Incidente all’elicottero del 118 a L’Aquila: identificate le sei persone decedute

Gianmarco Zavoli facebookSono state identificate le sei persone che hanno perso la vita nell’incidente accaduto ieri tra Campo Felice e L’Aquila all’elicottero AW139 marche EC-KJT, in servizio di eliambulanza del 118, che aveva prestato soccorso poco prima a uno sciatore.

Al comando dell’aereo era il 46enne riminese Gianmarco Zavoli (nella foto), ex pilota militare, in possesso di una lunga esperienza di volo, appassionato ciclista. Assieme al comandante sono deceduti gli altri quattro membri dell’equipaggio: Walter Bucci, 57 anni, originario di Rocca di Cambio (L’Aquila), medico cardiologo e rianimatore del 118 dell’Asl dell’Aquila e veterano del soccorso alpino, Mario Matrella, 42 anni, tecnico di volo della società di Inaer Aviation, addetto al verricello, che faceva parte del soccorso alpino di “stazione Gargano”, Davide De Carolis, 40 anni, di Teramo, componente del Soccorso alpino e consigliere comunale di Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila), Giuseppe Serpetti, 59 anni, nato ad Arischia (L’Aquila), infermiere da molti anni all’Ospedale San Salvatore dell’Aquila, in servizio presso il 118. Lo sciatore a cui era stato prestato soccorso per un incidente sugli sci, anche lui perito nell’incidente, è stato identificato nel 50enne Ettore Palanca,  originario di Roma, da lunghi maitre dell’Hotel Cavalieri Hilton della Capitale.

Il pilota dell’elicottero e il medico rianimatore avevano preso parte, negli ultimi giorni, alle operazioni di soccorso svolte presso l’Hotel Rigopiano, distrutto da una valanga il 19 gennaio scorso.

La Procura della Repubblica dell’Aquila e l’ANSV-Agenzia Nazionale Sicurezza Volo, stanno svolgendo le indagini per accertare la dinamica dell’incidente. Secondo una prima ipotesi, suffragata da alcune testimonianze, le cause potrebbero essere da attribuire alla scarsa visibilità presente al momento nella zona.

(EdP-mb) 25 gennaio 2017