L’ENAC incontra il settore

enac channel calvert

POSITIVO IL BILANCIO DELLA STAGIONE ESTIVA 2016 IN TERMINI DI CRESCITA DEL TRAFFICO E DI QUALITÀ DEI SERVIZI – AGGIORNATI I DATI SUGLI INVESTIMENTI AEROPORTUALI E FORNITI ALCUNI DATI SU SAFETY

enac channel calvert
(Foto Enac Channel)

Roma – L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha presentato ieri, 6 ottobre 2016, il bilancio della stagione estiva 2016, nell’ambito dell’incontro con tutti gli operatori del settore convocato dall’ENAC per valutare dati e risultati della stagione appena trascorsa, analizzare le problematiche che si sono presentate e avviare, come consuetudine, la programmazione per le attività future, intervenendo preventivamente sulle possibili criticità e continuare a garantire la sicurezza del volo, la qualità dei servizi e lo sviluppo equo e competitivo del trasporto aereo.

Alla riunione hanno partecipato l’Enav, le associazioni dei vettori nazionali e internazionali, delle società di gestione aeroportuale, delle società di assistenza a terra e dei servizi di catering, delle agenzie di viaggi, Assoclearance, nonché gli amministratori delegati e/o gli accountable manager delle principali compagnie aeree nazionali, delle maggiori società di gestione aeroportuale, di quelle di handling e il delegato del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti.

Il presidente ENAC Vito Riggio (foto SI24)
Il presidente ENAC Vito Riggio (foto SI24)

In apertura dei lavori è intervenuto il Presidente Vito Riggio:
«Vorrei innanzitutto condividere con voi la soddisfazione mia e dell’ENAC per gli importanti risultati raggiunti a Montreal durante la 39a Assemblea Generale dell’ICAO: l’Italia è stata riconfermata in prima fascia, tra le Nazioni leader dell’aviazione civile mondiale con un punteggio di grande rilievo: 166 voti su 170 votanti, seconda con un solo voto in meno del Brasile, ma prima tra le Nazioni europee, davanti a Paesi come Regno Unito, Germania e Francia. Sempre nel corso dell’Assemblea, l’ICAO ha assegnato all’Italia un riconoscimento per gli elevati standard raggiunti in termini di sicurezza del volo e del trasporto aereo. Inoltre, il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta è stato eletto per acclamazione dai 2000 delegati dei Paesi membri, Presidente della Commissione Legale dell’ICAO. Si tratta di riconoscimenti internazionali all’operato dell’ENAC e al ruolo di prestigio in ambito internazionale che svolge l’Ente in rappresentanza dell’Italia.
In merito, invece, all’andamento della stagione estiva 2016, è evidente il consolidamento del trend positivo del traffico passeggeri che dimostra il superamento della crisi che aveva così pesantemente colpito il settore. Positivo anche il monitoraggio sul livello dei servizi resi agli utenti che ha rilevato alcuni disservizi, per lo più fisiologici, di impatto contenuto sia sull’utenza, sia in termini di efficienza e regolarità del servizio

Dopo l’interevento del Presidente, il Direttore Centrale Vigilanza Tecnica, Roberto Vergari, ha presentato una relazione sugli investimenti aeroportuali secondo i Contratti di Programma in essere, sulla safety e, in particolare, sull’attuazione del nuovo regolamento sulla certificazione degli aeroporti, sulle ispezioni di rampa realizzate nel corso dell’estate e sul modello di sorveglianza sugli operatori.

Contratti di programma e investimeni – Agggiornamento

I Contratti di Programma stipulati tra l’Ente, in rappresentanza dello Stato, e le società che hanno in concessione la gestione degli scali nazionali, disciplinano gli impegni assunti dalle società in materia di realizzazione delle opere infrastrutturali finalizzate all’adeguamento e allo sviluppo dell’aeroporto nel corso del periodo contrattuale. Si dividono in due tipologie:

–  i Contratti di Programma in deroga, quelli sottoscritti con Aeroporti di Roma per gli scali di Roma Fiumicino e Roma Ciampino, con SEA per gli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate e con SAVE per Venezia;

–  i Contratti di Programma ordinari per tutti gli altri scali.

Ad oggi risultano esaminati e approvati la quasi totalità dei piani degli interventi alla base dei Contratti di Programma. Nel prossimo quinquennio è prevista la realizzazione di opere sugli aeroporti con un investimento complessivo stimato in circa 4 miliardi di euro.

Lo stato di attuazione degli investimenti viene continuamente controllato dall’ENAC, nell’ambito della propria attività istituzionale di approvazione dei piani di sviluppo e dei progetti, oltre che di vigilanza e collaudo e di certificazione dell’agibilità delle infrastrutture.

