16° Stormo

0
218

Commemorazione del decennale della fondazione del  16° Stormo  a Martina Franca (TA)

Testo e foto: Claudio Toselli

DSC_0171Nell’ambito delle celebrazioni per il decennale della fondazione del 16° Stormo svoltesi nel 2014 nell’area addestrativa del reparto a Martina Franca (TA), la mattina del 16 giugno il comandante del 16° Stormo colonnello Andrea Marradi, il personale militare dipendente, le autorità civili, religiose e militari locali, nonché tutte le famiglie del personale, si sono incontrati per ricordare la ricostituzione nel territorio martinese del 16° Stormo “Protezione delle Forze” avvenuta il 25 maggio 2004, con Decreto del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, con il compito istituzionale di proteggere uomini e mezzi della Forza Armata in Italia e in operazioni fuori dai confini nazionali.

Dopo la lettura del decreto di costituzione del 16° Stormo, ha preso la parola il comandante del reparto colonnello Marradi, che, ha salutato le autorità intervenute e ha ringraziato il generale di divisione aerea Roberto Comelli, comandante la 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali di Roma  (1^ B.A.O.S.) da cui il 16° Stormo dipende e le aziende che hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento.  Il col. Marradi ha poi ringraziato le tantissime famiglie presenti : «La vostra presenza così massiccia mi gratifica e manifesta un forte attaccamento al nostro Reparto. Siete voi” – ha proseguito il col. Marradi – l’aspetto motivazionale più importante per questi uomini che quotidianamente sono impegnati, dalla sua componente principe – i “Fucilieri dell’Aria” – a tutta a quella logistica del Reparto.  A questi uomini sono devoluti infatti le più diverse attività, dall’assicurare la protezione del personale militare nell’aeroporto di Herat in Afghanistan, all’assistenza umanitaria che è constato nel predisporre, trasportare e montare le brande per donne, bambini e uomini meno fortunati di noi che sono stati smistati presso il Comune di Martina Franca (TA) proprio martedì scorso».

Alle parole del comandante del 16° Stormo è seguito l’intervento del generale di divisione Aerea Roberto Comelli il quale, dopo aver portato a tutti i convenuti  il benvenuto, a nome suo e del comandante la squadra aerea generale Lodovisi, ha affermato che: «…questo 10° anniversario della ricostituzione del 16° Stormo  dell’Aeronautica Militare è senza dubbio l’occasione più appropriata per ribadire con forza quanto l’Aeronautica Militare vi sia grata per tutto ciò che avete saputo donarle nel corso del vostro periodo di servizio… ». L’attenzione del Generale Comelli si è poi spostata sulla lungimiranza di intenti con la quale ha agito la Forza Armata nel fornirsi di uno strumento che calza a pieno alle «…esigenze imposte dal mutato contesto internazionale», salutando in chiusura tutto il personale che ad ogni livello ha contribuito a rendere possibile questo incontro.

Uno dei momenti più emozionanti della commemorazione è stata la distribuzione della riproduzione della croce di Sua Santità Papa Francesco e la successiva benedizione di tutte le famiglie del personale del 16° Stormo. Durante la cerimonia si sono susseguiti diversi eventi dimostrativi curati dal locale Gruppo Addestramento Survive To Operate Force Protection (S.T.O./F.P.). La commemorazione si è conclusa con l’attività elicotteristica dei “Fucilieri dell’Aria” che hanno simulato la liberazione di un ostaggio e il suo imbarco sull’elicottero HH3F dell’85° Gruppo S.A.R. di Pratica di Mare, dimostrando ai partecipanti la loro capacità operativa calandosi dal velivolo dell’85 SAR in volo con la tecnica del cosiddetto “fast rope” e cioè con l’ausilio delle corde.