Aeroporti: attività dell’Agenzia delle Dogane in collaborazione con la Guardia di Finanza

Come di consueto, pubblichiamo la sintesi delle più recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti, svolte in alcuni scali aeroportuali, dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza.

dogane napoli valuta21 aprile 2017  – Aeroporto Napoli Capodichino. Scoperta valuta non dichiarata per oltre 118mila euro 

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Napoli 1, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale Aeroporto di Capodichino, nell’ambito delle attività di contrasto agli illeciti valutari hanno scoperto, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, valuta non dichiarata per un importo di 118.370 Euro in possesso di un passeggero di nazionalità Kuwaitiana giunto a Napoli proveniente da Milano Malpensa. Nel rispetto della normativa vigente, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione in dogana per i trasferimenti di denaro contante pari o superiori a 10.000 Euro, sono stati sequestrati al viaggiatore 54.185 euro, pari al 50% della somma eccedente il limite consentito.

21 aprile 2017  – Aeroporto Napoli Capodichino. Sequestrata eroina per un valore di circa 200mila euro

Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto dei traffici illeciti, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Napoli 1 in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale dell’Aeroporto di Capodichino, in collaborazione con i militari della locale Guardia di Finanza, hanno individuato e sottoposto a controllo un passeggero, originario della Tanzania, che proveniva dal Madagascar via Addis Abeba – Roma Fiumicino. Nel corso di un accurato controllo si accertava che la persona fermata trasportava, abilmente occultata in un sottofondo ricavato nel bagaglio a mano, circa tre chili di una sostanza poi accertata come eroina per un controvalore di oltre 200.000 euro. Il passeggero è stato tratto in arresto e denunciata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Successivamente, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato tradotto alla Casa circondariale di Poggioreale.

Roma, 20 aprile 2017 – Aeroporto di Roma Ciampino – Sequestrati orologi, borse, cinte e tute contraffatte

Nell’ambito delle attività di controllo antifrode, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Roma 1 in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale di Ciampino hanno fermato un passeggero di nazionalità marocchina proveniente da Marrakech, che trasportava nel bagaglio a mano: 125 orologi riportanti il marchio “Rolex”; 10 orologi riportanti il marchio “Panerai”; 6 orologi riportanti il marchio “Breitling”; 6 orologi riportanti il marchio “Omega”; 4 orologi riportanti il marchio “Armani”; 30 cappellini riportanti il marchio “Gucci”; 6 tute riportanti il marchio “Lacoste”; 6 borse riportanti il marchio “Chanel”; 15 cinte riportanti il marchio “Moschino”; 20 cinte riportanti il marcio “Louis Vuitton”; 12 cinte riportanti il marchio “Salvatore Ferragamo”; 17 cinte riportanti il marchio “Gucci”. I periti delle società titolari dei marchi, contattati dai funzionari dell’Agenzia, hanno confermato la contraffazione dei prodotti che sono stati sottoposti a sequestro mentre l’autore dell’illecito è stato denunciato all’Autorità giudiziaria competente per commercio di prodotti contraffatti.

GDF valuta orio a serioRoma, 20 aprile 2017 – Aeroporto di Bergamo Orio al Serio. Scoperta valuta non dichiarata

Nel corso dell’attività di contrasto agli illeciti valutari, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bergamo, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale di Orio al Serio hanno scoperto, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, denaro non dichiarato per un importo complessivo di 28.280 euro. La valuta, in banconote di vario taglio, è stata rinvenuta occultata all’interno di un lettore DVD, durante i controlli effettuati nei confronti di un passeggero di nazionalità nigeriana in uscita dal territorio nazionale. Nel rispetto della normativa valutaria, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione in dogana per i trasferimenti di denaro contante pari o superiori a 10.000 Euro, il passeggero si è avvalso dell’istituto dell’oblazione immediata versando il 15% della parte eccedente i 10.000 Euro.

(Fonte Ufficio Comunicazione e relazioni Esterne, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli)

(EdP-mb)