Lufthansa contro Alitalia-Etihad: «Danno per la concorrenza» (l’agenzia di viaggi)

logo

22-12-2014

Thomas-Eggert-2012---Luftha
Thomas Eggert, general manager di Lufthansa Italia

Chiusura d’anno all’attacco per il gruppo Lufthansa in Italia. Dopo aver chiuso i primi 10 mesi del 2014 con una sostanziale tenuta del numero dei passeggeri trasportati da e per il nostro Paese, la compagnia tedesca torna a puntare il dito contro la joint-venture di Alitalia-Etihad. «Abbiamo presentato un ricorso al Tar del Lazio contro il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti per l’annullamento del decreto Lupi. Si tratta di un evidente atto che danneggia la libera concorrenza», ha detto Heike Birlenbach, vice president Sales and Services Europe Lufthansa in occasione del consueto incontro natalizio con la stampa.  Il ricorso, in particolare, è rivolto contro i nuovi voli lanciati da Linate da Alitalia su Berlino e Düsseldorf (e in futuro forse anche Belgrado) in code sharing con airberlin, secondo vettore tedesco (di cui Etihad possiede il 29%). «Nel nostro gruppo, Germanwings e Air Dolomiti sono le compagnie più penalizzate dal decreto», ha confermato Thomas Eggert, general manager di Lufthansa Italia.

 In crescita il traffico d’affari

Intanto, i primi 10 mesi dell’anno hanno fatto registrare dei risultati confortanti per le quattro compagnie del gruppo: Lufthansa, Austrian, Brussels e Swiss. «Abbiamo trasportato 5,9 milioni di passeggeri da e per l’Italia, una cifra all’interno della quale si è visto un aumento del 4,4% per la classe Business, con un incremento del revenue del 2%. Del resto, oltre la metà del nostro fatturato arriva dalle vendite di tmc», ha proseguito Eggert.

 Per il resto, l’Italia si conferma il terzo mercato a livello mondiale, dopo Germania e Usa, con 20 aeroporti serviti (compresi quelli stagionali). «Ha tenuto il traffico continentale, nonostante la presenza delle low cost, mentre sulle tratte internazionali abbiamo il 16,6% di quota di mercato».

Per la prossima primavera-estate, poi, le novità riguardano un aumento di traffico su Linate e Malpensa in vista di Expo. «Con l’orario estivo saranno infatti attivi 270 voli settimanali, compresi quelli di Germanwings, in arrivo negli aeroporti di Milano. Un’altra novità per il 2015 è il nostro nuovo volo da Perugia, e quello su Olbia». E non è tutto, perché per il momento le vendite di biglietti dall’Italia confermano un trend positivo, con un aumento del 6% rispetto allo scorso anno.

 Il progetto Eurowings

Non solo nuovi voli nel 2015 di Lufthansa che, come ha puntualizzato la manager della compagnia, nei prossimi 12 mesi proseguirà nel rinnovo di servizi e flotta. «Entro la fine del 2016 arriveremo a tre miliardi di euro: il più grande investimento mai fatto», mentre per l’acquisizione di nuovi aeromobili il budget stanziato è vicino ai 30 miliardi. Così, dopo aver ormai quasi completato l’introduzione della nuova First su tutta la flotta, entro il prossimo anno sarà la volta anche di Business e Premium Economy.

Altra novità, il decollo del marchio Eurowings, il nuovo vettore low cost di casa Lufthansa che verrà impiegato sulle rotte sia continentali che a lungo raggio. «Ad esempio voleremo verso Caraibi e Oceano Indiano, e verso altre destinazioni leisure, ma da aeroporti che non saranno i nostri hub principali». Il lancio ufficiale della compagnia è previsto entro la fine del 2015.

 Le novità dalle altre compagnie del gruppo

L’incontro con i vertici di Lufthansa è stato anche il momento per conoscere le principali novità degli altri vettori del gruppo. «In attesa dell’aumento di capacità per il Sud Italia e le isole nell’estate 2015, Australian Airlines continua a puntare sul lungo raggio. Dopo l’introduzione di Newark, avvenuta nel corso del 2014, ci saranno aumenti di capacità, con voli giornalieri verso JFK, Chicago, Washington e Toronto. Inoltre cominceremo a operare verso Mauritius da ottobre 2015», ha detto Glauco Grossi, country manager Italy & Malta Austrian Airlines.

 Oltre all’aggiunta di numerose destinazioni tipicamente “leisure” (tra cui Olbia), il 2014 di Brussels Airlines ha visto la rivisitazione dell’offerta sui voli a corto raggio con l’introduzione del nuovo prodotto Check&Go (tariffa senza bagaglio, per passeggeri “price-sensitive”), e il perfezionamento dei tre esistenti Light&Relax, Flex&Fast e Bizz&Class. «Nel 2015 voleremo da 10 principali aeroporti italiani verso la capitale europea, dove è stata appena inaugurata la nuova lounge The Loft», ha raccontato Roberta Monti, country manager Italy del vettore belga.

 Infine Swiss, che rafforza ulteriormente la sua presenza sul mercato italiano inaugurando dal 19 dicembre il nuovo volo giornaliero Linate-Zurigo. «Inoltre, a partire dall’orario estivo 2015, offriremo nuovi voli, operativi tutto l’anno, da Napoli e Bari per Zurigo e da Firenze per Ginevra; oltre a collegamenti stagionali da Brindisi, Palermo, Catania, Cagliari e Olbia per Zurigo e/o Ginevra», ha concluso Stefan Zwicky, regional manager Italy & Malta della compagnia svizzera.

Giorgio Maggi