In merito alla situazione dei principali sistemi italiani di Roma e Milano e dello scalo di Venezia, si riporta una tabella che riassume gli investimenti previsti per il prossimo quinquennio, la previsione degli investimenti nel 2016 e il consuntivo aggiornato a giugno 2016 degli investimenti effettivamente realizzati.

enac-contratti-in-deroga

I Contratti di Programma ordinari, invece, svilupperanno un investimento di oltre 1 miliardo e 300 milioni nel periodo regolatorio di riferimento.

Attuazione Regolamento n. 139 del 2014

Il Regolamento Comunitario n. 139 del 2014 stabilisce, tra le altre cose, i requisiti e le procedure per la certificazione e la sorveglianza degli aeroporti europei e prevede la conversione dei certificati degli aeroporti. Entro la fine del 2016 l’ENAC conta di terminare le nuove certificazioni per gli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia, Bologna, Bergamo e Napoli.

Ispezioni di rampa secondo il Programma SAFA (Safety Assessment of Foreign Aircraft)

Nel periodo tra il 1° giugno e il 25 settembre l’ENAC ha realizzato le seguenti ispezioni di rampa secondo il programma comunitario SAFA (controlli sugli aeromobili di operatori stranieri in transito negli aeroporti nazionali):

enac-ispezioni-rampa

in blu i dati del 2015, in celeste quelli relativi al 2016.

Performance Based Oversight – Sorveglianza sugli operatori

L’ENAC ha di recente istituito un nuovo modello di sorveglianza basato sulla individuazione, sulla valutazione e sul monitoraggio di alcuni indicatori che permettono di caratterizzare le organizzazioni certificate e di adeguare periodicamente la frequenza e la consistenza delle verifiche.

Il nuovo modello porterà a:

1. Semplicità di uso

2. Immediata rappresentazione grafica delle attività

3. Controllo del trend di affidabilità delle organizzazioni certificate

I lavori sono proseguiti con la presentazione del Direttore Sviluppo Gestione Aeroporti, Giuseppina Lacriola, che ha illustrato la sintesi del monitoraggio sui dati dell’estate da cui emerge che il bilancio della stagione estiva 2016 si può considerare positivo sotto diversi aspetti, per la conferma del trend di crescita dei passeggeri trasportati; per i disagi/disservizi fisiologici e contenuti; per la sostanziale tenuta dell’intero sistema in termini di qualità dei servizi resi agli utenti.

Dati compressivi Passeggeri

Secondo i dati al momento disponibili risulta:
• Passeggeri gennaio – agosto 2016: 110.828.632 + 4,3% su analogo periodo anno precedente.
• Passeggeri luglio – agosto 2016: 35.482.582 + 4,2% su analogo periodo anno precedente.
In base a tali dati si può affermare che:
• Nella stagione estiva 2016 il traffico passeggeri è complessivamente incrementato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo incremento è stato registrato in tutti i settori (nazionale, internazionale e UE)
• Dalla distribuzione del traffico sui vari aeroporti, la maggior incidenza sulla variazione percentuale – in incremento o in decremento – è principalmente data dal traffico low cost (nazionale e UE).
• Sui valori registrati da gennaio ad agosto 2016 il traffico risulta in incremento rispetto allo stesso periodo del 2015 in tutti i settori.

Diritti dei passeggeri

L’ENAC è l’organismo responsabile della corretta applicazione dei Regolamenti comunitari 261/2004 e 1107/2006, relativi alle tutele previste in caso di disservizi nel trasporto aereo e ai diritti dei passeggeri a mobilità ridotta che utilizzano il mezzo aereo. L’Ente ha anche il potere di irrogare sanzioni amministrative nei confronti dei soggetti inadempienti.
Nel periodo maggio – settembre 2016 l’ENAC ha ricevuto un totale di 1.509 segnalazioni relative alla violazione del Regolamento 261/2004, di cui:
537 per cancellazione del volo (755 nello stesso periodo 2015)
69 per negato imbarco (135 nello stesso periodo 2015)
20 per mancata informazione sui diritti (49 nello stesso periodo 2015)
883 per ritardo del volo (1.629 nello stesso periodo 2015).
Il totale dei reclami ricevuti dall’ENAC nel 2015 è stato 6.009.
Il totale dal 1° gennaio al 22 settembre 2016 è di 3.088.
Il Numero Verde ENAC ha ricevuto e gestito dal 1° gennaio al 31 agosto 2016, 3.450 telefonate, mentre nello stesso periodo del 2015 erano state 5.004, fornendo prevalentemente informazioni sulla Carta dei Diritti del Passeggero e sulla security, mentre sono relativamente pochi i quesiti posti in merito a tematiche di safety, segno di una crescente percezione di sicurezza.

 

(Fonte: Ufficio Stampa ENAC, 7 ottobre 2016)