Boeing sospende temporaneamente le operazioni di produzione nello Stato di Washington in risposta all’escalation del Covid-19

0
23
Boeing Building a Chicago (Foto Boeing)

Sospensione temporanea delle operazioni, con chiusura delle attività produttive per 14 giorni a partire da domani 25 marzo

(Tempo di lettura: 02′:30″)

Chicago, Il (USA) – Boeing ha annunciato ieri, 23 marzo, la sospensione temporanea delle operazioni di produzione presso le sue strutture nell’area di Puget Sound, nello stato di Washington, alla luce della valutazione della società per lo stato di emergenza seguito alla diffusione accelerata del Coronavirus nella regione. Queste azioni sono state intraprese per garantire il benessere dei dipendenti, delle loro famiglie e della comunità locale e includeranno un arresto ordinato e coerente con le esigenze dei suoi clienti.

Boeing ha in programma di iniziare a ridurre l’attività produttiva da subito e prevede che la sospensione di tali operazioni inizierà mercoledì 25 marzo, nei siti dell’area di Puget Sound. La sospensione delle operazioni di produzione durerà 14 giorni, durante i quali Boeing continuerà a monitorare le linee guida e le azioni del Governo su COVID-19 e i relativi impatti su tutte le operazioni dell’azienda. Durante questo periodo, la società svolgerà ulteriore attività di pulizia profonda nei siti interessati e stabilirà criteri rigorosi per il ritorno al lavoro dei dipendenti.

Questo passaggio necessario protegge i nostri dipendenti e le comunità in cui lavorano e vivono“, ha dichiarato il presidente e CEO di Boeing Dave Calhoun. “Continuiamo a lavorare a stretto contatto con i funzionari della sanità pubblica e siamo in contatto con i nostri clienti, fornitori e altre parti interessate che sono interessati da questa sospensione temporanea. Ci dispiace per la difficoltà che ciò causerà loro, così come i nostri dipendenti, ma è vitale per mantenere la salute e la sicurezza di tutti coloro che supportano i nostri prodotti e servizi e per aiutare gli sforzi nazionali per combattere la diffusione di COVID-19 “, ha aggiunto Calhoun.

Gli addetti alla produzione dovrebbero continuare a presentare una relazione per i turni assegnati già ieri e riceveranno una guida sul loro ruolo nel processo di arresto della sospensione.

I dipendenti di Puget Sound che possono lavorare da casa continueranno a farlo. Coloro che non possono lavorare in remoto riceveranno un congedo retribuito per i primi 10 giorni lavorativi della sospensione – il doppio della politica aziendale – che fornirà una copertura per il periodo di sospensione di 14 giorni di calendario.

Manterremo i nostri dipendenti, clienti e la catena di approvvigionamento in testa mentre continuiamo a valutare la situazione in evoluzione“, ha aggiunto Calhoun. “Questo è un momento senza precedenti per organizzazioni e comunità in tutto il mondo.

Una volta revocata la sospensione, Boeing adotterà un approccio ordinato per riavviare la produzione con particolare attenzione alla sicurezza, alla qualità e al rispetto degli impegni dei clienti. Questo sarà un passo fondamentale per consentire al settore aerospaziale di raggiungere la ripresa.

Boeing sta lavorando per ridurre al minimo l’impatto di questa sospensione sulla capacità dell’azienda di fornire e supportare i suoi programmi di difesa e spaziali e garantire la prontezza dei nostri clienti della difesa a svolgere le loro missioni vitali. La società lavorerà a stretto contatto con questi clienti nei prossimi giorni per sviluppare piani che garantiscano il supporto dei clienti durante questo periodo. Continueranno le operazioni di distribuzione critica a supporto dei clienti delle compagnie aeree, del Governo e della manutenzione, per riparazioni e revisioni (MRO).

(Fonte: Ufficio Stampa Boeing)
EdP-mb