Presentato il 787 Dreamliner flight-test donato al “Pima Air & Space Museum” a Tucson in Arizona

0
186
Veduta aerea di una porzione del Pima Air Space Museum (foto Piam A.S.M.)

Una donazione della Boeing che permette agli studenti, appassionati di aviazione e ai visitatori di vedere il nuovo 787 Dreamliner al “Pima Air & Space Museum”  a Tucson in Arizona

Veduta aerea di una porzione del Pima Air Space Museum (foto Piam A.S.M.)
Veduta aerea di una porzione del “Pima Air Space Museum” (foto Pima A.S.M.)

Il 17  aprile scorso, a Tucson, in Arizona (USA), alla presenza di autorità nazionali e dei leader di comunità locali, si è tenuta, presso il “Pima Air & Space Museum“, la cerimonia di inaugurazione della mostra permanente di un velivolo 787-8 Dreamliner, utilizzato dalla Boeing per i test di volo.

«Boeing ha una forte presenza in Arizona ed è orgogliosa di condividere questo importante traguardo nella storia dell’aviazione con la comunità, i nostri dipendenti e i visitatori – ha detto il Boeing Commercial Airplanes presidente e CEO Ray Conner – . Il Pima Air & Space Museum è una struttura a livello mondiale ed è stato un ottimo partner nel corso degli anni. E’ il luogo ideale per presentare questo aereo pionieristico.»

Questo particolare 787, che reca le marche ZA002, è il secondo Boeing 787-8 prodotto. L’aereo ha volato per la prima volta il 22 dicembre 2009, entrando a far parte del test di volo di sei aerei nel programma di certificazione per il 787-8. L’obiettivo principale di ZA002 era quello di testare  le prestazioni dei sistemi. ZA002 è il secondo dei tre 787-8s utilizzati per i test di volo che Boeing prevede di condividere con le diverse comunità e le future generazioni di dipendenti e appassionati di aerei.

«L’industria aerospaziale è una pietra miliare dell’economia dell’Arizona, per la creazione di posti di lavoro e l’opportunità di business – ha detto il governatore dell’Arizona Doug Ducey  -. La donazione del Boeing 787 Dreamliner rappresenta il simbolo  della ricca storia dell’Arizona e del futuro luminoso nel settore aerospaziale, ed una forte dimostrazione del nostro impegno per l’innovazione e l’industria.»

«Questo è un momento estremamente grande ed emozionante per il museo, la comunità di Tucson e l’Arizona in generale – ha detto Scott Marchand, direttore esecutivo, Pima Air & Space Museum -. Siamo onorati d’essere stati scelti dalla Boeing per essere i custodi di questo storico aeromobile di nuova generazione e di poterlo mostrare al pubblico degli Stati Uniti e di tutto il mondo.»

Alla celebrazione dell’Air & Space Museum Pima hanno partecipato tra le personalità oltre a Doug Ducey, governatore dell’Arizona, Martha McSally, in rappresenza degli Stati Uniti, Ron Hinderberger, della Boeing  e il conte Ferdinand von Galen, presidente del museo.

In concomitanza con la cerimonia riguardante l’inaugurazione del 787, il Pima Air & Space Museum ha presentato anche la nuova mostra espositiva “Women in Flight“, per commemorare i successi delle aviatrici del secolo scorso.

Il Pima Air & Space Museum è uno dei più grandi musei del trasporto aereo nel mondo, e il più grande museo dell’aviazione non-finanziato dal Governo negli Stati Uniti. Il museo conserva una collezione di più di 300 aeromobili e veicoli spaziali provenienti da tutto il globo, tra cui diversi molto rari e più di 125.000 reperti. Il museo si trova al seguente indirizzo “6000 E. Valencia Road, Tucson , Exit 267 off Interstate 10“.

(Ufficio Stampa Boeing) 17 aprile 2015

(EdP-mb)