Flyozzano Vintage Festival 40’s e 50’s

Grande successo all'aviosuperficie di Ozzano dell'Emilia, per il raduno di mezzi militari storici terresti e aerei, con cimeli e stand commerciali di abbigliamento, oggettistica e una grande mostra fotografica

0
53
Il Boeing Starman

Un Boeing Starman in mostra a Ozzano dell’Emilia (foto Claudio Toselli)

Di Claudio Toselli

Tutto è iniziato alcuni anni fa dall’idea e dalla passione di Diego Galli, con il nome di “Tecnologie Dimenticate”, raduno dedicato ai mezzi storici e ai collezionisti militari in genere, chiamati ed esporre i loro pezzi autentici e regalare al pubblico i momenti di storia che hanno interessato il territorio Emiliano-Romagnolo durante la 2ª Guerra Mondiale. Dalla prima semplice edizione del 2018 che ha riscosso ugualmente notevole successo, con il passare del tempo la manifestazione è diventata sempre più grande e interessante, come l’edizione del 2021.
Tecnologie Dimenticate” quest’anno ha cambiato nome in “Flyozzano Vintage Festival” e ha dedicato, l’8 e il 9 ottobre scorsi, ai partecipanti e ai mezzi del passato una gran parte del suo sedime aeroportuale con il Museo a Cielo Aperto, un raduno di mezzi storici, con a fianco una mostra di cimeli ma anche una vera e propria adunata di mezzi terrestri e volanti di uguale storicità. Non sono mancati neppure gli stand commerciali che hanno consentito l’acquisto di memorabilia, abbigliamento e oggettistica d’antiquariato sia civile che militare da collezione; per gli appassionati dello sport del “soft air rievocativo” è stata dedicata un’area apposita, come pure è stata allestita una mostra storica fotografica molto interessante oltre a un apposito stand dov’era possibile essere fotografati con una fotocamera d’epoca assolutamente originale!
Fra i  pezzi “forti” presentati in mostra ricordiamo la rarissima e famosa moto cingolata tedesca Sd.Kfz.2 kleines Kattenkrad, il mitico Yak 11 di Stefano Landi, il Fiat G.46 300-6, l’elegante Cessna LC-12 e l’ormai arcinoto ma sempre affascinante Boeing Stearman  ancora di proprietà del pilota Stefano Landi.
Alla sera la festa si è spostata negli spazi chiusi dell’hangar per ascoltare ed eventualmente ballare al ritmo swing delle coinvolgenti note di un tempo della Dr Dixie Jazz Band, dove i partecipanti, sia uomini che donne, hanno sfoggiato divise autentiche dell’epoca creando l’atmosfera magica di tanti anni fa.
L’appuntamento è per il 2023 con una nuova edizione di “Flyozzano Vintage Festival” che sarà sicuramente un raduno ancora più ricco e coinvolgente.

Un click sulla foto per aprire la galleria

EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here