Le ultime news da Airbus

Must Read

Airbus fornirà 42 piattaforme satellitari e servizi a Northrop Grumman per il programma dell’Agenzia di sviluppo spaziale statunitense

Copyright Airbus US Space & Defense, Inc. 2022

Washington, 5 luglio 2022– Airbus U.S. Space & Defense Inc. è stata incaricata di fornire 42 piattaforme satellitari e servizi di assemblaggio, integrazione e test (AIT), lancio e messa in servizio dei veicoli spaziali a Northrop Grumman nell’ambito del contratto per la costellazione prototipo Tranche 1 Transport Layer (T1TL) della U.S. Space Development Agency (SDA).
Il Transport Layer servirà da spina dorsale per l’Architettura Spaziale della Difesa Nazionale della SDA, fornendo dati e connettività militari assicurati, resilienti e a bassa latenza in tutto il mondo per una gamma completa di applicazioni di difesa. Il sostegno a questo sforzo vitale sottolinea l’impegno di Airbus U.S. nella continua espansione della propria struttura in Florida e nell’investimento nella Space Coast a sostegno delle missioni spaziali governative e commerciali degli Stati Uniti.
Derivata dalla piattaforma ARROW, collaudata in volo, la soluzione di Airbus U.S. è stata perfezionata per fornire maggiore potenza e un carico utile più ampio. Questa soluzione modulare offre un bus scalabile da 300 a 500 kg per il carico utile di Northrop Grumman e per le future missioni del governo americano.
La Tranche 1 del Transport Layer della SDA è  un programma critico per la sicurezza nazionale e  sostenere Northrop Grumman e la Space Development Agency è per noi un onore”, ha dichiarato Rob Geckle, Presidente e CEO di Airbus U.S. Space and Defense. “Questo contratto sottolinea la missione di Airbus U.S. di sviluppare e fornire, negli Stati Uniti, tecnologie fondamentali per i combattenti americani“, ha concluso.
Airbus U.S. ha progettato una piattaforma spaziale altamente adattabile e utilizzerà Airbus OneWeb Satellites (AOS), la joint venture di Airbus U.S. e OneWeb di Merritt Island, in Florida, per assemblarla, utilizzando la propria linea di produzione all’avanguardia. Questa linea consegna attualmente a OneWeb fino a due satelliti al giorno. AOS ha ottenuto questo risultato leader nel settore grazie alla maturità della propria catena di fornitura e al suo approccio di produzione. A oggi questa struttura ha già prodotto oltre 400 dei 648 satelliti ordinati per OneWeb.
Con sede ad Arlington, in Virginia, e operante nell’ambito di uno Special Security Agreement (SSA), Airbus U.S. Space & Defense, Inc. offre soluzioni avanzate per soddisfare i più complessi requisiti di difesa, sicurezza, spazio e intelligence degli Stati Uniti. Partner del governo americano da lungo tempo, Airbus U.S. si avvale di una serie di satelliti, di sistemi di comunicazione laser e velivoli avanzati per aiutare i clienti che si occupano di sicurezza nazionale a portare a termine le loro missioni.

____________

La Spagna ordina 20 Eurofighter nell’ambito di un contratto storico per modernizzare la propria flotta di aerei da combattimento 

