Protezione civile: firmato protocollo d’intesa a sostegno delle popolazioni colpite da calamità

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio (foto Protezione Civile)
Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio (foto Dipartimento della Protezione Civile)

«Il Protocollo d’intesa firmato oggi dal Dipartimento della Protezione Civile, dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e da numerose associazioni dei consumatori per il sostegno delle popolazioni colpite da eventi calamitosi di fatto consolida definitivamente una prassi sviluppatasi negli ultimi anni.
I cittadini dei territori interessati dall’emergenza chiedono sempre più spesso, tra le altre cose, anche di poter sospendere il pagamento delle rate dei finanziamenti per le abitazioni o gli esercizi economici direttamente danneggiati dall’evento o non più fruibili. Proprio per rispondere alle aspettative dei cittadini e delle associazioni dei consumatori e garantire un intervento efficace in situazioni di emergenza, da tempo il Dipartimento e l’ABI hanno avviato questa proficua collaborazione che ci ha portato, dopo una serie di sperimentazioni, a definire una norma-tipo da poter inserire nelle Ordinanze di protezione civile che disciplinano le attività da porre in essere una volta dichiarato dal Consiglio dei Ministri lo stato di emergenza per i singoli eventi calamitosi.
»

Con queste parole il Capo del Dipartimento Fabrizio Curcio, ha spiegato l’importante accordo sottoscritto oggi, un protocollo che, oltre ad assicurare una equità di trattamento tra le popolazioni coinvolte in diversi eventi calamitosi, è finalizzato a garantire la massima efficacia, rapidità e trasparenza nell’intervento di sospensione dei finanziamenti da parte dei soggetti finanziatori.

(Fonte: Dipartimento della protezione Civile, Presidenza del Consiglio dei Ministri, 26 ottobre 2015)

(EdP-mb)