Concluso con successo il corso sulla “Prevenzione del rischio N.B.C.R.”

0
76
GDF FO-CE 7991_IMG_3823 copia
Foto di fine corso sulla “Prevenzione del Rischio N.B.C.R.” (foto Guardia di Finanza)

Si è concluso con successo il corso informativo “Prevenzione del Rischio N.B.C.R.”, organizzato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì – Cesena, in collaborazione con il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, che si è svolto nelle giornate del 18-19-23-24 novembre 2015, presso la sede di Forlì del Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana.

Il corso si è dimostrato di particolare attualità visto l’odierno scenario internazionale e i recenti episodi terroristici di Parigi, per cui risulta appropriata la formazione di ventiquattro militari della Guardia di Finanza con specifiche lezioni che hanno riguardato il rischio nucleare, batteriologico, chimico e radioattivo.

I docenti (Capitano Michele Camurati, capo ufficio operazioni, addestramento, informazioni regionale dell’Emilia Romagna del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, Tenente Manuel Tamani, referente regionale N.B.C.R. del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, Sorella Maria Michea, delegata regionale diritto internazionale umanitario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana e il Sergente Maggiore Carlo Augelli, maestro istruttore N.B.C.R. in forza al 66° Rgt Fanteria Aeromobile “Trieste”, ingegnere Giuseppe Loberto  e Ispettore Fabio Agatensi, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco) hanno, infatti, trattato non solo gli aspetti teorici del rischio ma hanno istruito i finanzieri intervenuti sulle modalità operative di impiego in operazioni con caratteristiche N.B.C.R, specificando il corretto uso dei D.P.I. (dispositivi di protezione individuale) e le modalità di decontaminazione da effettuare a fine emergenza.

Nell’ultimo giorno del corso, grazie alla fattiva collaborazione del Nucleo N.B.C.R del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Forlì, si è tenuta una esercitazione pratica presso l’Aeroporto “L. Ridolfi” di Forlì, che ha visto i militari della Guardia di Finanza impegnati ad operare, sulla scorta delle competenze acquisite, in uno scenario simulato caratterizzato dalla presenza di sostanze pericolose per la salute dell’uomo.

Durante l’esercitazione sul campo sono stati presi in esame i protocolli operativi da attuare in caso di fuoriuscita di sostanze pericolose o di attacchi con sostanze “non convenzionali” e, nello specifico, si è provveduto alla messa in sicurezza dell’area operativa interessata dalla simulazione, utilizzando i dispositivi di protezione individuale come indumenti protettivi e maschere antigas e provvedendo al recupero di eventuali persone contaminate, svolgendo infine le operazioni necessarie per una corretta decontaminazione personale.

Dopo l’esame finale, i docenti della Croce Rossa Italiana hanno rilasciato ai discenti l’attestato di partecipazione al corso e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì – Cesena, Colonnello Alessandro Mazziotti, ha consegnato lo stemma del Corpo a Sorella Maria Michea ringraziandola per la disponibilità e l’organizzazione dell’attività formativa.

(Ufficio Stampa, Guardia di Finanza, Comando Provinciale di Forlì-Cesena, 25 novembre 2015)

(EdP-mb)