Aeroporto di Bologna: sequestrati dall’ufficio Dogane migliaia di loghi Ray-Ban contraffatti

I loghi sequestrati dall'Ufficio delle Dogane dell'Aeroporto di Bologna (foto Uff. Agenzia Dogane)
I loghi sequestrati dall'Ufficio delle Dogane dell'Aeroporto di Bologna (foto Uff. Agenzia Dogane)
I loghi sequestrati dall’Ufficio delle Dogane dell’Aeroporto di Bologna (foto Uff. Agenzia Dogane)

Nell’ambito dei controlli finalizzati alla repressione dei traffici illeciti, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bologna in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale Aeroporto “G. Marconi”, hanno sequestrato oltre 20.000 loghi in plastica raffiguranti il marchio Ray-Ban contraffatto, rinvenuti in una spedizione proveniente dalla Cina e destinata a un cittadino bengalese.

La merce era pronta per essere applicata su altrettante paia di occhiali, che sarebbero poi stati immessi in consumo con grave rischio per la sicurezza dei consumatori. L’entità della spedizione lascia ipotizzare l’esistenza di una vera e propria filiera della contraffazione, destinata a rifornire l’intero mercato dell’ottica. Oltre al sequestro, si è proceduto alla trasmissione della notizia di reato alla locale Procura.

(Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne Agenzia delle Dogane e Monopoli) 21 maggio 2015

(EdP-mb)