Mille visitatori per l’Open Day di EGO e Virgo!

Organizzato all'Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO) di Cascina, vicino a Pisa, dove ha sede l’interferometro Virgo, una delle tre antenne gravitazionali più grandi e sensibili al mondo

0

Un’immagine dell’evento (foto: EG@PHOTO)

Venerdì scorso, come preannunciato (link qui), durante tutta la giornata l’Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO) di Cascina ha accolto quasi mille visitatori per il primo grande Open Day del centro di ricerca dopo la pandemia. Laboratori, giochi, spettacoli e attività per tutta la famiglia alla scoperta delle onde gravitazionali e di Virgo, l’unico osservatorio in Europa in grado di ascoltarle.
Una grande festa dedicata alla curiosità per la scienza e a un’educazione divertente per grandi e piccini che, oltre alle visite guidate dell’esperimento, ha offerto al pubblico  laboratori interattivi sugli aspetti più avvincenti ed emozionanti della ricerca sulle onde gravitazionali. Decine di ricercatrici, ricercatori e tecnici di EGO e Virgo hanno ideato e svolto laboratori e visite guidate, aprendo le porte dei loro spazi di lavoro al pubblico e trovando modalità divertenti e interattive per raccontare ciò che fanno quotidianamente. Un incontro speciale tra grande pubblico e scienza di frontiera che ha arricchito entrambe le parti.
Questo Open Day ha messo in luce ancora una volta la vivacità di EGO e di tutta la nostra comunità di ricerca – ha dichiarato Massimo Carpinelli, direttore di EGOIl pubblico straordinariamente numeroso, interessato e attento, ci ha invaso gioiosamente, mostrando un interesse e apprezzamento verso EGO e Virgo che, credo, pochi centri di ricerca in Europa possano vantare. Un ringraziamento davvero speciale va a chi fino a tarda sera ha accolto i visitatori, guidato i tour e condotto i laboratori, con una passione che, da sola, racconta al pubblico cosa sia il mondo della ricerca.
Considerando il delicato periodo di presa dati dell’esperimento, la preparazione dell’Open Day è stata particolarmente laboriosa, richiedendo la collaborazione dei ricercatori della sala di controllo dell’esperimento nel definire le aree e le modalità di accesso del pubblico. Il flusso delle persone è stato naturalmente gestito in turni con capienza limitata. Lo sforzo è stato ripagato dal risultato, poiché il successo dell’Open Day non ha alcun modo interferito con l’attività scientifica che è continuata senza intoppi!
I visitatori hanno scoperto, così, come gli scienziati di Virgo danno la caccia ai ‘rumori’ che potrebbero disturbare le onde gravitazionali e hanno giocato con il “vuoto ultra alto” dell’esperimento in un laboratorio dedicato. Bambine e bambini hanno costruito ‘Circuiti colorati’ e giocato a realizzare un ‘Interferometro Umano’ mimando  le diverse componenti dell’interferometro a ritmo di musica.
Durante la serata poi EGO e Virgo hanno ospitato una spettacolare performance live di “ORA – I limiti del pianeta”, uno spettacolo per videomapping, musiche originali e suoni di Imaginarium, lo studio toscano di arti visive diretto da Davide Giannoni e Francesca Pasquinucci, realizzato con i contributi scientifici di ESA European Space Agency, ASI Agenzia Spaziale Italiana, EGO European Gravitational Observatory e INGV Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. A seguire gli esperti astrofili dell’Associazione Cascinese Astrofili (ACA) hanno guidato i visitatori nell’osservazione del cielo notturno.
L’Open Day è stata un’occasione speciale, che ci auguriamo torni ad essere una tradizione, ma se ve lo siete perso e EGO e Virgo continuano ad essere aperti per visite guidate ogni martedì e sabato mattina. Per info e prenotazioni: https://www.ego-gw.it/visite-guidate/   
Un click sull’immagine per aprire la galleria

EGO, l’Osservatorio Gravitazionale Europeo, situato nella campagna vicino Pisa è la sede dell’interferometro Virgo, una delle tre antenne gravitazionali più grandi e sensibili al mondo, in grado di osservare straordinari fenomeni dell’Universo profondo , come la fusione di buchi neri o di stelle. All’esperimento lavorano oltre 800 scienziati di oltre 150 istituzioni e  15 paesi, ma i principali finanziatori di EGO sono: il Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) in Francia, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) in Italia e l‘Istituto Nazionale di Fisica Subatomica (Nikhef) nei Paesi Bassi.
EGO è anche impegnato in progetti di comunicazione e public engagement, promuove il coinvolgimento di non scienziati nella ricerca (citizen science), organizza eventi e mostre per il grande pubblico e si dedica alla ricerca di nuovi linguaggi all’intersezione tra arte e scienza.

(Fonte: comunicato stampa EGO Communication Office) foto: EG@PHOTO
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here