Indagine della Procura di Civitavecchia su attività svolte nell’aeroporto di Roma Fiumicino: precisazione Enac

L'aeroporto di Fiumicino (foto Aeroporti di Roma)

IN BREVE

Roma – In relazione alle notizie stampa pubblicate ieri, 17 marzo 2021, sul secondo filone dell’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia in merito ad attività svolte da alcune imprese presenti nello scalo di Roma Fiumicino, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha precisato con un comunicato stampa d’aver sospeso il proprio funzionario, coinvolto già dal 21 luglio 2020, a conclusione della prima parte delle indagini (vedi link EdP).
Si evidenzia, inoltre, che si tratta di un funzionario e non, come erroneamente riportato, del vice direttore dell’aeroporto di Roma Fiumicino, carica peraltro non prevista nell’organigramma dell’Ente.
L’ENAC ha collaborato, sin dall’inizio, all’indagine prestando il proprio contributo per far sì che venisse fatta chiarezza sulle attività oggetto degli accertamenti e continuerà ad assicurare agli organi inquirenti e alla Magistratura tutto il proprio supporto per ogni ulteriore approfondimento finalizzato a fare piena luce sui fatti e sulle responsabilità, a tutela dell’onorabilità e della professionalità dell’Ente e dei suoi dipendenti che svolgono quotidianamente le attività istituzionali di regolamentazione, controllo e vigilanza sul settore aereo con correttezza e trasparenza.

(Fonte: Ufficio Stampa Enac) Foto repertorio Aeroporti di Roma
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here