Alitalia: con l’orario estivo aumenta il numero dei voli per Israele (Alitalia)

0
168
L'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv (foto jewishjournal.com)
L'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv (foto jewishjournal.com)
L’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv (foto jewishjournal.com)

Come già annunciato dall’Uffcio stampa di Alitalia nel novembre scorso, dal 29 marzo 2015, con l’avvio dell’orario estivo, la nostra compagna di bandiera aumenterà la propria offerta sui voli fra l’Italia e Israele portando da 26 a 29 i collegamenti settimanali Roma – Tel Aviv.  Con l’incremento dei collegamenti su questa rotta, da fine marzo 2015 Alitalia garantirà 5 voli andata/ritorno nei giorni di Giovedì e Sabato, 4 voli andata/ritorno il Lunedì, il Martedì, il Venerdì e la Domenica e 3 voli andata/ritorno il Mercoledì. Le frequenze aggiuntive consentiranno a chi parte dall’Italia di scegliere, in base alle proprie esigenze, fra più voli per Tel Aviv durante l’arco della giornata, mentre i passeggeri in partenza da Israele avranno a disposizione connessioni più comode per raggiungere, via Roma Fiumicino, le destinazioni nazionali, europee, nord e sud americane servite da Alitalia.

Tutti i collegamenti Alitalia fra Roma e Tel Aviv verranno effettuati con aerei della famiglia Airbus di medio raggio (A320 e A321) configurati in due classi di servizio: “Ottima” – la business class di Alitalia sui collegamenti internazionali – e “Classica”, l’economy class.

L’incremento dei voli su Israele è conseguenza della crescita di passeggeri registrata su questa rotta da Alitalia nel 2014. Fra gennaio e ottobre di quest’anno, la Compagnia ha trasportato sulla rotta Roma – Tel Aviv oltre 267 mila passeggeri – con una crescita del 4% rispetto allo stesso periodo del 2013 – e il trend di crescita si evidenzia anche per i mesi di novembre e dicembre 2014, in particolare per il numero dei passeggeri che partono da Israele, che cresce del 7% rispetto agli ultimi due mesi del 2013.

Sui voli fra Roma e Tel Aviv Alitalia offre inoltre servizi speciali dedicati ai passeggeri di cultura ebraica quali, ad esempio, i pasti Kosher, preparati nel pieno rispetto delle norme della religione ebraica.

La Compagnia rivolge una sempre maggiore attenzione alla multiculturalità e agli usi e costumi dei passeggeri stranieri che ospita a bordo dei propri aerei.

Per questo motivo, nel mese di ottobre, in occasione delle festività religiose ebraiche dello “Yom Kippur” e dello “Sukkot”, su tutti i voli da e per Tel Aviv, l’assistente di volo responsabile di cabina ha concluso il proprio annuncio di “Benvenuti a Bordo” con un augurio in lingua ebraica per queste due festività. L’iniziativa è stata molto apprezzata dai passeggeri Israeliani e verrà riproposta anche per le prossime festività nazionali ebraiche o di altri Paesi del Medio Oriente, a dimostrazione che anche un semplice messaggio di auguri nella propria lingua madre rappresenta un gesto di attenzione verso il cliente nell’ottica di rendere migliore la qualità del servizio offerto a bordo.

(Ufficio Stampa Alitalia)

(EdP-ct)