Caccia F-16 greco caduto ad Albacete in Spagna. Grave il bilancio: dieci morti e tredici feriti

0
87

Deceduti nella tragedia otto avieri francesi e i due piloti greci. Tredici i feriti (due in condizioni serie ma non in pericolo di vita) di cui nove italiani. Un Amx italiano è andato distrutto nell’incendio, un altro ha riportato gravi danni

27  gennaio 2015

20150126-albacete-crash-f16-greco-655x373-655x373
Immagine della tragedia diffusa dalla TV spagnola

(EdP) L’incidente è avvenuto alle 15:30 di ieri nella base di Los Llanos di Albacete, in Spagna, mentre un jet biposto Lockeed Martin F16D Fighting Falcon dell’Aeronautica Greca era in decollo.

Dalle prime ricostruzioni dei fatti, confermate da testimoni oculari e dal Ministero della Difesa locale, il velivolo avrebbe perso potenza precipitando in una zona dove altri aerei della Nato erano in attesa di partecipare ad una sessione congiunta di “Training Tactical Leadership Programm” (TLP), il programma di formazione e di preparazione alle missioni multinazionali nel contesto dell’Alleanza Atlantica.

Nell’impatto sarebbero andati distrutti anche quattro velivoli verosimilmente dell’Armèe de l’Air francese e un Amx dell’Aeronautica Militare italiana, mentre un’altro nostro Amx avrebbe subito gravi danni. Intatti invece cinque Harrier della nostra Aviazione di Marina che erano in attesa del decollo.

Molto grave il bilancio di questa sciagura. Tra le persone decedute ci sono otto avieri in servizio alla base spagnola e i due piloti greci dell’F16. Tredici invece i feriti, di cui nove militari italiani. Di questi, due sono in condizioni più gravi, per le ustioni riportate durante l’incidente, ma dalle informazioni diramate dal ministro della Difesa italiano non sarebbero in pericolo di vita.  I militari italiani sono di base presso il 132° Gruppo del 51° Stormo di Istrana, in provincia di Treviso, dove utilizzano i jet Amx e presso il Gruppo Aerei Imbarcati dell’Aviazione di Marina di Grottaglie, dove hanno in dotazione gli Harrier AV-8B a decollo verticale.

Sul grave incidente sono in corso le indagini della squadra investigativa della Polizia Giudiziaria della Guardia Civil spagnola.

Al programma congiunto  partecipano oltre alla Grecia, Italia, Stati Uniti, Gran Bretagna,Germania, Belgio, Francia e Danimarca.