Leonardo-Finmeccanica presenta a Euronaval nuovi sviluppi tecnologici per rispondere alle esigenze operative delle Forze navali di tutto il mondo

Al Salone francese Leonardo-Finmeccanica propone sistemi navali di nuova generazione attraverso un viaggio virtuale sul ponte di comando di una nave multiruolo
Tra le novità, il “cockpit navale” per la gestione integrata della nave, e l’ATAS (Active Towed Array Sonar), il più piccolo e potente sonar trainato oggi disponibile sul mercato
I sistemi di Leonardo equipaggiano più di 100 unità navali di oltre 40 Marine internazionali

Il nuovo logo di "Leonardo- Finmeccanica S.p.a."Le Bourget, 17 ottobre 2016 – Il ponte di comando di una nave multiruolo all’interno del quale muoversi e sperimentare sistemi e sensori di nuova generazione, anche con l’ausilio della realtà virtuale.

Questa è la proposta espositiva di Leonardo-Finmeccanica a Euronaval 2016, il principale Salone internazionale dedicato al settore navale che si svolgerà dal 17 al 21 ottobre a Le Bourget, Parigi. Player di riferimento in grado di fornire soluzioni complete per la gestione delle missioni navali che integrano più tipologie di sensori tra cui radar, sistemi elettronici e d’arma, elicotteri e velivoli anche a pilotaggio remoto, la società presenterà, presso lo stand n. J86 – K91 (Hall 2A), gli ultimi sviluppi tecnologici realizzati per rispondere ai requisiti delle più avanzate Forze navali mondiali, a partire dalla Marina Militare italiana. Leonardo è infatti responsabile della fornitura e integrazione di tutti i sistemi a bordo delle nuove unità che rinnoveranno la flotta nazionale, oltre a sviluppare l’intero sistema di combattimento.

leonardo-squared_medium_squared_original_kronos_dual_band_s
Il kronos dual band Aesa Radar (foto Leonardo Finmeccanica)

Focus della presenza di Leonardo al Salone è l’innovativo “cockpit navale”, che consentirà la gestione integrata delle operazioni di conduzione della nave e del sistema di combattimento. All’interno del cockpit, il nuovo Combat Management System, caratterizzato da un’architettura aperta, modulare e riconfigurabile in base alla tipologia di missione, rappresenta il centro di comando e controllo della nave e potrà essere sperimentato al Salone attraverso un tavolo tattico.

Le capacità dei nuovi radar multifunzionali a facce fisse e a doppia banda, dei sensori di individuazione amico-nemico e all’infrarosso per la ricerca e il tracciamento dei bersagli, nonché degli avanzati sistemi di comunicazione integrata radio e satellitare saranno mostrate grazie a tecnologie di realtà aumentata.

Tra gli equipaggiamenti di guerra sottomarina esposti, l’ATAS è il più piccolo e potente sonar trainato a profondità d’immersione variabile attualmente disponibile sul mercato, una novità assoluta in questo settore.

In mostra, inoltre, il cannone navale di grosso calibro 127/64 Light Weight, il più avanzato a livello mondiale nella sua categoria, la versione sovra-ponte del cannone multi ruolo 76/62 dotato del kit Strales per l’uso delle munizioni guidate DART (Driven Ammunition Reduced Time Of Flight) e i munizionamenti di nuova generazione Vulcano. Sul ponte della nave, infine, sarà presente un AW 101, elicottero militare multiruolo in grado di svolgere tutte le principali missioni navali: anti-nave, anti-sottomarino, ricerca e soccorso, pattugliamento, picchetto radar, utility e supporto anfibio.

Negli ultimi 50 anni oltre quaranta Marine in tutto il mondo hanno scelto i sistemi Leonardo per equipaggiare più di cento unità navali. Oltre alla “Legge Navale” per il rinnovamento della flotta italiana, altri progetti significativi sono i programmi di collaborazione italo-francese Orizzonte e FREMM, il piano di ammodernamento della Marina militare del Qatar, la partnership con gli Emirati Arabi Uniti in campo navale, che hanno consentito a Leonardo di affermarsi come player di riferimento a livello internazionale nell’integrazione di sistemi di combattimento e nella fornitura di equipaggiamenti avanzati in linea con i più moderni requisiti navali.

Grazie alla sua lunga esperienza internazionale, l’azienda è in grado di soddisfare tutti i requisiti espressi anche in ambito Maritime Domain Awareness for Safety and Security. Attraverso le sue divisioni, Leonardo fornisce velivoli per il pattugliamento aereo marittimo (Maritime Patrol Aircraft – MPA), elicotteri per la sorveglianza, il soccorso in mare (Search And Rescue – SAR) e il contrasto a minacce di superficie e sottomarine, sistemi/veicoli senza pilota (Unmanned Vehicle Systems – UVS), robot subacquei e di superficie a pilotaggio remoto, sistemi radar ed elettro-ottici per il controllo delle coste e dei confini, sistemi di difesa dei siti costieri, sistemi di sorveglianza marittima e di analisi dello scenario operativo, sistemi di comando e controllo e molto altro. Leonardo fornisce inoltre sistemi e servizi satellitari per l’osservazione della Terra e la geolocalizzazione, di estrema importanza per la sorveglianza dell’ambiente marino e la sicurezza marittima.

Inoltre Leonardo collabora con Fincantieri nell’ambito della joint venture Orizzonte Sistemi Navali, in particolare per la realizzazione delle FREMM, e più in generale nel settore militare sul mercato nazionale e all’estero.

(Fonte: Ufficio Stampa Leonardo-Finmeccanica, 17 ottobre 2016)

(EdP-mb)