Eurofighter Halcón Ⓒ Airbus SAU 2022 Juanjo Sanz – Mango Producciones

Berlino, 23  giugno 2022 – La NATO Eurofighter and Tornado Management Agency (NETMA) ha firmato un importante contratto per l’acquisto di 20 Eurofighter di ultima generazione. Conosciuto come programma Halcon, l’ordine riguarderà la consegna di una flotta di aerei da combattimento dotati di radar E-Scan (Electronically Scanned), composta da 16 monoposto e 4 biposto, che andranno a sostituire la flotta di F-18 operata dalla Forza Aerea spagnola nelle Isole Canarie.
Con questo contratto la flotta spagnola di Eurofighter salirà a 90 aerei. Con la prima consegna prevista per il 2026, questi nuovi aeromobili rafforzeranno e posizioneranno la flotta di caccia dell’aeronautica spagnola tra gli alleati della NATO con i più moderni aerei da combattimento sviluppati in Europa, oltre a garantire l’attività industriale fino al 2030.
Questo ulteriore ordine rafforza l’impegno della Spagna non solo nei confronti dell’Eurofighter, ma anche del suo sviluppo e del suo ambiente industriale. Desidero ringraziare il cliente per la sua ferma posizione nei confronti della difesa europea in un momento in cui è più necessaria“, ha dichiarato Mike Schoellhorn, CEO di Airbus Defence and Space.
L’acquisizione, del valore di EUR 2,043 miliardi, è stata approvata dal Consiglio dei Ministri spagnolo il 14 dicembre 2021 e comprende gli aerei, i motori, un simulatore e i necessari servizi di supporto.
L’aeronautica militare del Paese opera l’Eurofighter – in servizio in Spagna dal 2003 –  dalle basi aeree di Morón (11° Stormo) e Albacete (14° Stormo), garantendo la sicurezza del territorio spagnolo e svolgendo un ruolo chiave nel cuore della NATO in diverse missioni di Air Policing nei Paesi Baltici e, più recentemente, nel Mar Nero. Con l’arrivo di questi nuovi velivoli, la Spagna doterà di jet Eurofighter anche una terza base, quella di Gando, nelle Isole Canarie, che ospita il 46° Stormo.
L’Eurofighter spagnolo viene assemblato, testato e consegnato presso il sito Airbus di Getafe (Spagna) e la sua impronta industriale si traduce in oltre 20.000 posti di lavoro diretti e indiretti nella sola Spagna. Nel processo di produzione sono coinvolte le principali aziende nazionali del settore della difesa e della tecnologia. Airbus ha lavorato anche a Getafe in coordinamento con il Centro Logístico de Armamento y Experimentación (CLAEX) dell’Aeronautica Militare Spagnola per apportare varie modifiche, come l’implementazione del nuovo pacchetto software CM02+ per gli Eurofighter Tranche 1. Un importante miglioramento tattico offerto da questo software è la nuova capacità di puntamento automatico delle armi aria-superficie in seguito all’integrazione del pod di puntamento Litening-III. Sono state inoltre introdotte ulteriori capacità aria-aria e aria-superficie, oltre a miglioramenti ai sistemi di comunicazione.
Eurofighter è il più grande programma di difesa europeo, che coinvolge quattro nazioni principali: Regno Unito, Spagna, Germania e Italia. Oltre alle sue capacità tecnologiche, garantisce più di 100.000 posti di lavoro in Europa. A oggi il programma Eurofighter ha registrato 681 ordini di velivoli da nove nazioni nel mondo.
Il materiale audiovisivo a corredo del comunicato è disponibile a questo indirizzo.

______

Airbus e Linde collaborano alle infrastrutture per l’idrogeno negli aeroporti 

Sabine Klauke, Chief Technical Officer di Airbus e Philippe Peccard, Vice President Clean Energy di Linde, siglano un accordo di cooperazione presso l’ILA Airshow di Berlino

Berlino, 23  giugno 2022 –  Airbus e Linde, azienda leader mondiale nel settore dei gas industriali e dell’ingegneria, hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per lavorare allo sviluppo di infrastrutture per l’idrogeno negli aeroporti di tutto il mondo.
L’accordo, che fa seguito a un accordo di cooperazione siglato a febbraio a Singapore, riguarda la collaborazione per le catene di approvvigionamento globali dell’idrogeno, dalla produzione allo stoccaggio negli aeroporti, e comprende l’integrazione del rifornimento nelle normali operazioni di assistenza a terra. Le due aziende definiranno e lanceranno progetti pilota in diversi aeroporti a partire dagli inizi del 2023. Airbus e Linde analizzeranno inoltre il potenziale dei carburanti Power-to-Liquid – una tipologia di carburanti per l’aviazione sostenibile (SAF) ricavata da un idrocarburo liquido prodotto sinteticamente attraverso la conversione di elettricità rinnovabile.
L’uso dell’idrogeno per alimentare i futuri aeromobili non dovrebbe solo ridurre in maniera significativa le emissioni in volo, ma potrebbe anche contribuire a decarbonizzare le attività di trasporto aereo a terra. Nel 2020 Airbus ha lanciato il programma “Hydrogen Hub at Airports” per dare il via alla ricerca sui requisiti delle infrastrutture e sulle operazioni aeroportuali a basse emissioni di carbonio, attraverso l’intera catena del valore.
A oggi sono stati firmati accordi con partner e aeroporti in Francia, Italia, Corea del Sud, Giappone e Singapore.
I primi concept aircraft ZEROe sono stati presentati nel 2020 e lo sviluppo dei relativi passaggi tecnologici è attualmente in corso nell’ambito di una rete globale di R&T focalizzata sullo sviluppo delle tecnologie dell’idrogeno per i futuri aeromobili commerciali.

____________

Primo volo di un elicottero alimentato esclusivamente  da carburante sostenibile per l’aviazione 

