Qualche anticipazione sullo stand virtuale che Leonardo lancerà via Web il 6 luglio

0
9

(Tempo di lettura: 02′:45″)

Leonardo digitalizza la propria offerta nel settore navale con focus sulla sicurezza marittima per il Medio Oriente
Come già annunciato nei giorni scorsi, Leonardo lancerà il suo primo stand virtuale per mantenere l’attenzione del mercato sull’offerta di prodotti e piattaforme in ambito maritime
Le soluzioni di Leonardo sono già al servizio delle Marine più avanzate, e vanno dai sistemi di combattimento di ultima generazione alla fornitura di elicotteri navali
Il salone è virtualmente ambientato in Medio Oriente, dove le tecnologie di Leonardo equipaggiano oltre trenta navi militari

A partire dal 6 luglio Leonardo lancia il suo primo stand virtuale, per mantenere l’attenzione del mercato internazionale sull’offerta di prodotti e piattaforme nonostante la distanza fisica dovuta alla pandemia di Covid-19. L’evento digitale, basato su piattaforma online e intitolato (click sul link, poi sul collegamento interno per un’anticipazione dello stand virtuale) “Leonardo Naval Defence for the Middle East. A virtual experience“, è il primo dedicato all’attività commerciale internazionale dopo il lockdown, durante il quale Leonardo – senza interrompere le attività produzione – ha prontamente messo in atto azioni per garantire la salute e la sicurezza delle proprie persone, intraprendendo anche una serie d’iniziative di solidarietà a sostegno di governi e soccorritori impegnati nella gestione dell’emergenza.
Negli ultimi 50 anni, più di 40 Marine in tutto il mondo hanno scelto tecnologie di Leonardo per equipaggiare più di 100 navi militari. Le soluzioni includono sistemi di combattimento di ultima generazione, sistemi di difesa navale e sistemi avionici avanzati, tecnologie subacquee ed elicotteri navali multiruolo. Lo stand virtuale fornirà una versione digitale dell’offerta di Leonardo con video e modelli 3D ad alta definizione, permettendo di superare i limiti fisici e temporali grazie alle nuove opportunità offerte dalla digitalizzazione. Un display interattivo del ponte di una nave permetterà ai visitatori di accedere al “cockpit navale”, dove i visitatori potranno conoscere le funzionalità della gestione integrata delle operazioni di conduzione della nave e del sistema di combattimento, inclusi i sistemi navali di piccolo, medio e grande calibro (da 12,7 a 127 mm), le munizioni guidate DART, capaci di fornire protezione da missili e bersagli altamente manovrabili, e la famiglia Vulcano, munizioni ad alta precisione, da 76 mm e 127 mm, capaci di colpire bersagli ad una distanza di 100 chilometri.
Tra le tecnologie underwater presenti, il sistema acustico integrato ULISSES (Ultra-LIght SonicS Enhanced System) che incorpora la funzionalità “multistatica”, progettato per individuare i sottomarini nemici e determinarne la posizione, e il siluro di dimensioni estremamente ridotte (5”) Black Scorpion, progettato per supportare il processo di classificazione dei contatti con il minimo costo e la massima flessibilità ed efficacia.
Leonardo vanta un ruolo di leadership nel settore degli elicotteri navali, grazie alla più ampia e moderna gamma di prodotti oggi disponibili sul mercato; tra questi, l’elicottero trimotore della categoria medio-pesante AW101, il bimotore medio NH90 NFH (nell’ambito del consorzio NHI) e il bimotore intermedio AW159, senza considerare le altre piattaforme Leonardo con capacità di duali e in grado di operare in mare o in modalità imbarcata, in particolare per compiti di sorveglianza e di ricerca e soccorso.
Leonardo è l’unica azienda europea in grado di fornire soluzioni complete di velivoli senza pilota per clienti civili e militari. Lo stand virtuale presenterà il Falco Xplorer, la più grande piattaforma unmanned mai realizzata da Leonardo, che permette una sorveglianza strategica persistente e multisensore con oltre 24 ore di autonomia, trasmettendo informazioni in tempo reale attraverso collegamento satellitare sicuro. Presente anche l’elicottero a pilotaggio remoto AWHERO, la soluzione all’avanguardia per le operazioni terrestri e navali, tra cui la sorveglianza marittima e di frontiera, il monitoraggio delle infrastrutture del settore energetico, il supporto alle missioni di ricerca e salvataggio, grazie alla sua capacità di decollo e atterraggio da piccole piattaforme e dal ponte delle navi.
Il radar Gabbiano UltraLight (UL), integrato nell’AWHERO, è compatto e leggero e si adatta perfettamente a questi sistemi senza pilota di classe mini e ai più piccoli aerei ed elicotteri pilotati. Il sensore digitale SAGE ELINT (Electronic Intelligence), già in servizio presso la Marina della Corea del Sud, la Marina brasiliana e l’Aeronautica Militare indonesiana, con una capacità di ricezione radar a 360° integrata, è in grado di rilevare, identificare e geo-locare i segnali a Radio Frequenza (RF) avvisando gli operatori di potenziali minacce.
Nel Medio Oriente sono oltre trenta le navi equipaggiate con soluzioni fornite da Leonardo, Nella regione, l’azienda è impegnata in programmi di ammodernamento di flotte e ha all’attivo partnership nel settore navale, oltre a fornire soluzioni di refit e upgrade per le flotte esistenti, con nuovi sistemi, servizi di addestramento e logistica.

(Fonte e foto: Ufficio Stampa Leonardo)
EdP-mb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here