Libano: addestramento congiunto italo-francese

0
204

3

4 2 1 5 6Mansouri (Libano), 18 agosto 2015 – Nel mese di agosto la Task Force ITALBATT del contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base Reggimento “Genova Cavalleria” (4’), ha condotto e portato a termine un ciclo addestrativo con il contingente francese, inquadrato nella Force Commander Reserve (FCR).

L’addestramento congiunto con l’esercito francese ha visto le due forze armate confrontarsi su tematiche operative, teoriche e pratiche, volte alla familiarizzazione e standardizzazione delle procedure nell’ambito delle attività operative sul territorio libanese.

Tali tipi di esercitazioni, oltre a favorire una proficua osmosi di esperienze, si inseriscono nel più vasto progetto volto alla creazione di una fondamentale coesione tra le forze armate delle 39 nazioni che attualmente compongono l’ambiente multiculturale della missione UNIFIL.

I principali compiti assegnati ai contingenti dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite sono il monitoraggio della cessazione delle ostilità tra il Libano ed Israele, il supporto alle Forze Armate Libanesi (LAF) ed il sostegno alle istituzioni locali, compiti che il contingente italiano, guidato dal Generale Salvatore Cuoci, Comandante del Sector West di UNIFIL, svolge quotidianamente dal mese di aprile.

(Esercito Italiano, Pubblica Informazione, Sector West  UNIFIL, Capo Cellula e Portavoce Contingente Italiano  Magg. Luca Beraudo) 18 agosto 2015

(EdP-mb)

(nelle foto, dell’Esercito Italiano, alcune fasi del ciclo addestrativo dei nostri militari assieme al contingente francese)