Il Presidente ECAC e DG Enac Alessio Quaranta apre i lavori del 12° Dialogo ECAC/UE “Volare in modo sostenibile: dalle emozioni alla realtà”

Incontro tenutosi dal 24 al 25 ottobre 2023 a Valencia in Spagna

Il Direttore Generale Enac e Presidente ECAC, Alessio Quaranta (foto: repertorio ECAC)

Roma – Il Direttore Generale Enac, Alessio Quaranta, nel suo ruolo di Presidente ECAC – European Civil Aviation Conference, la conferenza intergovernativa paneuropea che riunisce 44 Paesi membri (27 comunitari più 17 non comunitari) ha aperto il 24 ottobre scorso, a Valencia in Spagna, la dodicesima edizione del Dialogo ECAC/UE, “Flying sustainably– from buzz to reality”, dedicato quest’anno ai temi della sostenibilità nel trasporto aereo.
L’incontro, ospitato dal Ministero dei Trasporti, Mobilità e Agenda Urbana della Spagna nell’ambito della Presidenza spagnola del Consiglio dell’Unione europea, vede la partecipazione oltre che delle Istituzioni e dei vertici delle autorità per l’aviazione civile europea, anche di operatori del settore, compagnie aeree e gestori aeroportuali, fornitori di servizi per la navigazione aerea, industria, università e ricerca.
Durante i due giorni di lavori, 24 e 25 ottobre, i partecipanti al Dialogo ECAC/UE si sono confrontati su quali debbano essere le caratteristiche di un’aviazione civile veramente sostenibile in termini sociali, ambientali ed economici, in quanto la combinazione di questi tre fattori costituisce una guida verso un cambiamento positivo.
Nell’intervento di apertura, il Presidente ECAC e DG Enac Alessio Quaranta ha presentato un quadro sull’attuale stato della sostenibilità nel settore: “È necessario bilanciare la crescita del trasporto aereo con un quadro equo e sostenibile che riesca a fornire benefici globali. Il tema della sostenibilità nell’aviazione invita a una moltitudine di riflessioni e l’impegno per raggiungere Net Zero entro il 2050 è diventato parte integrante del settore che richiede, però, approcci a livello nazionale, regionale e internazionale, tra cui la riduzione delle emissioni di CO2 attraverso il CORSIA (Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation). Ma ci sarà bisogno di nuove iniziative guidate dall’industria: introdurre operazioni aeree più efficienti dal punto di vista energetico, sviluppare tecnologie più pulite e innovative, costruire infrastrutture verdi per gli aeroporti, fornire servizi digitalmente all’avanguardia e di elevata qualità per i passeggeri.” Il Presidente Quaranta ha affermato inoltre: “Dobbiamo anche tenere in considerazione le esigenze di chi, nel settore, lavora per raggiungere questi obiettivi, prevedendo un trattamento etico ed equo dei dipendenti e opportunità di sviluppo e crescita. Le strategie guidate dall’industria possono valorizzare il comparto rendendolo professionalmente appetibile, sia per le nuove reclute di talento sia per i lavoratori esperti.
Il primo dialogo ECAC/UE si è tenuto ventotto anni fa, nel 1995. È stato istituito congiuntamente dall’ECAC e dalla Commissione Europea, che hanno concordato sulla necessità di un forum per i rappresentanti dell’industria e i regolatori per analizzare le sfide e le opportunità nel settore dell’aviazione e per dare origine a nuove idee.

(Fonte: Ufficio Stampa Enac) Foto: repertorio ECAC
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime News

ITA Airways Cargo estende le vendite online alla piattaforma digitale di Unisys

ITA Airways Cargo (foto: repertorio ITA Airways) Roma – ITA Airways ha comunicato di recente d'essere entrata a far parte...

Ricerca per categoria: