Aeroporto internazionale di Rimini e San Marino: nel 2016 sfiorati i 240mila passeggeri

0
9
L'aeroporto di Rimini (foto Wikipedia)

Il volume d’affari del 2016 è di oltre 5 milioni di euro e l’EBITDA superiore a 1 milione e 400mila euro

L'aeroporto di Rimini (foto Wikipedia)
L’aeroporto di Rimini (foto Wikipedia)

Rimini, 13 gennaio 2017AIRiminum 2014 S.p.A., società di gestione dell’Aeroporto Internazionale di Rimini e San Marino “Federico Fellini”, ha comunicato che l’anno 2016 ha registrato 236.897 passeggeri di aviazione commerciale (+50,8 % rispetto al 2015) a cui si aggiungono 2.851 passeggeri di aviazione generale per un totale pari a 239.748 passeggeri.

Il volume d’affari del 2016 è stato di circa 5 milioni e 44 mila euro (con un aumento del 48,5 % rispetto al 2015) mentre l’EBITDA‹∗› si attesterà su valori superiori a 1 milione e 400mila euro (con un aumento di circa il 122 % rispetto al 2015) che corrisponde a circa 6,00 euro a passeggero.

«Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nel 2016 – afferma l’amministratore delegato di AIRiminum 2014 Leonardo Corbucci -. I dati testimoniano che la direzione intrapresa dalla nostra società è corretta, e ci spronano a continuare il nostro lavoro nella convinzione che la crescita dello scalo possa essere un volano per lo sviluppo dell’intero territorio romagnolo.»

(Fonte: Ad Hoc Communication Advisors, Ufficio Stampa AIRiminum 2014 S.p.A., 13 gennaio 2017)

‹∗›Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortisation (EBITDA): è una misura ampiamente utilizzata nel calcolo dei flussi di cassa per l’impresa. EBITDA rappresenta una misura di margine operativo lordo (MOL). EBITDA consente di verificare se la società realizza profitti positivi dalla gestione ordinaria. Sommando a EBIT il valore degli ammortamenti si perviene alla misura di EBITDA. EBITDA si ottiene rielaborando le voci di Conto Economico nel seguente modo: Fatturato – Costo del venduto = EBITDA (o Margine Operativo Lordo).  EBITDA è impiegato come misura di risultato operativo nel calcolo dei flussi di cassa da attività operative. Sottraendo da tale misura gli investimenti in capitale fisso (CAPEX) si ottiene il valore dei Free cash flow (FCF) – (da: Glossario http://www.borsaitaliana.it).

(EdP-mb)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here