I palombari del COMSUBIN impegnati in un’importante bonificia di ordigni inesplosi presenti sui fondali dell’Isola del Trimelone nel Garda

0
50
Palombari Comsubim Foto M.M. lattivita-di-bonifica-del-comsubin_1.jpg_650
Attività di bonifica dei Palombari del Comsubim (Foto Marina Militare)

I Palombari di Comsubin, gli artificieri subacquei della Marina Militare dislocati presso il Nucleo S.D.A.I. di Ancona (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi), hanno iniziato la bonifica occasionale di numerosi ordigni esplosivi che sono stati rinvenuti nei fondali dell’Isola di Trimelone sita nel lago di Garda di fronte ad Assenza di Brenzone.

Le operazioni, richieste dall’Ufficio Territoriale del Governo – Prefettura di Verona, si protrarranno per diverse settimane allo scopo di condurre l’ispezione e la rimozione degli eventuali ordigni inesplosi che, nel corso delle immersioni, potrebbero essere rinvenuti.

L’isola del Trimelone, fortificata nel X secolo, ha ospitato per decenni una polveriera che custodiva munizionamento di varia natura il quale, a seguito di una grave esplosione avvenuta la notte del 5 ottobre del 1954,  venne proiettato nelle acque circostanti.

In passato i fondali dell’isola sono stati già oggetto di una bonifica sistematica condotta fino alla batometrica dei 10 metri, pertanto le operazioni in corso consentiranno di intervenire, da quella quota e fino alla profondità di 39 metri, sui punti segnalati dalla Prefettura.

(Fonte: Ufficio Stampa Marina Militare, 1 marzo 2016)

(EdP-mb)