“Fly future”: il 23 e 24 maggio 2023 torna a Roma la seconda edizione

È l'evento per i futuri professionisti dell'aviazione e dello spazio

0
48
Un'immagine dell'edizione 2022 di Fly Future (foto: Fly Future 2023)

Roma – È partita ieri, 9 gennaio 2023, l’organizzazione di Fly Future 2023, seconda edizione del grande evento nazionale di informazione e orientamento per coloro che, soprattutto giovani, intendano lavorare nel mondo dell’aviazione e dello spazio. Questo evento, organizzato dall’associazione Ifimedia e da Mediarkè, si svolgerà nei giorni 23 e 24 maggio prossimi presso l’Università Europea di Roma. La prima edizione – che si è svolta con successo nel maggio dello scorso anno – ha visto lo svolgimento di due convegni e di ventuno conferenze, con la presenza di sedici espositori anche esteri e di oltre cinquecento visitatori, soprattutto studenti di istituti superiori e di dipartimenti universitari di diverse città italiane. Il programma della prossima edizione prevede circa venti convegni e conferenze, a cui parteciperanno piloti civili e militari, astronauti, manager di scuole di volo e aeroclub, dirigenti di enti, compagnie aeree e aziende aerospaziali, ricercatori, professionisti ed esperti.

Tra gli appuntamenti già confermati, il convegno inaugurale sul tema “Professione Volo. Le opportunità di lavoro e di carriera nel settore dell’aviazione e del trasporto aereo in Italia” e un altro convegno sul tema “Passione spazio. Come i giovani possono avvicinarsi alle attività spaziali”. Sarà allestita un’ampia area espositiva con i desk e gli stand di enti aeronautici, scuole di volo, aeroclub, compagnie aeree, agenzie spaziali, aziende specializzate e associazioni. Saranno anche celebrati tre importanti ricorrenze: il 110° anniversario del brevetto di volo di Rosina Ferrario, prima donna pilota in Italia (1913-2023); il 100° anniversario della fondazione dell’Aeronautica Militare (1923-2023); e il 40° anniversario della prima missione in orbita del laboratorio spaziale europeo “Spacelab 1”, realizzato con un notevole contributo italiano, a bordo dello shuttle “STS-9 Columbia” (1983-2023). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.flyfuture.it.

Finalmente anche in Italia esiste oggi un appuntamento annuale che consenta ai giovani appassionati o in cerca di un futuro lavoro in ambito aerospaziale di incontrare direttamente professionisti, manager ed esperti, come anche enti, aziende e associazioni”, dichiara Luciano Castro, ideatore e presidente di Fly Future. “Dopo il successo della prima edizione, quest’anno il nostro obiettivo è di far crescere ulteriormente questo evento, sia per quanto riguarda il programma delle conferenze che per il numero dei partecipanti e degli espositori. Stiamo infatti lavorando a diverse nuove iniziative, anche in collaborazione con alcune importanti realtà del settore, che potranno offrire ai giovani un’ampia panoramica delle opportunità di studio e di lavoro nel settore dell’aviazione e dello spazio”.

Fly Future video

(Fonte e foto: Ufficio Stampa Fly Future 2023)
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here