspray 5000E di Finmeccanica è stato scelto per fornire servizi di ricerca e soccorso per l’Autorità Australiana per la Sicurezza Marittima. Inoltre, le reti TETRA (TErrestrial Trunked RAdio) e i terminali certificati ATEX (ATmosphere EXplosive) della società garantiscono comunicazioni sicure per le industrie australiane nei settori trasporti, minerario e oil & gas.

In ambito difesa, Finmeccanica ha fornito al Paese un’ampia gamma di tecnologie che includono 13.000 Personal Role Radio per migliorare le comunicazioni dei soldati di prima linea, sistemi Guardian contro gli ordigni esplosivi radio-controllati per proteggere costantemente le truppe nell’ambito di operazioni veicolari. Attualmente, inoltre, l’azienda è impegnata nell’ammodernamento degli apparati di comunicazione per le otto fregate di classe ANZAC della Marina nell’ambito della fase 4 del programma SEA1442.

NTU Singapore e Finmeccanica siglano accordo di collaborazione tecnologica e produttiva nel settore elicotteristico  

finmeccanica 18feb16 squared_medium_squared_original_NTU_s
Foto di rito al Salone Aerospaziale di Singapore per la firma del Memorandum d’Intesa tra la Nanyang Technological University – NTU Singapore e Finmeccanica (foto Finmeccanica)

18 febbraio 2016 – L’Università per l’Alta Tecnologia Nanyang di Singapore (Nanyang Technological University – NTU Singapore) e Finmeccanica, attraverso la sua Divisione Elicotteri responsabile della costruzione dei prodotti AgustaWestland, hanno oggi sottoscritto nel corso del Salone Aerospaziale di Singapore un Memorandum d’Intesa. Attraverso tale accordo i due partner confermano l’intenzione di avviare una collaborazione tecnologica e produttiva in campo elicotteristico, con l’obiettivo finale di costituire un centro di ricerca tecnologica con sede presso il polo universitario.

Con questa collaborazione Finmeccanica e NTU intendono contribuire al progresso tecnologico del settore aerospaziale attraverso la condivisione di talenti e ‘know how’, promuovendo la ricerca scentifica e sviluppando capacità industriali e di ingegneria.

Le parti sono convinte della possibilità di svolgere un ruolo guida nella rapida evoluzione dell’industria elicotteristica, che raggiunge momenti importanti di cambiamento quando si compiono progressi nel campo dei materiali compositi, la riduzione dei componenti idraulici e dinamici e la crescita dell’efficienza nei processi industriali.

Un pieno accordo di collaborazione comprensivo della gamma dettagliata dei programmi di ricerca, della relativa pianificazione e degli aspetti finanziari sarà definito e sottoscritto entro il 2016. Tra i progetti identificati dall’accordo, le parti sono alla ricerca di metodi innovativi per la costruzione di prodotti Finmeccanica all’avanguardia attraverso l’impiego di nuovi materiali compositi, caratterizzati da maggior leggerezza e robustezza. La collaborazione si concentrerà inoltre anche sulla modellizzazione aerodinamica, che può garantire un generale miglioramento delle prestazioni di volo.

Il Professor Lam Khin Yong, Chief of Staff e Vice President per la Ricerca, ha dichiarato che questa collaborazione beneficerà delle capacità dell’Università nel campo dell’ingegneria aerospaziale e delle costruzioni con ridotto impatto ambientale. Si avvantaggerà inoltre della solida esperienza di NTU in collaborazioni industriali con società multinazionali come Rolls‐Royce, Lockheed Martin e BMW Group.  «Nel corso degli ultimi decenni i ricercatori di NTU hanno sviluppato molte innovazioni utilizzate in importanti ambiti industriali come l’aerospazio, i trasporti, la difesa e le scienze biomediche», ha aggiunto.

Daniele Romiti, Direttore Generale della Divisione Elicotteri di Finmeccanica – ha dichiarato: «Siamo lieti di unire le nostre forze con NTU in un settore tecnologico così complesso. NTU gode di un’eccellente reputazione in attività di ricerca e sviluppo all’avanguardia e, insieme alla conoscenza di Finmeccanica nella costruzione di elicotteri, intendiamo allargare ulteriormente i confini della produzione ad alto valore aggiunto in campo aerospaziale.   Nel corso del 2016 – ha proseguitto Romiti – intendiamo valutare queste opportunità, elaborare un piano per le attività di ricerca e definire i dettagli della struttura della nostra collaborazione attraverso il comune centro di ricerca tecnologica proposto. E’ un’occasione stimolante per la Divisione Elicotteri di Finmeccanica e per l’intera Azienda  – ha concluso – al fine di estendere la gamma delle proprie attività a Singapore che, attraverso le le politiche integrate previste dal Governo, dall’industria e dalle istituzioni locali si dimostra un luogo straordinario per svolgere attività di business

Il Professor Louis Phee, Presidente della Scuola di Meccanica e Ingegneria Aerospaziale della NTU e che guiderà l’Università nell’ambito di questa collaborazione, ha dichiarato che anche gli studenti della NTU, sia laureandi che laureati, ne trarranno beneficio. «Questa collaborazione con Finmeccanica è un interessante opportunità per i nostri studenti, perché li coinvolge in attività di alto profilo nel campo della ricerca e sviluppo di tecnologie elicotteristiche direttamente presso la nostra sede», ha sottolineato.

La collaborazione tra NTU e Finmeccanica accrescerà le capacità di Singapore nel campo della ricerca in questo settore e rafforzerà la sua industria aerospaziale. Tale partnership è inoltre pienamente in linea con il piano per la Ricerca, l’Innovazione e l’Impresa 2020 del Governo di Singapore. Si tratta del sesto piano d’azione in materia di ricerca e sviluppo del paese, fortemente incentrato sulle costruzioni avanzate per i prossimi cinque anni.

(Fonte: Ufficio Stampa FInmeccanica, 17-18 febbraio 2016)

(EdP-mb)