L’anniversario dell’AVES

• L’Aviazione dell’Esercito Italiano (AVES) celebra la ricorrenza della sua costituzione • Attualmente le Unità di volo dell’AVES sono schierate in Libano e in Iraq a sostegno della pace e della sicurezza internazionale

0
Esercitazione con inserzione di personale da elicottero UH-90 (foto: AVES)

Esercitazione con inserzione di personale da elicottero UH-90 nel corso della celebrazione (Foto: AVES)

Viterbo – I baschi azzurri dell’Aviazione dell’Esercito hanno celebrato il 10 maggio scorso l’anniversario della costituzione della Specialità di volo dell’Esercito Italiano.
La giornata è iniziata con la deposizione di una corona presso il monumento ai Caduti dell’Aviazione dell’Esercito, da parte del Comandante, Generale di Divisione Andrea Di Stasio, e del Presidente dell’Associazione Nazionale Aviazione dell’Esercito (ANAE), Generale Sergio Buono.
Alla cerimonia, svoltasi nell’hangar del 28° Gruppo “Tucano” presso l’Aeroporto “Fabbri”, hanno presenziato il Comandante delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito (COMFOTER COE), Generale di Corpo d’Armata Giovanni Fungo, le autorità civili, religiose e militari locali, i rappresentanti dell’industria nazionale, i baschi azzurri in congedo dell’ANAE e i familiari dei Caduti.
Il Generale Fungo, salutando gli ospiti e i militari schierati, ha espresso parole di gratitudine ai baschi azzurri per quello che fanno ogni giorno nei confronti del Paese.
Il Comandante dell’AVES, nel ringraziare i presenti per la testimonianza di affetto verso la “famiglia azzurra”, ha sottolineato come: “Formiamo tutti un’unica schiera al servizio della gente e del Paese” e ha rivolto poi un commosso pensiero ai Caduti: “Abbraccio idealmente i familiari dei nostri baschi azzurri che non sono più tra noi; sono convinto che il sacrificio dei nostri fratelli sia servito a rendere il mondo migliore, per questo onoreremo sempre la loro memoria.”
Al termine della cerimonia, alcuni elicotteri UH-90 e CH-47F dell’Esercito hanno svolto una dimostrazione tattica addestrativa operando, fra l’altro, il recupero di personale con la tecnica del FRIES (Fast Rope Insertion Extraction System).
L’AVES è una componente fondamentale per la Forza Armata poiché garantisce la manovra terrestre dalla terza dimensione. Oltre al supporto aereo alle operazioni nazionali e internazionali, gli aeromobili e gli equipaggi dell’Esercito sono impiegati in concorso alla Protezione Civile in caso di pubbliche calamità e in interventi emergenziali a salvaguardia della vita umana e a tutela dell’ambiente.

Un click sull’immagine per aprire la galleria

(Fonte e Foto: Comando Aviazione dell’Esercito – Nucleo Pubblica Informazione – Viterbo)
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here