Copyright © Thierry Rostang

Berlino, 22 giugno 2022 – Un Airbus H225 ha effettuato il primo volo mai compiuto prima da un elicottero con il 100% di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) che alimenta entrambi i motori Makila 2 di Safran.
Questo volo, che fa seguito a quello di un H225 con un motore Makila 2 alimentato a SAF avvenuto nel novembre 2021, rientra nell’ambito della campagna di volo volta a comprendere l’impatto dell’uso del SAF sui sistemi dell’elicottero. Si prevede che i test continueranno su altri tipi di elicotteri, con diverse architetture di carburante e motori, con l’obiettivo di certificare l’uso del 100% di SAF entro il 2030.
Questo volo con il SAF che alimenta i due motori dell’H225 è un’importante pietra miliare per l’industria elicotteristica. Segna una nuova tappa nel nostro percorso per certificare l’uso del 100% di SAF nei nostri elicotteri, un fatto che comporterebbe una riduzione fino al 90% delle sole emissioni di CO2“, ha dichiarato Stefan Thome, Executive Vice President, Engineering e Chief Technical Officer di Airbus Helicopters.
L’uso del SAF è una delle leve di Airbus Helicopters per raggiungere l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 dei propri elicotteri del 50% entro il 2030. Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di questo nuovo carburante è che consente al velivolo di ridurre al minimo l’impronta di carbonio mantenendo le stesse prestazioni di volo.
Secondo il rapporto Waypoint 2050, l’uso del SAF in aviazione potrebbe costituire il 50-75% della riduzione di CO2 necessaria per raggiungere la neutralità carbonica nel settore del trasporto aereo entro il 2050. Sebbene la produzione di SAF costituisca attualmente solo lo 0,1% della produzione totale di carburante per l’aviazione, si prevede che questa cifra aumenti drasticamente nei prossimi anni per soddisfare sia la crescente domanda da parte degli operatori che i prossimi mandati di utilizzo del SAF.
Nel giugno 2021, Airbus Helicopters ha lanciato il SAF User Group con l’intento di riunire tutte le parti interessate per lavorare all’accelerazione dell’utilizzo del cherosene SAF miscelato e aprire la strada ai voli 100% SAF per le flotte future. Tutti gli aeromobili e gli elicotteri commerciali Airbus sono certificati per volare con una miscela  fino al 50% di SAF. Il nostro obiettivo è raggiungere la certificazione 100% SAF entro il 2030 per gli aeromobili e gli elicotteri commerciali Airbus.

________

A400M: Airbus sostiene il passaggio dell’Aeronautica Militare tedesca a un carburante per l’aviazione sostenibile

Mike Schoellhorn, Chief Executive Officer di Airbus Defence and Space, consegna una bottiglia d’acqua al Ten. Gen. Ingo Gerhartz, Capo dell’Aeronautica Militare tedesca, per rappresentare simbolicamente l’accordo con Airbus finalizzato a sostenere l’Aeronautica Militare tedesca nella sua trasformazione a lungo termine volta ad aumentare la sostenibilità della propria flotta di aeromobili. Copyright: AIRBUS 2022 Max Leitmeier – SchwarzbildAirbus Helicopters

Berlino, 21 giugno 2022 – Airbus sta sostenendo l’Aeronautica Militare tedesca nella sua trasformazione a lungo termine finalizzata ad aumentare la sostenibilità della propria flotta di aeromobili. Airbus sta collaborando con l’Aeronautica Militare tedesca per ottenere l’autorizzazione tecnica che consenta di iniziare a breve termine le prove di volo domestico dell’A400M con fino al 50% di SAF (Sustainable Aviation Fuel). Il SAF è un carburante alternativo collaudato che può ridurre fino all’85% le emissioni di CO2  rispetto al carburante convenzionale lungo l’intero ciclo di vita.
La Germania, che ha in ordine un totale di 53 unità, diventa così il primo Paese cliente ad avviare una graduale trasformazione verso il SAF per la propria flotta di A400M.
Oltre a sostenere queste attività, Airbus è impegnata in una tabella di marcia a lungo termine per raggiungere il 100% di prontezza e certificazione dell’A400M al SAF.
Come prima fase, nel 2022 Airbus prevede un volo di prova di un A400M con un carico di carburante per l’aviazione sostenibile fino al 50%. Questo primo volo di prova sarà condotto con un solo motore, per valutare meglio il comportamento complessivo dell’aeromobile. Dopo il successo di questo volo con un solo motore, nel 2023 Airbus prevede di continuare i test con quattro motori.
Una volta completate le attività di test sulla base di quattro motori, i clienti utilizzatori dell’A400M saranno ufficialmente autorizzati a utilizzare il 50% di SAF.
Airbus, OCCAR e le nazioni produttrici di A400M hanno inoltre avviato discussioni per sviluppare una tabella di marcia verso la certificazione e l’uso operativo con il 100% di SAF.
Agli inizi del 2022 Airbus Defence and Space ha effettuato il primo volo del suo C295 Flight Test Bed, un progetto di ricerca e sviluppo del programma europeo Clean Sky 2, che mira all’utilizzo di nuove tecnologie e materiali per ottenere riduzioni di rumore, CO2 e NOx. Con il C295, Airbus intende inoltre condurre una campagna di test di volo con il 50% di SAF nel 2022 e con il 100% di SAF nel 2023.

(Fonte e foto: Ufficio Stampa AIRBUS: Heritage House Reputation Architects) EdP-mb

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest News

Aeroporto di Bologna: intercettato oro non dichiarato

I lingotti intercettati dal personale delle Dogane e della Guardia di Finanza (foto: ADM - GDF) IN BREVE Bologna - Prosegue,...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img