Ancora grave l’emergenza in Emilia Romagna. All’aeroporto di Lugo l’acqua inizia a defluire

Prosegue l'allerta rossa della Protezione Civile per elevata criticità da rischio idraulico in Emilia-Romagna

0
Un hangar-officina dell'AeCLugo invaso dall'acqua (foto Com.te Antonio Zappalà)

Un hangar-officina dell’AeCLugo invaso dall’acqua (foto Com.te Antonio Zappalà)

Aggiornamento delle ore 22:00

Il presidente dell’Aero Club di Lugo, Oriano Callegati ha informato nel tardo pomeriggio odierno che l’aeroporto Villa San Martino di Lugo resterà chiuso a tutto il traffico aereo, tranne i voli di Stato e militari (vds. Notam Serie e n. C0449/23), fino alle ore 21:00 di sabato 20 maggio 2023.

EdP-mb


Aggiornamento delle ore 16:00

È molto più preoccupante l’emergenza che si sta vivendo ora nella vicina Lugo, difatti vengono segnalate zone con oltre un metro d’acqua proveniente da diverse esondazioni.  Sotto l’immagine inviata dal vice presidente dell’Aero Club Di Lugo, Gen. Marco Buscaroli, che ritrae il centro della città romagnola.

EdP-mb


Pubblicato alle 13:47 

Nonostante abbia smesso di piovere da diverse ore, l’emergenza in Emilia-Romagna è ancora molto grave. In proposito Sky Tg24 questa mattina titolava: ancora allerta rossa nell’area colpita, il Comune di Ravenna dispone nuove evacuazioni, smottamenti su A1 e code a Sasso Marconi, allerta per piene di Secchia, Panaro e Reno, nove le vittime accertate in Emilia-Romagna, si cercano dispersi, tredicimila gli evacuati, i fiumi esondati sono ventitré, centinaia le frane. Sembra realmente un bollettino di guerra.
Alle 7:45 di questa mattina, invece, dall’aeroporto di Lugo è giunta la notizia che aspettavamo. Il comandante Antonio Zappalà, direttore della scuola di volo dell’Aero Club “Francesco Baracca” di Lugo, ha informato che le acque fangose tracimate dalla Fossa Via Larga iniziavano lentamente a defluire; ed è stato come uscire da un incubo. Purtroppo buona parte delle superfici del piazzale, della pista, della piazzola per il volo notturno degli elicotteri e degli hangar sono state allagate da una decina di centimetri di acqua limacciosa che ancora persiste. I locali della segreteria e della presidenza, assieme alle delicate apparecchiature del  prezioso simulatore di volo professionale per elicotteri, in uso alla Scuola Nazionale Elicotteri dell’AeCLugo, sono state adeguatamente protette dall’alluvione con sacchi di sabbia reperiti grazie all’intervento del socio pilota, Alberto Patuelli e del figlio Matteo, coordinati dal vice presidente del sodalizio Gen. Marco Buscaroli, che ha organizzato l’emergenza in quanto il presidente Oriano Callegati proprio in questi giorni è all’estero per motivi di lavoro.
Sul fronte meteorologico permane una fase di instabilità. Il sito Meteo dell’Aeronautica Militare prevede che “La fase di maltempo che interessa il Paese dall’inizio di maggio non accenna ad attenuarsi e stando alle proiezioni per le prossime settimane proseguirà fino ai primi di giugno”. La Protezione Civile, per giovedì 18 maggio, ha pubblicato un’allerta rossa per elevata criticità da rischio idraulico in Emilia-Romagna.
Speriamo in bene!

Un click sull’immagine per aprire la galleria

di Massimo Baldi  (Edp)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here